Freepik
ULTIME NOTIZIE Target
Target
3 ore
Digitalizzazione, customer experience, sostenibilità: cosa aspettarsi dal futuro (e dal presente)
Abbiamo fatto il punto su ciò che sappiamo (e non sappiamo) con la docente ricercatrice SUPSI Daina Matise Schubiger
Target
1 gior
3 trend di digital marketing da cui ci aspettavamo di più
Ogni momento è buono per fare un bilancio e capire quali tendenze abbiano sortito meno effetti del previsto
Target
4 gior
ROI, questo (s)conosciuto: che cos’è e come prevederlo
Tra le metriche di marketing, ci concentriamo sul Ritorno sull’Investimento insieme a Francesco Micali e Daniele Vinci
Target
1 sett
Ufficio stampa e PR. A cosa serve? Come si fa? Episodio 2
Abbiamo fatto qualche domanda ad altri tre esperti: Matteo Cremaschi, Simone Intelisano e Cecilia Brenni
Target
1 sett
Ufficio stampa e PR. A cosa serve? Come si fa? Episodio 1
Ecco cosa ne pensano gli esperti Benedetto Motisi, Veronica Crocitti e Luca Montagner, impegnati tra Svizzera e Italia
Target
1 sett
Che cos’è la Marketing Automation e come può far crescere un’attività locale
Risparmiare tempo e personalizzare al massimo le comunicazioni ai clienti sono azioni conciliabili. Ecco in che modo
Target
2 sett
Consegne a domicilio e asporto direttamente da Google Maps e My Business? Presto si potrà
Ecco le interessanti novità a favore delle attività locali che saranno presto introdotte dal gigante di Mountain View
TARGET
3 sett
I tre pilastri degli e-commerce nel 2021
Ad anno ormai inoltrato, scopriamo che cosa sta determinando maggiormente gli acquisti online degli utenti
Target
3 sett
Vita da cani? Non proprio: ecco come e quanto guadagnano i Pet Influencers
Stimolando le interazioni positive degli utenti, hanno presto attirato l’attenzione (e i soldi) dei brand più importanti
Target
3 sett
Fare il copywriter per i social media? Non basta saper scrivere
Alessia Abrami racconta cosa significhi creare contenuti badando a differenze di canale, tone of voice e obiettivi
Target
4 sett
Comunicare sui social con le immagini: la grafica web secondo gli addetti ai lavori
Deborah Giofrè e Salvatore Di Bella raccontano il backstage delle realizzazioni visive per Facebook e compagnia postante
Target
1 mese
Social Listening: come ascoltare bene per comunicare meglio
Ciò che interessa ai clienti è fondamentale per il successo di un business: ecco come ottenere le informazioni giuste
Target
1 mese
Quanto inquiniamo quando siamo online? C’è da restarne sconvolti. 3 consigli per evitarlo
Il modo in cui usiamo internet ha un impatto negativo sull'ambiente: ecco cosa possiamo fare perché non succeda
Target
1 mese
Ads su Facebook, Instagram e LinkedIn: consigli utili ed errori più comuni
Come possiamo assicurarci che le inserzioni funzionino? Ce lo spiega il nostro Social Ads Specialist, Marco Evangelisti
Target
1 mese
Il rapporto tra Digital Marketing e Sport, secondo l’esperto FIFA
Quanto un ambito sosterrà l’altro e viceversa? Che cosa ci aspetta in futuro? Ne abbiamo parlato con Dario Salvelli
Target
1 mese
Come si fa Instant Marketing e che risultati si ottengono: la parola a Migros Ticino e Unieuro
Perché legare un brand all’attualità? Lo spiegano Piergiorgio Adragna e i responsabili social del gigante arancione
TARGET
1 mese
Marketing e Intelligenza Artificiale: quali opportunità per le attività locali?
Tecnologia e comunicazione crescono a braccetto: ecco come l’AI contribuisce a promuovere prodotti, servizi e vendite
Target
1 mese
Per una comunicazione (online e offline) senza discriminazioni di genere
Elena Ciprietti, Alessia Rotondo e Laura Losito ci spiegano come raccontare un mondo che sta cambiando
TARGET
04.01.2021 - 10:550

Come si evolveranno i social media nel 2021? La parola agli esperti

Utenti e addetti ai lavori guardano al futuro delle piattaforme online, in una quotidianità ancora in cambiamento

Difficilmente, all’inizio del 2020, chi aveva provato a prevedere i trend dell’anno per i social media, si sarebbe aspettato un’impennata così significativa dell’implementazione delle ads, degli workspace online, dei sistemi di videochiamata.

Ma eccoci già appena oltre le porte del 2021, in cui già moltissimi ripongono la speranza di una ripresa più consistente delle economie mondiali e della nostra quotidianità, così come la conoscevamo prima del Covid-19.

Che cosa aspettarci? Certamente che, per quanto possano ancora essere imprevedibili i cambiamenti del nostro tessuto sociale ed economico, molti imprenditori e consumatori di tutto il mondo hanno capito come adattarsi a cambiamenti anche radicali, dando prova di versatilità e resilienza.

