Unsplash / Will Francis
ULTIME NOTIZIE Target
TARGET
2 gior
Buyer Personas: che cosa sono, come si creano, a cosa servono
Come tratteggiare aspetti personali, lavorativi e psicologici del pubblico, migliorando l’efficacia della pubblicità
TARGET
5 gior
Al via le newsletter su LinkedIn: come crearle, quali sono i loro vantaggi
Contenuti esclusivi e fidelizzazione: com’è nata e andrà usata la nuova funzionalità del social network professionale
TARGET
1 sett
A cosa serve un ufficio stampa, che cosa fa e perché dovresti averne uno
Vantaggi noti e meno noti di affidarsi a chi gestisce i rapporti con giornali, portali, radio, tv e influencers
TARGET
1 sett
I 3 pilastri di una newsletter efficace
Dal tema, all’oggetto, ai contenuti: ecco cosa non puoi non sapere perché le tue e-mail vengano lette e “funzionino”
TARGET
2 sett
Quando sarà possibile acquistare direttamente qualcosa su Facebook e Instagram?
In Svizzera (e non solo), Shops, la funzione creata per sostenere le vendite online, ha ancora un’importante lacuna
TARGET
2 sett
Ottenere offerte di lavoro, clienti e visibilità con LinkedIn (e un pizzico di SEO)
Alcuni consigli per lasciare il segno - e avere risultati concreti - utilizzando il social professionale per eccellenza
TARGET
3 sett
Come scrivere un articolo efficace (e ben posizionato su Google) in 3 step
Rendi il tuo blog a prova di utente (e di motore di ricerca) e trasformalo in una fucina di contatti per il business
TARGET
3 sett
Avere successo nel 2020? Non è una missione impossibile
Non solo crisi: guardando alla primavera, possiamo ispirarci a settori e strategie vincenti per affrontare il presente
TARGET
4 sett
Hai aperto un e-commerce e vendi poco? Puoi portarlo al successo in 3 step
Ecco come ottenere più visibilità e soprattutto acquisti, per affrontare autunno e inverno con maggiore serenità
TARGET
1 mese
Come non far bloccare la nostra attività da un (eventuale) nuovo lockdown
Ecco come molti dei business a rischio possono affrontare le conseguenze di un aumento dei contagi
TARGET
1 mese
3 step per vendere online oggetti di design e arredamento
Creare un brand e farlo conoscere, raggiungere e assistere i clienti, renderli ambasciatori: ecco da dove cominciare
TARGET
1 mese
Nel social delle immagini, i testi fanno la differenza: come fare SEO su Instagram
Alcuni consigli per far risaltare i nostri contenuti foto e video, senza sponsorizzazioni, ma grazie alle... parole
TARGET
1 mese
Architetti e studi di progettazione: come emergere grazie al web marketing?
Ecco 3 idee pronte all’uso per iniziare a costruire la propria reputazione e il proprio business anche online
TARGET
1 mese
SEO per Facebook: come portare visitatori a una pagina social direttamente dai motori di ricerca
Ecco alcuni modi alternativi per far trovare i nostri contenuti organici sulla piattaforma più celebre del Mondo
TARGET
1 mese
Cosa fanno i tuoi concorrenti su internet? Come puoi differenziarti efficacemente e/o superarli?
Osservare le mosse e i numeri dei competitor sul web può migliorare la strategia d’azione. Ecco come farlo
TARGET
1 mese
Social update: le principali novità di settembre/ottobre 2020
Da Messenger a Pinterest, da WhatsApp a “The Social Dilemma”, ecco cos’è successo e succederà in queste settimane
TARGET
1 mese
Google e Facebook ci ascoltano? Ecco la verità di ricerche ed esperti
Ci stupiamo, spesso, nel vedere quanto i banner e le inserzioni che vediamo sul web siano adatti a noi. Cosa c’è dietro?
TARGET
2 mesi
Brand protection su Google: difendi il tuo marchio (o attacca frontalmente la concorrenza)
Come evitare che i concorrenti compaiano per primi quando i clienti cercano noi (o apparire noi quando cercano loro)
TARGET
2 mesi
3 step da seguire per creare la landing page perfetta
Ecco cosa fare per accogliere al meglio i tuoi potenziali clienti, a un passo dal contatto o dall’acquisto
TARGET
09.11.2020 - 11:500
Aggiornamento : 10.11.2020 - 10:37

Come scrivere inserzioni infallibili su Facebook

Le ads (o sponsorizzazioni) possono aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi, ma solo se pensate e realizzate al meglio

Per ottenere risultati con i social media, postare solo buoni contenuti organici non è sufficiente.

Ciò non significa, però, che sia sufficiente investire denaro in un’inserzione per essere efficaci.

Ci sono diversi fattori, infatti, da considerare quando ci si appresta a utilizzare i social media per raggiungere obiettivi come lead - cioè contatti diretti o richieste di preventivi da potenziali clienti - o prenotazioni e vendite dirette. Su Facebook, ad esempio, prima di scrivere o impostare qualunque campagna, dobbiamo infatti studiare il pubblico a cui rivolgerci, i suoi interessi, la sua età, il suo modo di esprimersi e sentire in merito al prodotto o servizio in questione, l’area geografica in cui si trova.

A partire da ciò, ci chiederemo: qual è il registro più appropriato da utilizzare? Quale lessico ha più possibilità di attirare l’attenzione dei nostri utenti? Quali punti di forza del prodotto/servizio e quali leve commerciali ci conviene adottare?

