Fooby
ULTIME NOTIZIE Cucinare con Fooby
Cucinare con Fooby
6 gior
Dei lauti pasti per rimanere in forma: il giusto mix di sostanze nutritive
Per fare sport il tuo corpo ha bisogno di energia. Ma se non esageri con gli allenamenti bastano dei pasti ­adeguati...
Cucinare con Fooby
1 sett
La Pasqua si avvicina e la primavera si risveglia
Per molti di noi la Pasqua è sinonimo di un bel capretto e poi magari si va alla ricerca di uova e coniglietti...
Cucinare con Fooby
2 sett
La cipolla: un tuttofare a strati
Ci fa piangere e lascia un retrogusto che non piace a tutti. Ciononostante amiamo la cipolla.
Cucinare con Fooby
3 sett
L’ambasciatore profumato della primavera
Se ti viene l’acquolina quando cammini per il bosco perché profuma di bruschette...
Cucinare con Fooby
1 mese
Che acidità
Durante la pandemia in molti hanno iniziato a fare il pane in casa, ­soprattutto con la pasta madre.
Cucinare con Fooby
1 mese
Bevande esotiche
Senza gli squisiti prodotti esotici le nostre bevande calde sarebbero estremamente noiose: prima che i colonialisti...
Cucinare con Fooby
1 mese
Radice prodigio
Lo zenzero non è soltanto un chiodo fisso della cucina asiatica, bensì anche una panacea per la salute da millenni.
CUCINARE CON FOOBY
2 mesi
Stai ancora cercando il menu ideale per il giorno di San Valentino?
Prepara con magica dedizione una pietanza che non sia solo ­squisita, ma che dia anche slancio alla libido.
Cucinare con Fooby
2 mesi
È ancora capodanno
Venerdì 12 febbraio la Cina lascerà l’anno del Topo e a suon di won ton accoglierà l’anno del Bue!
Cucinare con Fooby
2 mesi
Un tocco esotico
Se già non è possibile viaggiare in posti lontani, bisogna almeno ­portare qualcosa di esotico in tavola
Cucinare con Fooby
2 mesi
Tutti fusi
Di fondue, raclette e altre svizzerissime abitudini: diverbi attorno al tavolo della convivialità.
Cucinare con Fooby
3 mesi
Un brivido caldo
Calda, densa e decorata con deliziosi ingredienti aggiuntivi: la zuppa è un pasto molto spesso sottovalutato.
Cucinare con Fooby
3 mesi
Prova vegan
Novembre, dicembre, Veganuary, febbraio è il calendario di alcune persone...
Cucinare con Fooby
3 mesi
Apéro ristretto
Anche se a Natale cibo, vino e compagnia non mancano, di solito le settimane che lo precedono sono pure più goliardiche.
Cucinare con Fooby
4 mesi
Pregustare il Natale
Bussola per i re magi, decorazione natalizia o addobbo per l’alberello: la stella è un simbolo immancabile dell’Avvento.
Cucinare con Fooby
4 mesi
San Nicolao ti aspettiamo!
È una tradizione svizzero-tedesca, ma apprezzata anche dalle nostre parti: il Grittibänz, l’ometto di pasta...
Cucinare con fooby
05.03.2021 - 08:180

I gambi verdi dalle mille vitamine

Chi pensa che il porro sia un ortaggio di poco conto si ­sbaglia, perché in realtà ha molte virtù

...nonostante in ­alcuni ambiti il suo nome sia usato anche come offesa.

 

Sapore
Il porro ha un sapore aromatico ma al contempo delicato. Dall’appartenenza alla famiglia degli ortaggi a bulbo ha ereditato pure una nota piccante. Ma non tutti i porri sono uguali: il porro estivo è più raffinato, mentre il porro invernale ha un sapore più intenso.

Modi di dire
Da una decina d’anni a questa parte il porro si trova anche fuori dalle cucine: giovani e rapper germanofoni utilizzano volentieri il suo nome come un insulto. All’inizio lo rivolgevano a uomini esili e poco muscolosi, nel frattempo invece vi ricorrono in generale per offendere persone ritenute inferiori. 

Stagione
Chi ha a cuore l’ambiente ­dovrebbe acquistare frutta e verdura stagionali. La relativa tabella del WWF è uno degli strumenti che indica quali frutti e ortaggi si dovrebbero comprare durante le varie ­stagioni. Il porro non andrebbe acquistato dalla metà di maggio fino alla fine di giugno.

