Segnala alla redazione
TI.MAMME
06.07.2019 - 09:000

Le linee guida pubblicate dall'OMS in materia di bambini

I danni causati dalla vita moderna

 

La salute dei bambini è a rischio? La domanda nasce spontanea alla luce delle linee guida pubblicate dall'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) proprio in materia di bambini.

Quelle contemplate, in realtà, sono le buone abitudini che dovrebbero essere usate nei confronti dei più piccoli ed insegnate loro affinché possano evitare i problemi che attanagliano sempre più l'infanzia. Stop alla sedentarietà e limiti ai dispositivi elettronici, quindi, e via libera ad attività fisica e riposo corretto. Le direttive dell'OMS mirano a debellare i danni causati dalla vita moderna soprattutto nell'infanzia, affinché i più piccoli possano apprendere uno stile di vita corretto che scongiuri problemi di salute e di apprendimento e che possa accompagnarli per tutta la loro esistenza.

Evitare conseguenze negative sullo sviluppo fisico e mentale dei bambini è, quindi, una prerogativa inderogabile alla quale devono attenersi tutti gli adulti, attuando i comportamenti migliori per il benessere dei pargoli.

Cosa prevedono dunque le linee guida dell'OMS sulla salute dei bambini? Al di sotto dei 2 anni niente televisore, computer e telefoni cellulari. Sì, è vero: i più piccoli appartengono alla generazione degli smanettoni nati, capaci di impostare il decoder meglio di un tecnico e di contattare la Nasa più facilmente del Presidente americano. Ma non è giusto che lo facciano prima ancora di aver imparato ad allacciarsi le scarpe da soli! Soprattutto, non è salutare visto che l'uso di dispositivi elettronici in tenera età potrebbe causare alterazioni nello sviluppo cognitivo dei bambini, oltre che dipendenza dalla tecnologia ed obesità.

Le direttive dell'Organizzazione Mondiale della Sanità sono chiare: vietato parcheggiare i bambini davanti alla tv, utile stimolarli con giochi costruttivi ed all'aperto, favorire la loro attività fisica anche riducendo l'immobilità del passeggino, ed attenersi alle ore di sonno necessarie.

Corretto, quindi, coinvolgere i bambini in attività ludiche e sportive adatte alla loro età e concedergli le giuste ore di sonno che dovrebbero essere tra 11 e 14 sino ai 3 anni e da 10 a 13 da quell'età in poi.

Se si va a mangiare un gelato tutti insieme, meglio uscire prima che ridurre le ore di sonno e, magari, meglio andarci a piedi.

 


TMT (ti.mamme team)

Seguici anche su Facebook e Instagram

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-07-17 07:31:16 | 91.208.130.86