Segnala alla redazione
Ti.MAMME
18.04.2019 - 08:000
Aggiornamento : 11:57

Voglie in gravidanza e scompensi ormonali: realtà o mito da sfatare?

Dolce, salato, voglie a qualsiasi ora della notte e del giorno. Senza dimenticare gli ormoni impazziti

 

Sfatiamo il mito che le donne in gravidanza siano un terribile mix di capricci e scompensi ormonali che rendono la vita del partner complicata… perché le voglie non si hanno solo in gravidanza, e soprattutto non le hanno solo le donne, ma anche gli uomini: non avete mai sentito l'irrefrenabile desiderio di assaggiare un tortino al cioccolato dal cuore morbido alle 7 del mattino, divorare un cheeseburger colante di salse e formaggio mentre tornate a casa dal lavoro affamati e stanchi? Si sa, il cibo per molti di noi è una sorta di coccola, anzi dà molte soddisfazioni e rende estremamente felici!

I ginecologi al giorno d’oggi seguono molto le pazienti durante la gravidanza: ad ogni visita richiedono il peso e già all’inizio della gestazione danno consigli sull’alimentazione da tenere, che deve essere sana (come del resto dovrebbe essere sempre), quindi anche se fossimo pervase da 1000 voglie di cibo, dobbiamo cercare di limitarci per non incorrere in sgridate e “ammonimenti”.

Un altro mito da sfatare è quello che durante la gravidanza gli scompensi ormonali rendano le donne più nervose: gli sbalzi ormonali sono all’ordine del giorno per noi donne, possono confermarlo le persone che ci stanno accanto, ma è altrettanto vero che molte volte a renderci nervose sono i mille impegni, lo stress, i figli che chiamano ininterrottamente per ogni minima cosa mentre stiamo cercando di fare mille cose in casa e non per ultimi, le notti insonni e la stanchezza accumulata.

Vogliamo però dare un consiglio a tutti i partner, amici e parenti di donne incinta: nove mesi sono lunghi, in molti casi sono accompagnati da nausee, mal di schiena e un senso di stanchezza che le pervade fin dalle prime settimane… e quasi tutte le donne ahimè non sono immuni alla toxoplasmosi, quindi per favore, non mangiate prosciutto crudo, speck, salame ecc davanti alla povera sventurata che avrà di sicuro voglia di un panino ripieno di affettato crudo. Cercate di mangiarlo nei momenti in cui lei non è presente e soprattutto, assicuratele dopo il parto di farle avere la pietanza che più desidera: verrà ripagata in parte da questa lunga fatica.


Elisa, del TMT (ti.mamme team)

Seguici anche su Facebook e Instagram

 

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-05-22 21:27:58 | 91.208.130.87