Segnala alla redazione
ULTIME NOTIZIE Cucinare con Fooby
CUCINARE CON FOOBY
4 gior
Come diventare un mago dei biscotti
Ecco alcuni semplici trucchi per realizzare dei biscotti di Natale deliziosi.
CUCINARE CON FOOBY
1 sett
«Tutti possono preparare la propria pasta fatta in casa»
I libri di Claudio Del Principe sono un must per gli appassionati della cucina italiana. L’ultimo volume è dedicato a tutto quello che c’è da sapere sulla pasta.
CUCINARE CON FOOBY
2 sett
L’oro giallo in cucina
Il limone gioca un ruolo importante sia nei piatti dolci che in quelli salati. Da molto tempo ormai il limone non è solo aspro
CUCINARE CON FOOBY
3 sett
Un goccio d’aceto rende tutto più buono
L’aceto fa parte degli elementi più sottovalutati della nostra cucina. Tuttavia, sempre più chef e buongustai vengono conquistati dal sapore fresco e aspro di questo versatile ingrediente.
CUCINARE CON FOOBY
1 mese
I molti volti del caffè
Come si produce e perché ormai il caffè non si abbina più solo con i dolci.
CUCINARE CON FOOBY
1 mese
È lei a preparare i migliori cocktail del mondo
Bannie Kang di Singapore ha vinto a Glasgow la finale della Diageo World Class.
CUCINARE CON FOOBY
1 mese
Una trasformista dal dolce aroma nocciolato
La zucca è perfetta con curry e melograno ma anche con amaretti e zenzero.
CUCINARE CON FOOBY
1 mese
La magia dello Za‘tar, del cumino e della tahina
Grazie a questi semplici consigli potrai portare a casa tua i sapori dell’oriente, direttamente nel tuo piatto
CUCINARE CON FOOBY
2 mesi
Passo dopo passo verso il pane perfetto
Il pane fatto in casa è il trend del momento. Ecco qualche consiglio per un successo garantito.
CUCINARE CON FOOBY
2 mesi
Il frutto autunnale adatto a ogni occasione
L’uva si sposa bene sia con i sapori dolci che con quelli salati. Dai semi pressati si ottiene inoltre un ottimo olio
CUCINARE CON FOOBY
2 mesi
La rivoluzione dei mocktail
Finita l’estate, voglia di una vita più sana, ma senza rinunciare agli aperitivi? Ecco come!
CUCINARE CON FOOBY
27.09.2019 - 10:170

Pronti, partenza, funghi!

L’autunno è la stagione della raccolta dei funghi. Ecco qualche consiglio per capire quali sono i migliori porcini, gallinacci e trombette dei morti

Al contrario degli champignons de Paris o degli Shiitake, i funghi selvatici, dal gusto così intenso, non possono essere coltivati. Si trovano solo nei boschi in periodi ben precisi e sono quindi molto ricercati. Alle nostre latitudini, i porcini crescono tra luglio e ottobre mentre i gallinacci tra giugno e settembre. La stagione delle spugnole comincia invece tra fine marzo e inizio aprile e dura fino alla fine di maggio.

I porcini devono essere salati con parsimonia poiché il sale può alterarne il tipico aroma di noce. A proposito di sale, c’è una regola che vale per tutti i tipi di funghi: vanno salati solo all’ultimo momento. Questo evita che si induriscano. Con i porcini si preparano risotti e grigliate, possono essere saltati velocemente e marinati, cotti al forno oppure utilizzati per preparare una deliziosa salsa a base di panna per la pasta. I funghi sono ottimi anche come contorno per la selvaggina, dalla tenera sella di capriolo al saporito ragù di cervo. Questo vale naturalmente anche per i gallinacci che si possono utilizzare con altrettanto successo per insaporire pasta e risotti. 

È possibile conservare i funghi freschi per due o tre giorni nel cassetto delle verdure del frigorifero preferibilmente avvolti in un panno umido. Essiccati, possono essere conservati per circa un mese. I funghi secchi sono particolarmente indicati per le salse. Anche gli chef li preferiscono talvolta ai funghi freschi. Le trombette dei morti o corni dell’abbondanza, di colore quasi nero, sono una delle specie più apprezzate per le salse. Si trovano facilmente già essiccati nei negozi. I porcini e i gallinacci sott’olio o sott’aceto rappresentano un magnifico antipasto autunnale con formaggio, paté o carne secca e qualche acino d’uva.

Se volete congelare i funghi freschi (che in questo modo si conservano fino a sei mesi), occorre prima scottarli. Al momento dell’acquisto, è importante assicurarsi che siano ben sodi e che il profumo sia fresco. Invece di lavarli sotto l’acqua, è meglio piuttosto spazzolarli con un pennellino o un panno. È assolutamente vietato lasciarli immersi nell’acqua. I funghi la assorbono molto velocemente e perdono tutto il loro sapore. I funghi selvatici non devono mai essere consumati crudi poiché è possibile che all’interno si nascondano le uova di un verme parassita detto tenia. Ma niente panico: la cottura le uccide completamente. Non c’è quindi nessun ostacolo che si frapponga tra voi e una scorpacciata di funghi.

 

Ricetta: tagliatelle ai funghi con salvia e noci

Questo contributo è un paid post del nostro cliente. I paid post sono quindi pubblicità e non contenuto redazionale.

Con FOOBY, la piattaforma culinaria di Coop, vogliamo condividere con te il fantastico mondo della cucina, del mangiare e dei piaceri della tavola. Non importa se cucini per passione o se pensi di essere una schiappa tra i fornelli: qui trovi un’infinità di ricette (ben organizzate in categorie), know how sul cibo, istruzioni di cottura, video esplicativi e ispirazioni à gogo. In più, molte storie appassionanti che raccontano di persone che amano il cibo così come lo amiamo noi.
Prenditi il tempo per guardarti attorno e scopri l’appetitoso mondo di FOOBY.

Ingrandisci l'immagine
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-10 16:33:53 | 91.208.130.86