Cerca e trova immobili

Valute e FrontiereIn dogana: quali merci e quantitativi sono esenti da dichiarazione?

27.06.24 - 08:00
CambiaValute.ch
In dogana: quali merci e quantitativi sono esenti da dichiarazione?

NEWSBLOG
Rubriche argomentali a pagamento curate da aziende e inserzionisti esterni

Attraversare il confine tra l'Italia e la Svizzera o viceversa con merci al seguito è un'operazione regolata da norme precise. Tuttavia, molti non sanno che esistono esenzioni specifiche che permettono di trasportare determinati beni senza doverli dichiarare alla dogana svizzera. Queste esenzioni sono pensate per semplificare la vita dei viaggiatori e dei frontalieri, assicurando al contempo il rispetto delle leggi doganali.

Come riferimento ufficiale per le merci che i viaggiatori importano per uso privato o come regali, esenti dal dazio è possibile consultare il sito dell’Ufficio federale della dogana e della sicurezza dei confini (UDSC).

Dall'Italia alla Svizzera

Ecco una panoramica delle principali merci che possono essere portate dall'Italia in Svizzera senza obbligo di dichiarazione, per persona e per giorno. Per maggiori dettagli e per un’informazione completa e puntuale, è necessario rivolgersi alle autorità competenti.

Informazioni importanti

Attenzione! Se il valore complessivo delle merci trasportate supera 300 franchi (compreso il valore di tutte le derrate alimentari), l'IVA deve essere versata in ogni caso. Per maggiori informazioni cliccare qui.

Attenzione! Per determinati prodotti animali e certi prodotti vegetali esistono limitazioni supplementari.

Prodotti alimentari

Carne e prodotti a base di carne: I viaggiatori possono portare fino a un kg di carne e prodotti a base di carne per uso personale senza doverli dichiarare. Questo include carni fresche, congelate o trattate (come salsicce e salumi).

Latte e prodotti lattiero-caseari: Latte, formaggi e altri prodotti lattiero-caseari possono essere trasportati in quantità per il consumo personale, generalmente fino a un kg per persona.

Pane, frutta e verdura: Pane, frutta e verdura possono essere portati in quantità che non superano l'uso personale giornaliero. Questo rende più semplice per i viaggiatori trasportare cibi freschi per il consumo immediato.

Quindi, mai più dubbi su cosa si può portare nella "schiscietta" quando si attraversa la dogana...

Bevande alcoliche e prodotti del tabacco (età minima 17 anni)

Bevande alcoliche: I limiti per le bevande alcoliche sono i seguenti:

    • Fino a cinque litri di vino, ad esempio, purché il tenore di alcolico non superi il 18%, per persona al giorno,
    • Fino a un litro di alcol con una gradazione superiore al 18% per persona al giorno.

Tabacchi: È possibile portare fino a:

    • 250 pezzi tra sigarette o sigari oppure
    • 250 grammi di altri tabacchi manufatti, per persona e per giorno.

Per facilitare il passaggio attraverso al dogana svizzera, l’UDSC mette a disposizione questo opuscolo informativo, strumento molto utile per conoscere le quantità di merci ammesse in franchia a colpo d’occhio.

Controlli e documentazione

Anche se non è necessario dichiarare le merci entro i limiti specificati, le autorità doganali possono effettuare controlli a campione. È quindi buona pratica conservare le ricevute di acquisto e qualsiasi documentazione che possa dimostrare la natura e la quantità delle merci trasportate.

Conclusioni

Portare merci in Svizzera dall'Italia o in Italia dalla Svizzera senza obbligo di dichiarazione è possibile, a patto di rispettare le normative in vigore. Conoscere i limiti e le categorie di beni esenti da dichiarazione permette di attraversare il confine in modo più sereno e senza intoppi. Le autorità svizzere e quelle italiane collaborano strettamente per monitorare i flussi di merci, garantendo che i trasporti avvengano nel rispetto delle leggi. Essere informati e preparati è quindi la chiave per un viaggio senza problemi.

Le informazioni contenute in questo articolo sono fornite a scopo puramente informativo e non costituiscono consulenza legale, fiscale o doganale. Le normative doganali possono variare e cambiare nel tempo; pertanto, si consiglia vivamente di consultare le fonti ufficiali delle autorità doganali italiane e svizzere, o di rivolgersi a un consulente qualificato, per ottenere informazioni aggiornate e dettagliate prima di intraprendere qualsiasi attività di trasporto di merci attraverso i confini.

Link utili:


Questo articolo è stato realizzato da CambiaValute.ch, non fa parte del contenuto redazionale.
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE