Immobili
Veicoli

LOCARNO«Con Helsana abbiamo uno scoperto di oltre 250 mila franchi»

29.10.19 - 19:16
La Clinica Santa Chiara prende posizione sulla strana richiesta di anticipo per una prestazione oftalmologica: «È l'unica cassa malati con cui abbiamo problemi di questo tipo»
tipress (archivio)
«Con Helsana abbiamo uno scoperto di oltre 250 mila franchi»
La Clinica Santa Chiara prende posizione sulla strana richiesta di anticipo per una prestazione oftalmologica: «È l'unica cassa malati con cui abbiamo problemi di questo tipo»

LOCARNO - «Le prestazioni oftalmologiche non vengono indistintamente più pagate, nemmeno quelle non contestate da Helsana, a partire da giugno 2018». La Clinica Santa Chiara prende posizione sulla strana richiesta di anticipo presentata a un 71enne, giunto nell'ospedale locarnese per un intervento alla cataratta, nonostante questi fosse regolarmente affiliato alla Helsana.

Il problema, specifica la Clinica, riguarderebbe «i soli pazienti assicurati presso Helsana, e le sole prestazioni/operazioni di oftalmologia ambulatoriali» per le quali si sarebbe vista «costretta, suo malgrado, a introdurre il pagamento anticipato».

Un problema economico non da poco, visto che, sempre stando alla Santa Chiara: «la cifra di scoperto ha ormai sorpassato di gran lunga il quarto di milione di franchi».

L’alternativa, che la Clinica afferma di non voler «assolutamente mettere in atto», sarebbe stata quella di «impedire completamente l’accesso alle prestazioni oftalmologiche a pazienti assicurati presso l’Helsana». Per quanto riguarda l'accusa di aver presentato fatture elevate, conclude: «È l’unica cassa malati con cui abbiamo problemi di questo tipo, nonostante la nostra fatturazione sia identica per tutte le altre casse malati concorrenti».

CORRELATI
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE TICINO