Immobili
Veicoli

SVIZZERA/GERMANIAQuando immigrare in Svizzera si rivela una delusione

28.06.22 - 15:09
Quasi 12'000 tedeschi hanno voltato le spalle alla Svizzera negli ultimi dodici mesi, dopo essersi trasferiti qui
Deposit
Fonte L. Horrer/20 Minuten
Quando immigrare in Svizzera si rivela una delusione
Quasi 12'000 tedeschi hanno voltato le spalle alla Svizzera negli ultimi dodici mesi, dopo essersi trasferiti qui
 Molti non si sono sentiti benvenuti, e sottolineano la "freddezza" degli svizzeri: il racconto di alcuni di loro

BERLINO/BERNA - Anno dopo anno, migliaia di tedeschi emigrano in Svizzera, attratti dai salari elevati, dai paesaggi naturali e dall'alta qualità della vita.

Tuttavia, pur essendo il gruppo di immigrati più numeroso del Paese (con circa 309'500 persone) il dato sugli arrivi è in diminuzione da anni, anche perché non sono pochi quelli che decidono di tornare sui propri passi (solo negli ultimi dodici mesi, quasi dodicimila tedeschi sono tornati in patria).

Come mai in così tanti? Il sentimento che regna tra coloro che se ne sono andati dopo anni di permanenza in Svizzera, come è emerso da alcune testimonianze raccolte da 20 Minuten, è la delusione.

Lingua comune, culture diverse
«Voglio tornare in Germania al più presto», ha raccontato ad esempio G.S.*, arrivato nel canton Lucerna con grande entusiasmo insieme alla moglie nel 2008.

Il tutto è precipitato quando si è ammalato di cancro, per poi essere licenziato. Nel frattempo, anche la moglie si è ammalata gravemente. A causa delle loro condizioni di salute, non possono per il momento rientrare in patria. Riguardo al nostro Paese, G.S.* è ormai disilluso: «Il sistema sanitario è catastrofico», ed è anche deluso a livello umano: «Gli svizzeri sono freddi». Racconta di aver salutato più volte i suoi vicini nella tromba delle scale, cercando di parlare con loro. Ogni volta è stato ignorato, e ha quindi rinunciato.

Molti altri lettori riferiscono situazioni simili. Nonostante vivano in Svizzera da molto tempo, molti tedeschi non sono riusciti a crearsi una cerchia di amicizie con gli svizzeri: «Parliamo la stessa lingua, ma siamo molto distanti in termini di carattere e di cultura», secondo T.T.*.  S.B.*, che è venuta in Svizzera con un ex partner, ha vissuto prima a San Gallo, poi a Zurigo. Ora è qui da 20 anni, ma non si sente ancora a suo agio. Cosa le manca in particolare? «La scioltezza. Che le persone si incontrino per un caffè ogni tanto. Spontaneità e umorismo sono parole estranee qui». 

Visite spontanee? Indesiderate
Dopo 18 anni di permanenza in Svizzera, anche I.S.* sta per partire, in particolare per motivi personali ed economici. «Sono stufo della Svizzera», racconta, spiegando che dopo un infortunio non ha ricevuto alcun sostegno dall'AI e si è trovato da solo a lottare con l'aumento dei prezzi dei generi alimentari e dei premi dell'assicurazione sanitaria.

Una persona che ha lasciato la Svizzera dopo 19 anni è A.H.*, che ha vissuto in diversi cantoni e «si è trovata bene, soprattutto dal punto di vista professionale». Tuttavia, la sua cerchia di amici era composta esclusivamente da stranieri: «Gli svizzeri tendono a mantenere le loro relazioni più intime dall'asilo fino all'età adulta e non vogliono accettare nessun altro nella loro vita».

Descrivendo gli svizzeri come distaccati, ha infine raccontato un aneddoto: una volta voleva augurare buon compleanno a una collega con cui usciva spesso. Quando è passata spontaneamente con una bottiglia di champagne e un mazzo di fiori, non è stata invitata a entrare. Invece, la collega le ha detto: "Oggi festeggio solo con la famiglia e gli amici più cari. Puoi venire un'altra volta", e le ha chiuso la porta in faccia.

