Freepik
ULTIME NOTIZIE Target
TARGET
6 ore
Esistono un orario e un giorno perfetto per pubblicare sui social?
Mattina, pausa pranzo, pomeriggio o cena? Lunedì, mercoledì o weekend? La risposta non risiede solo negli insights
TARGET
1 sett
Buyer Personas: che cosa sono, come si creano, a cosa servono
Come tratteggiare aspetti personali, lavorativi e psicologici del pubblico, migliorando l’efficacia della pubblicità
TARGET
1 sett
Al via le newsletter su LinkedIn: come crearle, quali sono i loro vantaggi
Contenuti esclusivi e fidelizzazione: com’è nata e andrà usata la nuova funzionalità del social network professionale
TARGET
1 sett
A cosa serve un ufficio stampa, che cosa fa e perché dovresti averne uno
Vantaggi noti e meno noti di affidarsi a chi gestisce i rapporti con giornali, portali, radio, tv e influencers
TARGET
2 sett
I 3 pilastri di una newsletter efficace
Dal tema, all’oggetto, ai contenuti: ecco cosa non puoi non sapere perché le tue e-mail vengano lette e “funzionino”
TARGET
2 sett
Quando sarà possibile acquistare direttamente qualcosa su Facebook e Instagram?
In Svizzera (e non solo), Shops, la funzione creata per sostenere le vendite online, ha ancora un’importante lacuna
TARGET
3 sett
Come scrivere inserzioni infallibili su Facebook
Le ads (o sponsorizzazioni) possono aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi, ma solo se pensate e realizzate al meglio
TARGET
3 sett
Ottenere offerte di lavoro, clienti e visibilità con LinkedIn (e un pizzico di SEO)
Alcuni consigli per lasciare il segno - e avere risultati concreti - utilizzando il social professionale per eccellenza
TARGET
3 sett
Come scrivere un articolo efficace (e ben posizionato su Google) in 3 step
Rendi il tuo blog a prova di utente (e di motore di ricerca) e trasformalo in una fucina di contatti per il business
TARGET
4 sett
Avere successo nel 2020? Non è una missione impossibile
Non solo crisi: guardando alla primavera, possiamo ispirarci a settori e strategie vincenti per affrontare il presente
TARGET
1 mese
Hai aperto un e-commerce e vendi poco? Puoi portarlo al successo in 3 step
Ecco come ottenere più visibilità e soprattutto acquisti, per affrontare autunno e inverno con maggiore serenità
TARGET
1 mese
Come non far bloccare la nostra attività da un (eventuale) nuovo lockdown
Ecco come molti dei business a rischio possono affrontare le conseguenze di un aumento dei contagi
TARGET
1 mese
3 step per vendere online oggetti di design e arredamento
Creare un brand e farlo conoscere, raggiungere e assistere i clienti, renderli ambasciatori: ecco da dove cominciare
TARGET
1 mese
Nel social delle immagini, i testi fanno la differenza: come fare SEO su Instagram
Alcuni consigli per far risaltare i nostri contenuti foto e video, senza sponsorizzazioni, ma grazie alle... parole
TARGET
1 mese
Architetti e studi di progettazione: come emergere grazie al web marketing?
Ecco 3 idee pronte all’uso per iniziare a costruire la propria reputazione e il proprio business anche online
TARGET
1 mese
SEO per Facebook: come portare visitatori a una pagina social direttamente dai motori di ricerca
Ecco alcuni modi alternativi per far trovare i nostri contenuti organici sulla piattaforma più celebre del Mondo
TARGET
15.09.2020 - 09:530

Google Shopping: che cos’è e come possiamo usarlo per aumentare le vendite

Dal noto motore di ricerca, un tool intuitivo e gratuito per far trovare prodotti e servizi dove la gente li cerca

L’e-commerce è in forma più che mai: milioni di persone lo utilizzano, e hanno integrato nelle proprie abitudini d’acquisto i suoi vantaggi. Già prima della pandemia, le vendite online stavano progressivamente prendendo spazio al retail tradizionale, tanto che molti negozianti, per allinearsi alle esigenze del mercato, hanno già da tempo abbinato al proprio business “fisico” un alter ego digitale, permettendo ai propri clienti di rifornirsi di prodotti e servizi anche via web. Un fenomeno che si è ormai trasformato in una corsa, per vincere la quale, come bravi allenatori, vogliamo, con questo e altri articoli, fornire validi consigli a professionisti e imprenditori in essa impegnati.

