Tipress (archivio)
CANTONE
14.08.2019 - 11:190

Il Sindacato VPOD chiede di discutere i problemi dei docenti

Sul tavolo temi quali una migliore conciliazione famiglia-lavoro e una migliore integrazione degli allievi

LUGANO - Nelle scorse settimane il Sindacato VPOD docenti Ticino ha chiesto al direttore del Dipartimento educazione cultura e sport (DECS) di affrontare una serie di temi nel tavolo di discussione per i problemi dei docenti.

Il Sindacato ha rivendicato alcuni miglioramenti in questo ambito, segnatamente:

  • indicazione di non rifare il colloquio di assunzione (lezione di prova) presso la scuola dopo il congedo non pagato maternità, se la docente è incaricata;
  • facilitazione delle possibilità di rientro durante l’anno scolastico per le docenti in congedo maternità non pagato;
  • facilitazione del godimento del congedo paternità da parte dei docenti, concedendolo sulla base del termine della nascita del figlio;
  • introduzione della codirezione nelle scuole, in modo da rendere accessibile la funzione ai docenti con oneri famigliari.

Il Sindacato ha anche chiesto l’inserimento dei docenti di lingua e integrazione cantonali nell’équipe del servizio di sostegno pedagogico e il miglioramento del Regolamento sui corsi di lingua e integrazione, in modo da rispondere meglio ai bisogni degli allievi.

Inoltre ha chiesto al DECS di poter discutere al più presto la situazione del nuovo piano lezioni nei licei, che è stato oggetto di numerose prese di posizioni critiche da parte dei docenti.

Il Sindacato infine esaminerà attentamente le misure di miglioramento della scuola media e delle scuole comunali, che sono state preannunciate dal Consiglio di Stato durante l’estate.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-08-25 02:52:22 | 91.208.130.86