AvanTi
ULTIME NOTIZIE AvanTI
CINA
17 ore
Un chip per ricaricare le batterie con l’acqua calda
In Cina hanno sviluppato un chip in grado di convertire il calore dell’acqua calda di un thermos in energia elettrica
STATI UNITI
5 gior
Effettuati i primi test per i camion a guida completamente autonoma
Waymo ha iniziato a testare i suoi camion a guida autonoma in Texas e ha annunciato una partnership con Daimler
STATI UNITI
1 sett
La stimolazione elettrica del cervello può aumentare la capacità di imparare le lingue
I ricercatori hanno scoperto che la stimolazione non invasiva del nervo vago favorisce l’apprendimento delle lingue
SPAZIO
1 sett
Il primo piano europeo per rimuovere la spazzatura spaziale
Nel 2025 l’ESA avvierà la prima missione per la raccolta dei detriti rimasti in orbita intorno alla Terra
SINGAPORE
1 sett
Il nuovo chip fotonico che apre la strada al 6G
I ricercatori di Singapore hanno dimostrato che grazie al loro chip il 6G potrà essere 100 volte più veloce del 5G
MARTE
2 sett
Ingenuity, l’elicottero-drone che volerà su Marte
Il Mars Helicopter della Nasa partito con il rover Perseverance potrebbe cambiare il modo di studiare il Pianeta Rosso
ISRAELE
2 sett
Uno studio israeliano ha scoperto come rallentare l’invecchiamento
Secondo la ricerca sessioni di ossigenoterapia in una camera iperbarica riducono il numero delle cellule senescenti
NORVEGIA
2 sett
Trasformare i deserti in fertili campi
Una startup norvegese è riuscita a coltivare nel deserto di Dubai grazie a un mix innovativo di acqua e argilla
SPAZIO
3 sett
Un gigantesco pallone aerostatico per studiare come nascono le stelle
Con la missione Asthros la NASA lancerà un telescopio appeso a un pallone aerostatico grande come un campo da football
SINGAPORE
07.09.2020 - 22:450

Le batterie al litio-zolfo ora sono più stabili e performanti

Un team di ricercatori ha creato un elettrolita semisolido per batterie litio-zolfo più sicure e ad alte prestazioni

Un team di ricercatori del NanoBio Lab (NBL) della A*STAR (Agency for Science, Technology and Research) di Singapore ha sviluppato una nuova batteria al litio-zolfo più stabile delle soluzioni precedenti, senza tuttavia comprometterne le prestazioni. Aumentano così le possibilità di applicazione di questo tipo di batteria ad un’ampia gamma di dispositivi elettronici o soluzioni per lo stoccaggio dell’energia.
La capacità e le prestazioni sono importanti nelle batterie, ma anche la sicurezza rappresenta un elemento fondamentale. In effetti, rispetto alle batterie agli ioni di litio classiche, quelle al litio-zolfo a stato solido presentano due sostanziali vantaggi: sono molto più sicure perché utilizzano un elettrolita solido che non tende a prendere fuoco e, a parità di peso, permettono di stoccare fino a cinque volte la quantità di energia di un’attuale batteria.
Tuttavia, fino ad oggi, questa tecnologia non è stata utilizzata su vasta scala per colpa del veloce deterioramento dei materiali impiegati, che porta a una durata troppo breve della vita delle batterie. Inoltre, lo scarso contatto tra elettrodo ed elettrolita e la limitata conducibilità ionica rappresentano importanti colli di bottiglia in termini di prestazioni.
Come ha spiegato la professoressa Jackie Y. Ying, a capo dell’NBL, «gli elettroliti ibridi quasi solidi composti sia da componenti liquidi che solidi sono emersi come un compromesso pratico per ottenere batterie più sicure mantenendo buone prestazioni. Tuttavia, l’elevata resistenza del componente solido ha finora limitato le prestazioni di tali batterie. Per ovviare a questo, abbiamo riprogettato la microstruttura del componente solido. La nostra soluzione elimina la perdita di elettroliti ed è termicamente e meccanicamente stabile».
Il team ha così progettato un elettrolita quasi solido ibrido che comprende una membrana porosa a infusione liquida costituita da fogli Li7La3Zr2O12, meglio noto come LLZO. I ricercatori, inoltre, hanno messo a punto un nuovo metodo, denominato “cupcake”, per realizzare le lastre LLZO adoperate per costruire la struttura per l’elettrolita. LLZO è stato scelto per la sua alta conducibilità ionica e la buona stabilità chimica ed elettrochimica. La struttura non rigida dell’elettrolita gli permette di mantenere un contatto molto buono con gli elettrodi e ne impedisce la rottura durante l’assemblaggio e la gestione della batteria.
Tutto ciò porta a batterie più sicure con prestazioni elevate. Il nuovo elettrolita semisolido, poi, si è dimostrato stabile su un ampio intervallo di tensione, cosa che ne favorisce l’uso con diversi materiali, inclusi catodi ad alta tensione. La batteria al litio-zolfo di nuova concezione, infatti, ha già mostrato alta capacità, velocità elevata nelle operazioni di carica e scarica e grande stabilità.
«La nostra struttura basata su fogli 3D è risultata cruciale per le prestazioni ottimali della batteria. Inoltre, il nostro sistema ha dimostrato un’eccezionale stabilità a temperature estreme. Questi risultati illustrano l’eccellente potenziale della nostra struttura basata su fogli come base per la realizzazione di batterie al litio semi-solide», ha dichiarato Ying. Ora il team di ricerca sta lavorando per una rapida commercializzazione della propria soluzione.


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-01-21 03:19:14 | 91.208.130.89