Cerca e trova immobili

CUCINARE CON FOOBYPane piatto

21.04.23 - 08:29
Prima dell’avvento di pagnotte e focacce, si mangiava la schiacciata. Ne esistono ancora oggi varianti di ogni genere in tutto il mondo.
Fooby
Pane piatto
Prima dell’avvento di pagnotte e focacce, si mangiava la schiacciata. Ne esistono ancora oggi varianti di ogni genere in tutto il mondo.
Qual è la tua preferita?

PITA
Questa schiacciata chiara è molto diffusa, dalla Grecia fino al Vicino Oriente. Di regola viene preparata con un impasto lievitato e in cottura si gonfia come un pallone. È pratico, così la puoi tagliare e crearne una specie di busta, che riempirai con gli ingredienti di tua scelta, ad esempio con croccanti verdure, pollo arrostito e una salsa allo yogurt fatta in casa.

NAAN
Questo tipo di pane, tra i preferiti in particolare nell’Asia meridionale, viene solitamente preparato con un impasto al quale, oltre a farina di frumento e lievito, spesso si aggiunge anche yogurt. Tradizionalmente viene cotto in un cosiddetto tandoor collocato sopra la brace. Il pane naan è apprezzato come contorno, ad esempio per il piatto indiano daal. Tra l'altro: il nome naan deriva dal persiano e significa pane.

MALAWACH
È il pane preferito degli ebrei yemeniti ed è composto da sottili strati di sfoglia che viene cosparsa di burro o altro grasso e poi cotta in padella. Tradizionalmente il malawach (o malawah) si gustava con uova dure, skhug o z’hug (salsa piccante) e un dip al pomodoro. Ma puoi dar libero sfogo alla tua creatività (vedi ricetta in basso).

INJERA
Questa specie di focaccia morbida è preparata con farina di teff (è un tipo di cereale) mescolata ad acqua e viene lasciata a fermentare per alcuni giorni. Le injera vengono cotte su roventi piastre di terracotta, in maniera simile alle crêpe. Questo pane è molto morbido e adatto per fare la scarpetta. In Etiopia e in Eritrea l’injera è pasto, posate e piatto allo stesso tempo. Con la mano destra si spezza un pezzo di pane, prendendo al contempo la verdura e la carne adagiate su di esso.

LAVASH
Nel 2014 l’Unesco ha deciso di dichiarare il lavash armeno patrimonio culturale immateriale. A giusto titolo! Ma anche in altre cucine, come quella persiana o turca, non può mancare la schiacciata azzima. È originariamente composta da farina, acqua e sale. In Turchia la sottile pasta viene utilizzata per i tanto amati dürüm. Il lavash si mangia anche in altri luoghi, nella maggior parte come wrap, nel quale vengono avvolti svariati ingredienti.

 

 

Fooby

 

PANE PIATTO AL BURRO (MALAWACH)

Preparazione: 45 min. | Tempo totale: 3 ore e 15 min.

PER 8 PEZZI CI VOGLIONO

    • 500 g farina bianca
    • 1½ c.ni sale
    • 2½ dl acqua
    • 3 c. burro, fuso, leggermente raffreddato

    • un po’ di burro, ammorbidito
    • 100 g burro, ammorbidito

    • 250 g formaggio fresco al naturale bio
    • 1 c. olio d’oliva
    • 1 c. menta piperita, tagliata finemente
    • 2 c.ni Za’atar (miscela di spezie)
    • ¼ di c.no sale

    • burro per arrostire
    • 1 cetriolo, privato dei semi, a dadini
    • 250 g pomodori cherry, tagliati in quarti
    • 4 c. cipolle arrostite

 

ECCO COME FARE

    1. Impasto: in una ciotola mescolare la farina e il sale. Aggiungere l’acqua e il burro, quindi lavorare fino a ottenere un impasto liscio e morbido. Coprire e lasciar riposare per ca. 30 minuti.
    2. Formare: dividere l’impasto in 8 porzioni e coprirle con un panno umido per evitare che si secchino. Ungere la spianatoia con il burro e stendere ogni porzione ottenendo una sfoglia il più sottile possibile, tirandola delicatamente verso l’esterno con le mani imburrate fino a quando diventa completamente semitrasparente. Spennellare con ⅛ del burro, quindi partendo dal lato lungo ripiegare l’impasto su stesso formando strisce di ca. 2 cm di larghezza fino a ottenere un rotolo appiattito. Quindi avvolgere il rotolo su se stesso formando una spirale, trasferirla su un piatto foderato con carta da forno e procedere allo stesso modo con le restanti porzioni. Dividere le spirali con la carta da forno per non farle attaccare. 
      Coprirle e metterle in frigo per almeno 2 ore. 
    3. Ripieno: mescolare il formaggio fresco con l’olio, la menta, lo Za’Atar e il sale. 
    4. Cuocere il pane: spianare le spirali fredde su un po’ di farina, ottenendo una sfoglia delle dimensioni della padella. Nella padella scaldare una noce di burro per arrostire.
      Cuocere una sfoglia per volta per ca. 2 min. su ciascun lato. Distribuirvi sopra il formaggio fresco, il cetriolo, i pomodori e le cipolle arrostite, quindi ripiegare il pane.

Suggerimento: questo pane piatto può essere servito con diversi ripieni o al naturale, accompagnato con salsa al pomodoro e uova sode.

Indicazione: perfetto da congelare. Spianare le porzioni, confezionarle singolarmente, congelarle e, quando servono, cuocerle direttamente.

 

Questo contributo è un paid post del nostro cliente. I paid post sono quindi pubblicità e non contenuto redazionale.

Con FOOBY, la piattaforma culinaria di Coop, vogliamo condividere con te il fantastico mondo della cucina, del mangiare e dei piaceri della tavola. Non importa se cucini per passione o se pensi di essere una schiappa tra i fornelli: qui trovi un’infinità di ricette (ben organizzate in categorie), know how sul cibo, istruzioni di cottura, video esplicativi e ispirazioni à gogo. In più, molte storie appassionanti che raccontano di persone che amano il cibo così come lo amiamo noi.
Prenditi il tempo per guardarti attorno e scopri l’appetitoso mondo di FOOBY.

COMMENTI