Cerca e trova immobili

TI.MAMMEBambini ed asma: convivenza possibile

10.04.22 - 08:00
Cause, sintomi e cure di una malattia che colpisce ad ogni età
Deposit
Bambini ed asma: convivenza possibile
Cause, sintomi e cure di una malattia che colpisce ad ogni età

Tra le sindromi respiratorie più note, l’asma è una delle più comuni, caratterizzata dalla necessità di una gestione continua. I suoi sintomi si profilano sin dall’infanzia, ma la malattia può insorgere a qualsiasi età e, sebbene non esista modo di curarla definitivamente, può essere tenuta agevolmente sotto controllo. Tosse continua che si manifesta soprattutto durante la notte, mentre si svolge esercizio fisico, si piange o si ride, e ancora: respirazione rapida, oppressione al petto, respiro sibilante, fiato corto e debolezza sono i sintomi più comuni ai quali possono aggiungersi altri segnali diversi da soggetto a soggetto e persino non costanti. Anche il semplice sospetto di una sofferenza da asma deve essere, ovviamente, segnalata al pediatra, soprattutto in presenza di frequenti infezioni respiratorie, allergie nasali come la febbre da fieno, eruzioni cutanee allergiche, ereditarietà familiare, esposizione al fumo passivo. Sarà il medico a valutare il livello di gravità dell’asma e predisporrà un piano di cura per il bambino comprendente indicazioni per l’assunzione dei farmaci prescritti, per le cure di emergenza e per i casi di peggioramento.

Ogni incertezza in merito al piano di azione per l’asma deve essere chiarita ponendo tutte le domande necessarie per evitare problemi al momento di necessità, visto che esso è indispensabile per controllare la malattia e gli episodi più seri. Una copia del piano di azione dovrà essere fornita anche agli adulti di riferimento degli ambienti frequentati dal piccolo e quindi, nonni, insegnanti, allenatori. Insieme al piano stilato dal medico, sarà importante evitare, o almeno limitare, l’esposizione del piccolo ai possibili fattori scatenanti del problema. Per i bambini asmatici possono essere scatenanti del problema il pelo degli animali domestici, acari, muffe vernici e odori intensi, inquinamento, pollini, alimenti che possono causare allergie e le infezioni delle vie aeree. Per controllare l’asma può essere utile cambiare alcuni aspetti dello stile di vita del paziente a cominciare dall’esposizione al fumo passivo e la sedentarietà. Per praticare sport sarà necessario effettuare una pre-medicazione utilizzando un broncodilatatore che consentirà di controllare l’ostruzione derivante dall’attività fisica. Pur essendo una malattia a tutti gli effetti, l’asma può essere controllata adeguatamente e consentire uno stile di vita normale, adottando le precauzioni necessarie, utili a scongiurare episodi importanti.

TMT (ti.mamme team)

Seguici anche su Facebook e Instagram

 

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.