Segnala alla redazione
ULTIME NOTIZIE Cucinare con Fooby
CUCINARE CON FOOBY
1 gior
È la crosta a fare la differenza!
Bastano pochi semplici trucchi per rendere il tuo gratinato un piatto adatto alle grandi occasioni.
CUCINARE CON FOOBY
1 sett
Come diventare un mago dei biscotti
Ecco alcuni semplici trucchi per realizzare dei biscotti di Natale deliziosi.
CUCINARE CON FOOBY
2 sett
«Tutti possono preparare la propria pasta fatta in casa»
I libri di Claudio Del Principe sono un must per gli appassionati della cucina italiana. L’ultimo volume è dedicato a tutto quello che c’è da sapere sulla pasta.
CUCINARE CON FOOBY
3 sett
L’oro giallo in cucina
Il limone gioca un ruolo importante sia nei piatti dolci che in quelli salati. Da molto tempo ormai il limone non è solo aspro
CUCINARE CON FOOBY
4 sett
Un goccio d’aceto rende tutto più buono
L’aceto fa parte degli elementi più sottovalutati della nostra cucina. Tuttavia, sempre più chef e buongustai vengono conquistati dal sapore fresco e aspro di questo versatile ingrediente.
CUCINARE CON FOOBY
1 mese
I molti volti del caffè
Come si produce e perché ormai il caffè non si abbina più solo con i dolci.
CUCINARE CON FOOBY
1 mese
È lei a preparare i migliori cocktail del mondo
Bannie Kang di Singapore ha vinto a Glasgow la finale della Diageo World Class.
CUCINARE CON FOOBY
1 mese
Una trasformista dal dolce aroma nocciolato
La zucca è perfetta con curry e melograno ma anche con amaretti e zenzero.
CUCINARE CON FOOBY
1 mese
La magia dello Za‘tar, del cumino e della tahina
Grazie a questi semplici consigli potrai portare a casa tua i sapori dell’oriente, direttamente nel tuo piatto
CUCINARE CON FOOBY
2 mesi
Passo dopo passo verso il pane perfetto
Il pane fatto in casa è il trend del momento. Ecco qualche consiglio per un successo garantito.
CUCINARE CON FOOBY
2 mesi
Il frutto autunnale adatto a ogni occasione
L’uva si sposa bene sia con i sapori dolci che con quelli salati. Dai semi pressati si ottiene inoltre un ottimo olio
CUCINARE CON FOOBY
17.08.2018 - 00:000

Tentazione color viola

In agosto comincia la stagione della superstar della frutta col nocciolo. Le prugne mature sono dolci e succose: perfette per uno spuntino estivo.

In tutto il mondo esistono quasi duemila varietà di prugne. In Svizzera tuttavia una specie è particolarmente conosciuta e apprezzata: la prugna Fellenberg. Questa varietà proviene dall’Italia e per questo è detta anche Prugna d’Italia o, in francese, Quetsche d’Italie. Secondo la tradizione, il nome tedesco “Fellenberg” è dovuto a uno scaltro commerciante, uno svizzero di nome Fellenberg, che si dice abbia portato per la prima volta queste prugne oltre le Alpi nella Svizzera tedesca. Oggigiorno questa varietà è diffusa principalmente nei Cantoni di Turgovia, St. Gallo, Vallese, Vaud, Ginevra e Berna.

Le prugne più saporite arrivano dai frutteti della propria regione. La frutta che deve sopportare tempi di trasporto più brevi può essere raccolta più tardi e restare più a lungo a maturare sull’albero. In questo modo, le prugne possono sviluppare interamente il loro aroma che addolcirà le nostre giornate fino ai primi mesi d’autunno. Le prugne mature si riconoscono dal colore inteso e dalla buccia lucida e soda. Se la patina bianca vellutata è intatta, significa che le prugne sono state trattate in modo particolarmente delicato e possono essere conservate più a lungo. La patina scompare quando si lava la frutta.

Il modo perfetto per mangiare le prugne è coglierle direttamente dall’albero e mangiarle a piedi nudi seduti sul prato. Tuttavia, le prugne appena acquistate al supermercato hanno comunque un sapore fantastico: sono perfette a colazione, come spuntino tra i pasti e anche come dessert. Sono inoltre particolarmente adatte per le torte. La polpa contiene poca acqua ed è facile estrarre il nocciolo: le condizioni ideali per la preparazione di crostate o crumble. Preparando composte o marmellate, è possibile gustare le prugne anche in inverno sul pane, con un gelato alla panna acida o per esempio in un soufflé al quark.

La prugna è una sottospecie della susina che appartiene alla famiglia delle Rosacee. Gli alberi sono alti da sei a dieci metri e sui rami più vecchi crescono spine lunghe fino a 5 centimetri: un lascito dei primi pruni. Nonostante prugne e susine si assomiglino per gusto, sono molto facili da distinguere. Le susine sono rotonde e morbide e di colore rossastro. Le prugne al contrario hanno una forma ovale e una buccia liscia senza la scanalatura tipica delle susine.

Qui trovi la ricetta delle crostatine di prugne

Questo contributo è un paid post del nostro cliente. I paid post sono quindi pubblicità e non contenuto redazionale.

Con FOOBY, la piattaforma culinaria di Coop, vogliamo condividere con te il fantastico mondo della cucina, del mangiare e dei piaceri della tavola. Non importa se cucini per passione o se pensi di essere una schiappa tra i fornelli: qui trovi un’infinità di ricette (ben organizzate in categorie), know how sul cibo, istruzioni di cottura, video esplicativi e ispirazioni à gogo. In più, molte storie appassionanti che raccontano di persone che amano il cibo così come lo amiamo noi.
Prenditi il tempo per guardarti attorno e scopri l’appetitoso mondo di FOOBY.

Guarda le 2 immagini
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-15 01:55:42 | 91.208.130.86