keystone-sda.ch/STF (ERDEM SAHIN)
Secondo Ankara i "terroristi neutralizzati" sono 550, per i curdi le vittime sono molto inferiori.
TURCHIA
14.10.2019 - 09:330
Aggiornamento : 09:52

È scontro sul campo, ma anche di cifre

Ankara sostiene che i "terroristi neutralizzati" curdi sono 550, per le Forze democratiche siriane e l'Osservatorio siriano per i diritti umani sono molti meno

ANKARA - È salito a 550 il numero dei "terroristi neutralizzati" (cioè uccisi, feriti o catturati) nell'offensiva della Turchia contro le milizie curde nel nord-est della Siria. Lo sostiene stamani la Difesa di Ankara, aggiornando il bollettino dell'operazione militare 'Fonte di pace'.

Secondo gli ultimi aggiornamenti diffusi dalle Forze democratiche siriane a guida curda (Sdf), le vittime tra i loro combattenti sono invece 45, mentre l'Osservatorio siriano per i diritti umani (Ondus) fissa la cifra ad almeno 112 miliziani curdi uccisi. Le cifre non sono verificabili in modo indipendente sul terreno.

L'esercito siriano verso il confine turco - L'esercito siriano ha varcato nelle ultime ore l'Eufrate ed è passato nelle vicinanze di Raqqa, città del nord siriano, dirigendosi verso il confine turco.

Lo riferiscono testimoni oculari nella zona di Raqqa. In precedenza, l'agenzia governativa siriana Sana aveva riferito di un primo manipolo di militari di Damasco che da Hasake, nel nord-est, si sono spostati verso Tell Tamer, località a ridosso del confine con la Turchia.

Questi movimenti giungono all'indomani dell'accordo tra forze curdo-siriane e governo siriano, mediato dalla Russia, per l'intervento delle truppe di Damasco lungo la frontiera turca per fermare l'offensiva di Ankara e delle milizie arabo-siriane cooptate dalla Turchia.

 

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-18 00:56:48 | 91.208.130.89