Immobili
Veicoli

MONTE CARASSOTorna Festa in Valle, e festeggia i dieci anni con due serate

06.07.22 - 19:00
L'Openair accoglierà numerosi artisti da venerdì a sabato. Il weekend sarà animato da Yari Copt
Festa in valle
Torna Festa in Valle, e festeggia i dieci anni con due serate
L'Openair accoglierà numerosi artisti da venerdì a sabato. Il weekend sarà animato da Yari Copt

MONTE CARASSO - Un ritrovo tra amici che diventa un Openair. I prossimi venerdì 8 e sabato 9 avrà luogo la Festa in Valle a Monte Carasso. Nella sua decima edizione, il festival accoglierà numerosi artisti, provenienti da Ticino, Svizzera e dalla vicina Italia.

La line up è ricchissima. La prima sera i festeggiamenti inizieranno alle 19 e si concluderanno alle due del mattino. La sera dopo, l'ora di inizio è segnata sempre per l'aperitivo, ma si andrà avanti a ballare fino alle tre del giorno dopo. A fare da contorno agli artisti, sono previste tre postazioni bar e cena adatta a onnivori, vegetariani e vegani. Inoltre, sarà possibile restare a dormire in una piccola area camping. Gli organizzatori tengono a precisare che per l'opzione campeggio vale la regola «chi prima arriva, meglio alloggia».

Ad animare entrambe le serate ci sarà Yari Copt che, gli organizzatori promettono, «vi farà impazzire». Venerdì si esibiranno anche gli "Inna Cantina" che si distinguono per musica Reggae, Pop d'Autore e Afro-beat. Seguirà Valentino Vivace, la cui musica è caratterizzata da «canzoni ballabili e ispirate all’era dell’italo disco, e canzoni oniriche e fluttuanti cariche di nostalgia».

Sabato faranno da apripista i "Vintage Violence", una rock band italiana attiva da 20 anni. Restando su note sostenute, seguiranno gli "Annie Taylor", un gruppo che «si perde letteralmente nelle sue canzoni e le suona con una tale energia e dedizione che è un vero piacere guardarli». Chiuderanno la serata i "Veeblefetzer", «una band unica e spontanea, artistica al cento per cento, fascinosa e focosa come sanno esserlo i poeti e gli artisti di strada». L'evento finirà quindi su note a tratti balcaniche e gitane, piene di gioie e di tristezze.

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE AGENDA