Il Pentagono ammette l’incontro con gli UFO
AvanTi
ULTIME NOTIZIE AvanTI
FOTO
STATI UNITI
1 gior
In arrivo un futuristico drone-bus per collegamenti tra città
Una startup americana ha sviluppato un autobus volante in grado di trasportare 40 passeggeri da una città all’altra.
FOTO
CINA
3 gior
Svelata la turbina eolica più grande del mondo
È dotata di pale lunghe 118 metri, una potenza di 16 MW e sarà in grado di generare 80.000 MWh di elettricità l’anno.
REGNO UNITO
6 gior
Creato in laboratorio il primo batterio inattaccabile dai virus
Il batterio sintetico blocca l’infezione all’origine e potrebbe essere usato per creare farmaci ad ampio spettro.
FOTO
STATI UNITI
1 sett
Il cristallo temporale è realtà
Secondo una recente ricerca il computer quantistico di Google avrebbe creato un “cristallo temporale”
FOTO
STATI UNITI
1 sett
Nüwa City: la futura capitale di Marte
Presentato un ambizioso progetto di una città sostenibile e autosufficiente per 250mila persone sul Pianeta Rosso.
INDIA
1 sett
Ecco le bottiglie di carta che sostituiranno la plastica
Una startup indiana ha sviluppato un innovativo materiale che può essere usato negli imballaggi di prodotti liquidi
STATI UNITI
2 sett
Raccogliere energia wireless sfruttando le reti 5G
Creata un’innovativa carta per la raccolta di microonde che può trasformare i sistemi 5G in reti elettriche senza fili
REGNO UNITO
2 sett
AtmosFUEL, il progetto per trasformare la CO2 in carburante per aviazione sostenibile
L’obbiettivo è quello di studiare la fattibilità di un impianto che produrrà più di 100 milioni di SAF al giorno
STATI UNITI
2 sett
Mindwriting, il software che trasforma i pensieri in testo
Il programma potrebbe offrire nuove possibilità di comunicazione alle persone che hanno perso l’uso delle braccia
STATI UNITI
03.10.2020 - 08:000

Il Pentagono ammette l’incontro con gli UFO

Il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti ha pubblicato tre video di oggetti aerei non identificati

Verso la fine di aprile di quest’anno il Pentagono ha reso noto, attraverso un comunicato, di aver preso la decisione di pubblicare ufficialmente tre video non secretati in cui è possibile vedere degli UFO, ovvero degli “oggetti volanti non identificati”.
Si tratta di tre video in bianco e nero realizzati nel 2004 e nel 2015 da piloti della Marina americana durante alcune esercitazioni. I filmati mostrano oggetti misteriosi in volo ripresi di notte da telecamere a infrarossi. Le immagini erano già state rese note in passato anche dal New York Times (2017) e da alcuni siti internet, mentre la Marina militare ne aveva confermato l’autenticità già nell’ottobre scorso.
Nel video del 2004, girato al largo della California, è possibile vedere un oggetto di forma allungata muoversi rapidamente, per poi scomparire sulla sinistra con un’accelerazione improvvisa, dopo essere stato intercettato da uno dei sensori a bordo dell’aereo della Marina statunitense. «Mentre mi avvicinavo, accelerò rapidamente verso su e scomparve in meno di due secondi», ha dichiarato alla CNN nel 2017 l’ex pilota della Marina David Fravor. «Sembrava una pallina da Ping Pong che rimbalzava contro un muro. Non aveva ali, ma non si trattava di un elicottero: il tipo di movimento era completamente diverso».
Negli altri due video, invece, risalenti a gennaio 2015, si nota un oggetto non identificato intento a volare sopra le nuvole. Uno dei piloti che lo osserva ipotizza che si possa trattare di un nuovo tipo di drone. «C’è un’intera scia. Sta andando contro il vento! Un vento da ovest di 120 nodi!», afferma il suo compagno di volo. «Guarda questa cosa!», continua il suo interlocutore mentre l’oggetto misterioso inizia a ruotare.
Il Dipartimento della Difesa americano ha scelto di diffondere ufficialmente i tre video «per dissipare eventuali idee pubbliche sbagliate sulla veridicità o meno delle immagini diffuse o sul fatto che ce ne fossero altre», come si apprende in un comunicato emanato dalla portavoce della Difesa Sue Gough. «Dopo un attento esame, il Dipartimento ha concluso che la pubblicazione di questi video non rivela nessuna informazione sensibile», ha aggiunto la Gough. Il Pentagono, inoltre, rivela che non intende effettuare ulteriori indagini su quelli che sono stati qualificati come “oggetti aerei non identificati”.
L’ex senatore del Nevada Harry Reid, ovvero lo Stato in cui si trovano le installazioni segrete della Zona 51 dell’Aeronautica americana, ha affermato in un tweet di essere «contento del fatto che il Pentagono stia finalmente trasmettendo queste immagini», nonostante sia consapevole che ciò «scalfisce soltanto la superficie della ricerca e delle documentazioni disponibili». Reid conclude sostenendo che «gli Stati Uniti devono dare uno sguardo serio e scientifico a questo e a tutte le potenziali implicazioni per la sicurezza nazionale. Il popolo americano merita di essere informato».
In effetti, come riporta l’agenzia Afp, nel dicembre 2017 il Dipartimento della Difesa Usa aveva ammesso di avere finanziato fino al 2012, data ufficiale del suo completamento, un programma segreto di diversi milioni di dollari per indagare sugli avvistamenti di UFO.

AvanTi
Ingrandisci l'immagine

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-23 12:16:19 | 91.208.130.87