Segnala alla redazione
ULTIME NOTIZIE Cucinare con Fooby
CUCINARE CON FOOBY
1 sett
Festeggiamo insieme: little FOOBY è arrivato!
La rubrica pensata per cucinare insieme ai bambini
CUCINARE CON FOOBY
3 sett
Benessere alla giapponese
Piccoli piatti dalle mille varianti, bevande raffinate e atmosfera rilassata sono il segreto del successo delle «izakaya
CUCINARE CON FOOBY
1 mese
L’irresistibile frutto degli dei
Di colore rosso brillante, meravigliosamente rinfrescanti e così versatili: ci sono mille motivi che giustificano la fatica di estrarre i semi della m
CUCINARE CON FOOBY
1 mese
Sua maestà la salsiccia
La Svizzera è la terra delle salsicce. Sul cervelat esiste addirittura un libro.
CUCINARE CON FOOBY
1 mese
2642 pagine e tutte sul pane
«Modernist Bread» è disponibile ora anche in tedesco e francese. È un lavoro di proporzioni impressionanti in cui nessuna domanda resta senza risposta
CUCINARE CON FOOBY
1 mese
I migliori ristoranti per gli amanti della neve
Chi ha detto che durante le giornate sulle piste i pasti devono servire solo a darci energia sufficiente per continuare? Oggi vi presentiamo i miglior
CUCINARE CON FOOBY
1 mese
Dieci chef di fama mondiale in Engadina
È uno degli eventi gastronomici più conosciuti dell’arco alpino e quest’anno saranno presentate prelibatezze da Thailandia, India, Danimarca e Sudamerica.
CUCINARE CON FOOBY
2 mesi
I migliori foodblog svizzeri
Internet è una vera e propria miniera d’oro anche per i buongustai. Oggi vi presentiamo cinque dei migliori blog gastronomici svizzeri.
CUCINARE CON FOOBY
2 mesi
La bibbia della cucina autentica
Grazie alla guida ai ristoranti e agli acquisti «Aufgegabelt», i buongustai possono scoprire tutti quei posticini che offrono piatti deliziosi senza mettere a rischio le finanze.
CUCINARE CON FOOBY
2 mesi
Felicità culinaria da gustare col cucchiaio
Le minestre fatte in casa sono pasti sostanziosi che scaldano la pancia e il cuore. Ecco le nostre ricette top per le giornate fredde.
CUCINARE CON FOOBY
2 mesi
Panatura da professionisti
Grazie ai nostri consigli, il vostro cordon bleu e le vostre wiener schnitzel saranno perfettamente dorati e croccanti.
CUCINARE CON FOOBY
04.10.2019 - 08:000

Il frutto autunnale adatto a ogni occasione

L’uva si sposa bene sia con i sapori dolci che con quelli salati. Dai semi pressati si ottiene inoltre un ottimo olio

L’uva è una delle piante coltivate più antiche della storia dell‘umanità. Egizi, babilonesi e indiani la coltivavano già nel 3500 a.C. Grazie ai romani, questa messaggera dell’autunno è poi arrivata anche in Europa. Esistono in totale circa 16 000 varietà di vite di cui circa 1000 sono impiegate per la viticoltura. Ormai da molto tempo abbiamo imparato che dall’uva non si ottengono solamente succo, mosto (succo d’uva fermentato), vino, grappa o aceto. Questo frutto è anche un prezioso ingrediente in cucina. L’uva si presta bene per guarnire i piatti di formaggio, per arricchire le salse che accompagnano la selvaggina o la carne in generale, nelle insalate autunnali guarnite con noci e per i dessert. Tra i classici dessert troviamo il clafoutis all’uva (cfr. ricetta), un dolce di origine francese dalla consistenza spumosa a metà tra torta e sformato. L’uva fresca si riconosce dagli acini sodi e dalla buccia intatta. Se non è più fresca, il punto dove l’acino è attaccato al picciolo comincia a macchiarsi di marrone. Sul mercato si trovano oggigiorno anche varietà di uva che non contengono semi. La buccia è commestibile in tutte le varietà.

La stagione dell’uva dura in Svizzera da inizio settembre a fine ottobre. Al contrario di molti altri frutti, l’uva non continua a maturare dopo il raccolto. Dovrebbe essere in ogni caso conservata in frigorifero e consumata entro una settimana. L’uva da tavola rivela tutta il suo sapore a temperatura ambiente: meglio quindi toglierla dal frigorifero una ventina di minuti prima di mangiarla. Il ventaglio di sapori offerto dalle molte varietà di uva è naturalmente molto ampio. L’uva Muscat bleu è particolarmente aromatica. È stata coltivata per la prima volta nel Canton Ginevra negli anni ’30 dal viticoltore Charles Garnier. L’uva americana, coltivata soprattutto in Ticino, ha un sapore ancora più deciso che ricorda le bacche mature. Dalla vinaccia, i resti della pressatura dell’uva, è possibile distillare una grappa squisita. L’uva passa, o sultanina, è uno degli ingredienti più sfiziosi di qualsiasi müesli ma può dare un tocco speciale anche all’insalata di riso. Nonostante alcuni trovino che i semi dell’uva abbiano un cattivo sapore, questi hanno un valore da non sottovalutare: da essi è possibile ottenere un olio eccezionale. L’olio di semi d’uva è perfetto come base per la vinaigrette e grazie al suo elevato punto di fumo (circa 200°C) è ottimo anche per arrostire. 

Ricetta: Clafoutis all'uva

Questo contributo è un paid post del nostro cliente. I paid post sono quindi pubblicità e non contenuto redazionale.

Con FOOBY, la piattaforma culinaria di Coop, vogliamo condividere con te il fantastico mondo della cucina, del mangiare e dei piaceri della tavola. Non importa se cucini per passione o se pensi di essere una schiappa tra i fornelli: qui trovi un’infinità di ricette (ben organizzate in categorie), know how sul cibo, istruzioni di cottura, video esplicativi e ispirazioni à gogo. In più, molte storie appassionanti che raccontano di persone che amano il cibo così come lo amiamo noi.
Prenditi il tempo per guardarti attorno e scopri l’appetitoso mondo di FOOBY.

Ingrandisci l'immagine
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-03-30 22:52:43 | 91.208.130.85