Segnala alla redazione
Let's Science
ULTIME NOTIZIE ti.mamme
TI.MAMME
17 ore
Wimmelbuch, i libri brulicanti... di fantasia
Spopolano le pubblicazioni prive di parole e ricche di immagini dettagliate
TI.MAMME
1 gior
Visitare Zermatlantis con tutta la famiglia
Un'occasione per scoprire la storia e tante curiosità sulla montagna più famosa della Svizzera: il Cervino
TI.MAMME
2 gior
Pronti per cantare? Il Coro Calicantus apre le porte
Tre i giorni dedicati ai bambini e ai loro genitori
TI.MAMME
2 gior
"Dipendenza dagli schermi: gli effetti sullo sviluppo del bambino"
La conferenza, in programma mercoledì 22 gennaio, è organizzata dalla Croce Rossa Svizzera e sostenuta dal Dipartimento della Sanità e Socialità del Canton Ticino
TIMAMME.CH
3 gior
Bye-bye rifiuti: una vita zero waste è possibile
Trasformare e non comprare è la regola per non inquinare e risparmiare
TI.MAMME
4 gior
Agendina, l'agenda per bambini
Mostre, spettacoli, palestre aperte e molto altro ancora
TIMAMME.CH
5 gior
Teenager e make-up: quando cominciare?
Qual è l'età giusta per il primo ombretto? Il trucco delle adolescenti
TI.MAMME
6 gior
È tutto pronto per "Hervé Tullet... Si gioca!"
La nuova mostra del Museo in Erba, che quest'anno festeggia i 20 anni, apre i battenti il 18 gennaio
TIMAMME.CH
6 gior
Mai state bambine: gli abusi sessuali in Paraguay
La realtà delle tribù che non condannano gli stupratori e costringono le vittime al silenzio
TIMAMME.CH
1 sett
Crucifere: le virtù puzzolenti di cavoli & co.
Le proprietà benefiche per adulti e bambini delle verdure ricche di vitamine ed antiossidanti
TIMAMME.CH
1 sett
Foxtrail: caccia al tesoro o escape game?
L'idea originale per scoprire gli angoli meno noti delle città
TI.MAMME
1 sett
Divertirsi e fare del bene all'Ospedale del giocattolo
Un luogo dove i bambini possono imparare molto. Ecco l'esperienza di Jenny, di Mini Me Explorer
TIMAMME.CH
1 sett
Nodo del cordone ombelicale e morte prenatale
Un'anomalia tipica della gravidanza, difficile da diagnosticare e fortunatamente rara
TI.MAMME
10.11.2019 - 08:000

Let's Science! Mostra e fumetti per grandi e piccini

Ideata e sceneggiata dagli studenti di quattro classi delle scuole medie ticinesi su temi legati alla salute. Sabato 16 novembre l'incontro con l'astronauta Nespoli

“Uno scienziato tra noi”: sarà questo il filo rosso che legherà dall’11 al 16 novembre gli appuntamenti previsti a Lugano nell’ambito di "Let’s Science!" il progetto di divulgazione scientifica ideato da Fondazione IBSA, in collaborazione con la Sezione dell’insegnamento medio del Dipartimento dell’educazione, della cultura e dello sport (DECS).
 
Mostra e fumetti - Per tutta la settimana 11-16 novembre la Limonaia di Villa Saroli a Lugano ospiterà una mostra delle tavole a fumetti ideate e sceneggiate dagli studenti di quattro classi delle scuole medie ticinesi, su temi legati alla salute e al benessere della persona.
L’ingresso sarà gratuito, con orario 8.30-18.00 (sabato 16 la mostra sarà aperta dalle 9.00 alle 12.00).

I fumetti sono tratti dai primi quattro volumi della nuova collana Let’s Science! realizzata da Fondazione IBSA in collaborazione con il DECS. Questi i titoli:

  • “E da oggi cambio vita. Mangiare bene... per vivere bene” (Scuola media di Massagno);
  • “Muoviamoci! I benefici di una vita in movimento” (Scuola media Lugano 1);
  • “Cuore e cervello si parlano… Come i due organi interagiscono” (Scuola media di Tesserete);
  • “Le onde e noi. Cosa sappiamo sulle onde elettromagnetiche” (Scuola media di Caslano). 

Ogni volume è stato realizzato in collaborazione con uno o più scienziati (Andrea Danani, Maria Cristina Marini, Francesco Oliva, Lucilla Titta, Giuseppe Vassalli). La collana è pubblicata dall’editore Carocci e verrà diffusa gratuitamente alle scuole e ai cittadini che ne faranno richiesta. I disegni sono della Scuola romana dei Fumetti. 

Incontro con l'astronauta - È previsto anche un incontro pubblico al LAC, sabato 16 novembre alle 17.00, che vedrà come protagonista l’astronauta italiano Paolo Nespoli, uno dei più conosciuti e apprezzati a livello internazionale, detentore del record europeo di permanenza nello spazio (313 giorni, 2 ore e 36 minuti). L’ingresso sarà libero e gratuito. Durante l'incontro verrà lasciato ampio spazio alle domande del pubblico, e soprattutto a quelle dei ragazzi che vorranno partecipare. Nespoli ha una lunga attività come astronauta, ricercatore e anche divulgatore (ha scritto, fra l’altro, il libro “Dall’alto i problemi sembrano più piccoli”, edito da Mondadori). Laureato in ingegneria aerospaziale e meccanica, ha alle spalle una carriera militare e tre missioni sulla Stazione spaziale internazionale (nel 2007, 2010 e 2017).

«I ragazzi sono sempre più esposti a notizie che riguardano temi scientifici e ambientali - dice Silvia Misiti, direttore di Fondazione IBSA - ed è fondamentale che abbiano a disposizione informazioni serie e approfondite su questi argomenti, per poter poi costruire una propria serie di idee solide e meditate. Da sempre siamo impegnati in questo settore, e ci battiamo contro le fake news, che nel mondo scientifico sono numerosissime».

Aggiunge Nicolò Osterwalder, consulente didattico del DECS per le Scienze naturali: «Il Ticino è un luogo importante per la Scienza, ricchissimo di iniziative e di istituzioni e aziende impegnate in questo settore, ma ben pochi studenti lo sanno. Parlare con i ricercatori, dialogare in modo diretto, potrà aiutare i ragazzi a capire bene cosa fanno gli scienziati per la collettività, e potrà anche ispirarli nella futura scelta professionale e di progetto di vita al termine della scuola obbligatoria».

All’inaugurazione della settimana Let’s Science! saranno presenti Roberto Badaracco, Capo Dicastero Cultura, Sport ed Eventi e Luigi Di Corato, direttore della Divisione Cultura della Città di Lugano. «Queste iniziative - spiega Luigi Di Corato, direttore della Divisione Cultura della Città di Lugano - si inseriscono bene nella nuova organizzazione del settore cultura della Città, che prenderà l’avvio in gennaio. La cultura scientifica e tecnologica va considerata come uno dei pilastri fondanti del sapere contemporaneo e spesso grazie a una serie di contaminazioni tra scienza e arte, permette a tutti noi di considerare punti di vista inediti su ciò che ci circonda. Le iniziative di Fondazione IBSA rientrano in questo filone e aiutano anche a rendere accessibili concetti che sembrano davvero difficili da afferrare a chi non ha strumenti specifici.»

Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-01-22 01:30:12 | 91.208.130.87