*Nomi noti alla redazione

COMMENTI
 
Brontolo pensionato 1 mese fa su tio
Basta andare ad Ascona per vedere come socializzano i residenti Germanici........
Snowwhite 1 mese fa su tio
A parte che la Svizzera, pur essendo piccina, non è di certo classificabile come "cosa unica" in maniera così superficiale. La mentalità può essere più chiusa o più aperta a dipendenza del Cantone, ad esempio. Un pò la storia del Röstigraben, senza ovviamente voler offendere nessuno. Quindi, come la vedo io personalmente, non si può certo fare una statistica o uno studio serio solo ascoltando alcune testimonianze di chi non si è trovato bene. Chi invece, al contario, è restato e si è trovato bene, è stato forse chiamato qui a testimoniare?
Patty 1 mese fa su tio
Ma sì, tornatevene a casa a mangiare crauti e salsicce!
dan007 1 mese fa su tio
Sicuramente si confonde freddezza con la discrezione Il lavoro occupa la maggior parte delle giornate resta ben poco per socializzare. Io ho vissuto per lavorare e crearmi uno spazio perche nel capitalismo elvetico le mezze misure non bastano devi per forza avere successo per stare bene un po come in America. Per il ceto basso ci sono comunque associazioni centri culturali della stessa nazionalita ma che io non frequento, Mi trovo bene in Ticino la Svizzera Romanda e meno fredda a parte Ginevra. Ma dipende da cantone a cantone e anche dal comune.
Duca72 1 mese fa su tio
Leggendo le recensioni si capisce che questa gente ha ragione. Spero solo di non venir percepito dagli stranieri allo stesso modo , faccio di tutto per favorire l’integrazione.
luganikos 1 mese fa su tio
I tedeschi quasi sempre vedono la cultura e la lingua (nella parte di lingua tedesca) come una variazione della cultura e della lingua germanica (o italiana, nel caso del Ticino). Non vedono le particolarità storiche e si dimenticano che la Svizzera è un paese molto diverso dalla Germania. Questo porta a una certa arroganza e provoca molte reazioni dalla parte di tanti svizzeri. Chi migra solo per i soldi e per poter fare qualche passeggiata in montagna non farà mai parte di una società. E bisogna accettare le reazioni degli aborigeni di conseguenza!
PincoPalla 1 mese fa su tio
Effettivamente non gradisco le visite a sorpresa 😲
M70 1 mese fa su tio
le dogane sono sempre aperte per chi non è contento, ritrovare la strada di casa è facilissimo...
F/A-19 1 mese fa su tio
Infatti la trovano, è anche gente che paga molte tasse quindi attenzione perché quello che non pagano gli altri ci tocca poi a noi.
Andy 82 1 mese fa su tio
se non vi piace il nostro magnifico paese nessuno vi obbliga a restare,le dogane sono aperte per tornare da dove siete venuti..
Shion 1 mese fa su tio
Macchè magnifico, in che senso?
F/A-19 1 mese fa su tio
E infatti tanti se ne vanno, e non sono solo Germanici, anche tanti svizzeri smammano, segno che non è proprio tutto rose e fiori. Qui da noi si porta tutto all’eccesso, poi la gente non ne può più.
Andy 82 1 mese fa su tio
nessuno obbliga nessuno n é a restare n é ad andarsene ...
Andy 82 1 mese fa su tio
x quanto mi riguarda il nostro paese é magnifico..poi se si parla di soldi, tasse ecc ecc é un altro discorso..
marco17 1 mese fa su tio
Ma che cavolo di articolo! "si è trovato da solo a lottare con l'aumento dei prezzi dei generi alimentari e dei premi dell'assicurazione sanitaria", afferma una persona. Forse che per gli svizzeri la cosa è diversa?
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SVIZZERA