Insomma, se c’è un momento in cui fare - o provare di fare - qualche previsione sui prossimi mesi, quantomeno nel campo del marketing digitale, è esattamente questo.

Ci ha pensato da pochissimo Hootsuite, che ha pubblicato un report sui social trends attesi per quest’anno, chiedendo a 11189 marketers quali fossero gli elementi su cui scommettere per emergere sulle piattaforme, e mettendo insieme le loro risposte per formulare una prima raccolta di dati significativi.

 

I social media come primo step della customer experience

Un elemento che non sorprende, è il fatto che l’obiettivo principe delle aziende nel 2021 sia l’acquisizione di nuovi clienti, utilizzando i social media come strumento di avvio (e talvolta anche di conclusione) di tale percorso.

Dovendo eliminare il contatto diretto, “fisico”, se vogliamo, con il potenziale cliente, ogni attività che vorrà attirare nuovi consumatori dovrà farlo potenziando la propria avanguardia web, che finora era un corollario, un’integrazione dell’esperienza concreta. Poiché i social saranno centrali, i creativi continueranno a sfidarsi nell’individuare contenuti e modalità nuovi, coinvolgenti e interattivi per valorizzarne le caratteristiche.

Gli utenti utilizzeranno sempre di più i social per incontrare nuovi brand, trovare con loro familiarità, avviare una riflessione sui prodotti/servizi proposti. Il primo passo del loro percorso d’acquisto diventeranno sempre più, di conseguenza, proprio questi canali. Senza contare il completamento, ancora in data da definirsi, delle funzioni Shops su Facebook e Instagram. Gli addetti ai lavori delle aree che non possono usufruirne - che sono ancora parecchie - sono certamente pronti ad accoglierle a dovere. Immaginate di poter consultare, avviare e concludere l’acquisto di un articolo direttamente sui social media, senza spostarvi di piattaforma neanche per un secondo: essi non si limiteranno ad essere la prima fase della nostra esperienza da utenti, ma saranno il primo importantissimo livello di un funnel di vendita con un incredibile potenziale di conversione, anche per i piccoli imprenditori e i professionisti, rafforzando così al contempo le opportunità di vendere online, ma anche la competizione e anche i costi delle ads.

 

Baby boomers alla ribalta

Tra le sorprese regalate dal 2020 figura sicuramente l’aumentata familiarità con le risorse web della fascia demografica dei “baby boomers, individuata convenzionalmente tra i nati dal 1946 al 1964. Anche loro, infatti, hanno dovuto cambiare le proprie abitudini quotidiane, in termini di socialità e di procedure di acquisto, prendendo velocemente confidenza con strumenti finora sconosciuti o ignorati.

Proprio per questo, gli stessi web marketers, prima del 2020, raramente si concentravano su questa fascia demografica con le loro campagne. Ebbene, anche questo è cambiato, e continuerà a cambiare nel 2021: secondo i dati citati dal report di Hootsuite, il 70% degli utenti tra i 55 e i 64 anni, infatti, ha confermato di aver fatto shopping online almeno una volta, nel 2020, e il 37% di essi prevede di farlo nuovamente, anche dopo la fine dell’emergenza sanitaria.

Dai prossimi mesi, quindi, ci troveremo quindi a confrontarci con un pubblico quasi completamente nuovo da studiare e valorizzare, e con cui interagire, comunicare.

 

Conoscere la propria community

Già prima del 2020, avere tanti followers o generare molti leads non bastava, se la loro qualità (una metrica non sempre misurabile) non era sufficiente.

Secondo un’altra ricerca condotta pochi mesi fa da Hootsuite, in collaborazione con Altimeter Group, attraverso l’intervista di più di 2000 dirigenti e responsabili marketing era infatti emerso che il 54% dei coinvolti non era certo della qualità del proprio pubblico e dei contatti raccolti.

Carenze che possono essere integrate sia con la pianificazione di interventi di marketing più “scientifici” che con l’ideazione di contenuti volti al mantenimento e al miglioramento dell’interazione reale con gli utenti.

D’altro canto, la ragion d’essere dei social media è proprio mantenere i contatti, promuovere la comunicazione e ovviamente la socialità. Tutte componenti di cui, per giunta, abbiamo sofferto la mancanza nell’anno passato. Di conseguenza, ora più che mai, le attività, con i propri account, non possono rinunciare a prendere parte alla conversazione, a mantenere una relazione più orizzontale con i propri utenti: non numeri, ma persone, da gratificare mediante il coinvolgimento, la condivisione.

 

Se anche tu sei in cerca di nuovi stimoli per l’inizio di questo nuovo e promettente anno, non potrai fare a meno di considerare, per il tuo business, un miglioramento del tuo approccio al marketing digitale, tra le poche garanzie che questo 2020 ci ha lasciato. E noi possiamo aiutarti a scoprire come farlo, permettendoti di aumentare vendite e clienti. Fissa un appuntamento per una consulenza gratuita, non devi far altro che contattarci!

 

Articolo a cura di Linkfloyd Sagl, agenzia di marketing e comunicazione in Ticino.


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-04-20 12:07:38 | 91.208.130.89