Archivio Depositphotos (immagine illustrativa)
GRIGIONI
22.04.2021 - 15:150

Nei Grigioni si testano gli eventi sicuri

Controlli incrociati dei risultati dei test e l'identità delle persone: un esperimento col sistema Covent

COIRA - Il Governo retico sostiene un progetto pilota del settore privato che mira allo svolgimento di eventi sicuri in tempo di Covid-19. Grazie a controlli incrociati fra i risultati dei test con l'identità delle persone testate si scopriranno eventuali falsificazioni.

Il sistema Covent è ancora in fase di sviluppo e ha lo scopo di garantire che nessuna persona infettata dal coronavirus partecipi agli eventi. Il Cantone dei Grigioni, per voce del responsabile dello stato maggiore di crisi Martin Bühler, comunica oggi che intende sostenere questo progetto, in particolare per quanto riguarda le condizioni quadro. Il progetto Covent è puramente privato, ma il Cantone è pronto a metterlo in prova.

La pianificazione del primo test è pronta e concreta. Sarà sperimentato nel mese di maggio in occasione di un'assemblea comunale che ospiterà fino a 300 persone. Bühler ha spiegato che da parte del Cantone dei Grigioni sono già state prese tutte le decisioni necessarie. Tuttavia, gli ulteriori passi nell'implementazione di Covent dipenderanno dalle disposizioni federali Covid.

Il sistema di controllo Covent sarà poi utilizzato prima della fine di maggio durante un evento pilota di tre giorni con 1'000 persone. Seguiranno altri eventi in giugno, mentre in luglio è prevista una collaborazione con il Festival da Jazz, della durata di tre settimane in Alta Engadina.

Intanto il progetto non è ancora stato approvato dalla Confederazione. «Ma vogliamo che il sistema sia pronto non appena scatterà la prossima fase di apertura», ha detto Ivo Frei, responsabile del progetto Covent. La Svizzera dovrebbe quindi disporre di una soluzione anche per gli eventi con decine di migliaia di persone. Il software, sotto forma di un'applicazione web, dovrebbe essere operativo dal 3 maggio.

Ecco come funziona - Dietro al progetto c'è l'agenzia grigionese Skipp Communications e la filiale svizzera dell'azienda medica germanica Dräger di Lubecca. Il sistema di test è basato sul test rapido Corona e viene sviluppato e finanziato nei Grigioni direttamente dalla Dräger.

L'idea che sta alla base è quella di rendere disponibili e in modo rapido i risultati dei test Covid-19 che vengono collegati automaticamente con le identità della persona testata in modo che possa essere evitata la falsificazione.

I potenziali partecipanti all'evento devono prima di tutto registrarsi sulla piattaforma Covent con la loro carta d'identità o il passaporto e successivamente procedere al test rapido in un centro Covent convenzionato con una farmacia oppure, se predisposto, anche sul luogo dell'evento stesso.

Durante il test, l'identità della persona viene controllata nuovamente. Dopo mezz'ora, il risultato è disponibile e trasmesso sul cellulare, che viene mostrato all'entrata dell'evento, dove subirà un ultimo confronto con l'identità della persona grazie a un'apposita scansione.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-25 09:04:18 | 91.208.130.89