Oggi vi raccontiamo proprio di quali sono, secondo noi, alcuni aspetti di cui tenere conto quando si scrivono le ads destinate ad essere “consumate” sul social più famoso e popolato del Mondo, per assicurarci che il budget che investiamo non vada sprecato.

 

Fare un identikit del consumatore, per capire come rivolgersi a lui/lei

Riflettendo su ogni segmento del nostro pubblico, avremo una maggiore consapevolezza di quali siano gli argomenti più efficaci e le offerte da proporre a ciascuno dei nostri consumatori-tipo.

Poniamoci, quindi, tutti gli interrogativi che possono aiutarci a restringere il campo e a disegnare un vero identikit di ogni tipologia di persona a cui ci rivolgiamo, per diventare sempre più precisi. Comprendiamo le loro priorità, chiedendoci di cosa possano avere necessità, che tipo di background abbiano, se possano essere già stati clienti di qualche competitor, per definire quelli che in gergo vengono definiti “angoli d’attacco”.

Quando poi ci apprestiamo a scrivere il testo per il copy, le grafiche o i video, cerchiamo, ove possibile, di essere empatici e stimolare così l’interazione da parte di chi ci legge, perché anche una sponsorizzazione non perda quel tocco umano che risulta sempre più incisivo, a paragone di annunci pubblicitari anonimi o che vadano troppo al sodo immediatamente, a freddo.

 

Sottolineare l’unicità di ciò che offriamo, nonché del nostro brand

Magari, ciò che facciamo lo fa anche qualcun altro, e può essere acquistato anche altrove. Nella stragrande maggioranza dei casi è proprio così. Ecco perché dobbiamo lavorare anche su ciò che può distinguerci e su ciò che può rendere le nostre ads più originali rispetto alle altre.

In questo caso, la creatività spesa nella scrittura delle componenti dell’annuncio avrà naturalmente un ruolo preminente. Non sentiamoci obbligati a utilizzare le solite, logore espressioni: il linguaggio scritto, per quanto comunque regolato, soprattutto in quantità, da Facebook, può offrire un insieme di soluzioni inedite, che ci permettono di essere accattivanti e di catturare, in abbinamento con grafiche e multimedia, l’attenzione e l’emotività dell’utente.

Sarà anche nostro compito sottolineare quali siano, in termini professionali, i nostri punti di forza e le leve commerciali che possiamo offrire per avvicinare il prodotto/servizio ai potenziali clienti, le ragioni per cui il nostro interlocutore dovrebbe puntare su di noi.

 

Un asso nella manica: il principio di scarcity

Quante volte ti è capitato di leggere in qualche annuncio “ultimi posti disponibili”, “ultimi giorni”, “ultimi prodotti in stock” e compagnia... scarseggiante? Sono tutte situazioni in cui chi cura i testi delle inserzione sceglie di evidenziare la probabile impossibilità, a breve, di godere di prodotti, servizi e occasioni varie.

I consumatori tendono spesso a prestarvi attenzione, poiché innescano un meccanismo di timore: una potenziale opportunità mancata che fa scegliere loro, più velocemente, di effettuare un acquisto o una prenotazione. Una dinamica che ha acquisito tanta popolarità da definire un vero e approccio al marketing: il FOMO, un acronimo che riassume l’inglese “fear of missing out”, la paura, per l’appunto, di perdersi qualcosa e restare indietro.

La strategia è tanto semplice quanto efficace. Attenzione, però, a non abusarne: se diffonderemo più annunci, magari poco distanti nel tempo, che si avvarranno di questo principio, rischieremo non solo di essere ridondanti, ma anche e soprattutto di risultare poco veritieri e affidabili agli occhi dei nostri potenziali clienti.

 

Invitare all’interazione con una call to action

In apertura o in chiusura, per lei c’è sempre spazio, se la nostra inserzione ha obiettivi di conversione precisi: stiamo parlando della call to action, ovvero dell’invito diretto, rivolto all’utente che ci legge, a compiere un’azione precisa, che lo porti a interagire con noi.

Inserirla in modo visibile, al momento giusto, con il giusto registro e le parole giuste, ci aiuterà anche a stimolare il potenziale consumatore, sottolineando subito ai suoi occhi non tanto ciò che ci aspettiamo da lui, ma ciò che possiamo fare per aiutarlo, quale sia il piccolo e semplice passo che lo/la separa dalla soluzione del suo problema o dalla soddisfazione delle sue necessità.

 

Il mondo delle Facebook Ads può talvolta confondere e sovrapporsi in modo erroneo a quello dei post organici, in assenza di assistenza esperta. Per assicurarsi che i propri investimenti, piccoli o grandi che siano, non vadano sprecati per pochi, banali errori, è infatti importante affidarsi a chi ha anni di esperienza nel web marketing.

Noi ci occupiamo quotidianamente di tutti questi aspetti, dalla produzione dei contenuti organici alla predisposizione e all’ottimizzazione delle campagne a pagamento sulle piattaforme social, finalizzate a raggiungere obiettivi concreti, numerici, tangibili.

Vuoi scoprire come possiamo esserti d’aiuto, o semplicemente ricevere qualche altro consiglio sulle inserzioni Facebook? Allora contattaci, e fissa subito un appuntamento per una consulenza gratuita.

 

Articolo a cura di Linkfloyd Sagl, agenzia di marketing e comunicazione in Ticino.


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-11-26 08:42:02 | 91.208.130.87