Così come sono emersi strumenti nuovi per promuovere al meglio un e-commerce, dopo la primavera, alcuni già esistenti si sono sviluppati: Facebook e Instagram, ad esempio, hanno perfezionato le proprie sezioni Shops per favorire la popolarità di vetrine ed e-shop e, a breve, anche il check-out direttamente da social, per integrare tutto il percorso d’acquisto e non doversi spostare su altre piattaforme. Anche la funzione Shopping di Google, di cui parleremo oggi, si è ben consolidata tra le più recenti comodità per gli utenti e tra i più diffusi strumenti per i rivenditori.

Proprio per la sua intuitività, la visibilità che fornisce alle singole items e la gratuità del suo utilizzo base, infatti, Google Shopping si sta rivelando un ottimo tool per chiunque voglia usufruirne. Certo, se collegato ad annunci a pagamento (Google Ads), il suo utilizzo rende certamente molto di più, ma qualunque e-commerce, oggi, dovrebbe seriamente prendere in considerazione di caricare le proprie schede prodotto, anche organicamente, su questa sezione del più importante motore di ricerca globo.

 

Come funziona Google Shopping?

Innanzitutto, Google Shopping non è un e-commerce: proprio come il suo contenitore, Google, Shopping è un motore di ricerca specifico per gli articoli in vendita sulle piattaforme presenti nel web. I suoi risultati, di conseguenza, saranno strettamente connessi alle queries digitate dagli utenti, così come i posizionamenti saranno influenzati dal rispetto dei principi della Search Engine Optimization (SEO) e, in generale, dal valore del contenuto proposto.

Tra gli esiti delle ricerche riguardanti esplicitamente prodotti e servizi, in pratica, compariranno le loro schede, complete di tutti i dettagli principali: immagini, prezzo, breve descrizione, nome del venditore ed eventuali recensioni. Esse si presentano sulla pagina principale dei risultati, oppure nell’apposita sezione “Shopping”.

Per inserire le schede sarà necessario aprire un account Google Merchant Center: attraverso questo portale, sarà poi possibile caricare prodotti e servizi presenti sul proprio e-commerce attraverso mark-up predisposti dalla piattaforma, oppure sincronizzare il proprio inventario attraverso un plug-in che colleghi il nostro sito direttamente a Google Shopping.

Inutile dire che la frequenza con cui queste schede si presentano tra i risultati dipende soprattutto dalla coerenza che i contenuti inseriti hanno rispetto alle queries digitate dagli utenti in fase di ricerca. Da Google Merchant Center si potranno poi monitorare, gradualmente, quanti clic riceveranno i prodotti.

 

Perché Google Shopping può far crescere le vendite del tuo e-commerce

Questo strumento è parte integrante di Google, e cioè laddove il nostro pubblico cerca le risposte a praticamente tutte le domande.

Utilizzando Google Shopping, inoltre, avremo la garanzia che i nostri prodotti siano presentati tramite un’interfaccia intuitiva efficiente già ottimizzata per questo scopo. A questo punto, varrà inoltre la pena valutare, inoltre, di investire una parte del proprio budget per creare annunci a pagamento che diano un’ulteriore spinta alla semplice presenza organica.

Per far sì che questa risulti utile, dovremo curare ogni dettaglio relativo all’inserimento delle schede, specialmente legato alle parole chiave che usiamo per raccontare prodotti e servizi in titoli e descrizioni, verificando che queste siano in linea con il linguaggio che potrebbero adottare i nostri potenziali clienti per trovarli, e con i testi utilizzati all’interno del nostro e-commerce.

Una strategia di digital marketing che comprenda anche Google Shopping potrà quindi vantare uno strumento aggiuntivo, un canale di promozione che non può, però, sostituire la nostra piattaforma e-commerce o rappresentare il canale promozionale, ancorché l’esperienza di acquisto definitiva. Coloro che cliccano sulle schede prodotto, infatti, non acquistano i prodotti tramite Google, ma vengono reindirizzati alla pagina relativa dell’e-shop a cui sono collegate.

 

Le creazione, la gestione e la promozione di un e-commerce sono un discorso più ampio e importante da affrontare, infatti, rispetto al focus su singoli strumenti che possono, sinergicamente, determinarne il successo. È proprio in questo che, da esperti del settore, possiamo aiutarti: qualora tu voglia costruire o migliorare il tuo negozio online, abbiamo un team specializzato che può realizzare, seguire e determinare il successo del tuo progetto Contattaci subito: puoi prendere appuntamento per una prima consulenza gratuita e senza impegno.

 

Articolo a cura di Linkfloyd Sagl, agenzia di marketing e comunicazione in Ticino.


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-11-30 22:04:03 | 91.208.130.85