mobile report Segnala alla redazione
CUCINARE CON FOOBY
23.11.2018 - 00:000

Soulfood per le giornate invernali

I piatti della 'Metzgete' (la 'mazza' del maiale) sono una tradizione antichissima in Svizzera e ora, grazie al movimento Nose-to-Tail vivono una seconda giovinezza.

 

Agli amanti dei piatti sostanziosi la parola “Metzgete” fa subito venire l’acquolina in bocca. Sanguinacci, salsicce di fegato, codino, musetto, fegatini, piedini sono la vera e propria star di questa tradizione svizzera nonché un segnale certo che l’inverno è alle porte.

Una volta i contadini non potevano permettersi di accudire tutti i maiali durante la stagione fredda. Alcuni di essi venivano quindi macellati alla fine dell’autunno. Lo scopo finale era di utilizzare tutte le parti del maiale. Quelle parti che non potevano essere conservate a lungo finivano immancabilmente in tavola dando vita a un vero e proprio banchetto con innumerevoli tipi di piatti di carne. Nella Svizzera tedesca, oltre alla carne venivano naturalmente serviti i giusti contorni: crauti, patate bollite e rösti, purea di mele e salsa di cipolle.

Negli ultimi anni i piatti della “Metzgete” sono tornati alla ribalta nelle città e tra i giovani. Questa tradizione rappresenta in modo esemplare la sostenibilità del consumo di carne, spiega Fergus Henderson nel suo bestseller «Nose to Tail». Da qualche tempo una serie di ristoranti interpreta questo tema in maniera decisamente creativa: ad esempio la Ziegelhütte di Zurigo i cui chef preparano un’insalata asiatica a base di orecchiette di maiale, porro, scarola, zenzero, coriandolo, menta e succo di limetta. Musetto, orecchiette e co. possono naturalmente essere cucinati con creatività anche a casa.

La tradizione della “Metzgete”, oltre che nella Svizzera tedesca, è diffusa anche in Romandia. Nella Svizzera francese è famosa ad esempio la Fête du cochon di St-Martin nel Giura che riunisce molti appassionati e permette di gustare piatti che vanno dal brodo al sanguinaccio fino all’arrosto. In Ticino, gli appassionati dovrebbero segnarsi sul calendario il 27 e il 28 novembre: proprio in quelle date si terrà la rinomata “mazza” al Grotto al Capon a Brione sopra Minusio.

Ricetta: Praliné di sanguinaccio con crauti alla panna

Questo contributo è un paid post del nostro cliente. I paid post sono quindi pubblicità e non contenuto redazionale.

Con FOOBY, la piattaforma culinaria di Coop, vogliamo condividere con te il fantastico mondo della cucina, del mangiare e dei piaceri della tavola. Non importa se cucini per passione o se pensi di essere una schiappa tra i fornelli: qui trovi un’infinità di ricette (ben organizzate in categorie), know how sul cibo, istruzioni di cottura, video esplicativi e ispirazioni à gogo. In più, molte storie appassionanti che raccontano di persone che amano il cibo così come lo amiamo noi.
Prenditi il tempo per guardarti attorno e scopri l’appetitoso mondo di FOOBY.

Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2018-12-13 17:21:25 | 91.208.130.87