Pulizia
A un porro pulito basta togliere le foglie esterne del ­fusto e lavarlo. Se invece si è insinuata terra tra le foglie è meglio inciderlo orizzontalmente fino a poco prima del bulbo. Così sarà possibile schiuderlo sotto l’acqua e pulirlo. In seguito si può tagliare in semi rondelle.

Se preferisci rondelle intere, puoi anche tagliare il fusto prima e poi lavare le rondelle, utilizzando per esempio uno scolapasta. 

Abbinamenti
Il porro trova il suo utilizzo più classico in zuppe e stufati. È molto amato anche come contorno con un po’ di panna. Si presta altresì molto bene per i soufflè, in particolare se abbinato a formaggio, prosciutto o speck. Anche il pesce azzurro trova un complemento ideale nel porro, che ne esalta il sapore con le sue note aromatiche. 

Proprietà
Il porro fornisce 30 chilocalorie per 100 grammi e contemporaneamente molte sostanze nutritive.
È infatti ricco del prezioso acido folico, spesso scarso nella dieta degli svizzeri, nonché di vitamina K. È inoltre una fonte di ­vitamina C e B6.

Radici
Il primo riferimento scritto al porro, ­rinvenuto in Egitto, risale circa al 3.200 avanti Cristo. Dai reperti archeologici si evince tuttavia che veniva consumato già molto tempo prima. La sua provenienza originaria è difficile da determinare. ­Verosimilmente, il bacino mediterraneo o la Gran Bretagna sono la sua patria. 


Fooby

 

PORRI STUFATI E QUINOA

Per 4 persone, ci vogliono

  • 3 porri (ca. 250  g l’uno), con la radice dimezzata sulla lunghezza

  • olio d’oliva  per arrostire

  • ½ c.no sale

  • un po’ di pepe

  • 1 dl vino bianco

  • ½ dl brodo di verdura

  • 1 c. olio d’oliva

  • 200 g quinoa

  • 4 dl acqua

  • ½ c.no sale

  • 1 pacchetto verdura a dadini (per es. brunoise, 70  g)

  • 3 c. aceto di vino bianco

  • 2 c. olio d’oliva

  • 1 c. senape a grani interi

  • 2 rametti dragoncello, le foglioline spezzettate

  • 40 g nocciole, tritate grossolanamente


ECCO COME FARE

  1. Rosolare i porri: dimezzare i porri sulla larghezza e legare le estremità con lo spago da cucina. Scaldare un filo d’olio in una ­rostiera. Rosolare i porri poco alla volta su entrambi i lati per ca. 2  min., togliere dal fuoco e condire.

  2. Brasare: mettere di nuovo i porri nella rostiera, quindi bagnare con il vino e il brodo. Coprire e stufare il tutto per ca. 30  min. a fuoco medio. 

  3. Quinoa: scaldare l’olio in una pentola e rosolare brevemente la quinoa. Bagnare con l’acqua, salare, portare a bollore, quindi coprire e cuocere a fuoco basso per ca. 20  minuti. Unire la verdura a dadini.

  4. Vinaigrette: impiattare i porri e la quinoa. Mescolare la senape con l’aceto, l’olio e il fondo di cottura dello stufato, quindi condire. Condire il tutto con la vinaigrette, quindi cospargere con il dragoncello e le nocciole.

Questa e altre ricette su fooby.ch

Questo contributo è un paid post del nostro cliente. I paid post sono quindi pubblicità e non contenuto redazionale.

Con FOOBY, la piattaforma culinaria di Coop, vogliamo condividere con te il fantastico mondo della cucina, del mangiare e dei piaceri della tavola. Non importa se cucini per passione o se pensi di essere una schiappa tra i fornelli: qui trovi un’infinità di ricette (ben organizzate in categorie), know how sul cibo, istruzioni di cottura, video esplicativi e ispirazioni à gogo. In più, molte storie appassionanti che raccontano di persone che amano il cibo così come lo amiamo noi.
Prenditi il tempo per guardarti attorno e scopri l’appetitoso mondo di FOOBY.

Fooby
Ingrandisci l'immagine

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-04-15 13:02:36 | 91.208.130.85