SRF (foto d'archivio)
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
34 min
Il telelavoro rende obsoleto l'abbonamento per i mezzi pubblici
Per molti impiegati il rientro in ufficio sarà parziale. Varrà ancora la pena acquistare un titolo mensile o annuale?
SVIZZERA
2 ore
I giovani non si vaccinano: «È colpa dell'Ufficio federale della sanità»
Critiche piovono all'indirizzo dell'UFSP da parte di alcuni esperti: «La comunicazione versi i giovani va migliorata»
SAN GALLO
6 ore
58enne muore investita da un rimorchio agricolo
Un drammatico e sfortunato incidente ha avuto luogo a Rorschach
SVIZZERA
6 ore
Quasi 3000 casi di effetti indesiderati a causa del vaccino
Si tratta essenzialmente di casi definiti "non seri". Le persone colpite superavano i 60 anni.
FRIBURGO
8 ore
Protesta contro il Black Friday, attivisti condannati
I fatti risalgono al 29 novembre 2020. Gli avvocati intendono fare ricorso
SVIZZERA
8 ore
La Svizzera punta ancora di più sull'energia rinnovabile
Il Consiglio federale adotta il messaggio sulla legge federale per un approvvigionamento elettrico sicuro
SVIZZERA
9 ore
In Svizzera sempre meno contagi: 173 nelle ultime ventiquattro ore
Sono stati effettuati 26'573 test Covid, con un tasso di positività dello 0,7%
SVIZZERA
10 ore
Indennità per altri sei mesi
Il Consiglio federale ha deciso di prorogare fino al 31 dicembre il diritto all'Ipg
SVIZZERA
10 ore
«La Svizzera è il paese più ipocrita del mondo»
L'artista Ai Weiwei è il più noto tra gli oppositori di Pechino. Lo abbiamo intervistato
BERNA
11 ore
Circa 4000 firme contro la privatizzazione dei servizi di pulizia delle FFS
La petizione è stata sostenuta in modo particolare in Ticino
SVIZZERA
11 ore
Meno incidenti a causa del coronavirus: la Suva abbassa i premi 2022
Lo scorso anno sono stati notificati 431'827 infortuni e malattie professionali, in calo del 10% rispetto al 2019
ZURIGO
11 ore
Il consigliere di Stato lascia il Ps: «Troppo di sinistra»
Troppi contrasti tra Mario Fehr e la direzione del partito a Zurigo
SVIZZERA / BIELORUSSIA
31.01.2021 - 16:140

Una corrispondente della SRF fermata (e poi rilasciata) a Minsk

La liberazione di Luzia Tschirky è stata confermata anche dal DFAE.

La giornalista ha raccontato di essere stata rapita da «uomini mascherati» che l'hanno costretta con la forza a salire su un minibus.

MINSK - Una corrispondente della televisione svizzerotedesca SRF è stata arrestata e in seguito rilasciata oggi nella capitale bielorussa Minsk. Si tratta della giornalista Luzia Tschirky, che, a pochi minuti dalla sua liberazione dalla stazione di polizia, su Twitter ha spiegato le modalità di quanto avvenuto.

«Stavo andando a bere un caffè con una conoscente quando un minibus si è fermato a un semaforo. Uomini mascherati ci hanno tirato dentro senza spiegazioni. La mia amica e suo marito sono ancora trattenuti», è la versione che si legge nel cinguettio.

La SRF, che a sua volta ha già confermato il rilascio, aveva riferito dell'arresto sulla base d'informazioni ricevute da un'organizzazione non governativa attiva sul posto, il Viasna Human Rights Centre. Tschirky soggiorna in Bielorussia con un accredito valido. Tra le altre cose, ha riferito da Minsk delle manifestazioni anti-Putin in città russe come Mosca e San Pietroburgo.

Il Dipartimento degli affari esteri (DFAE) aveva fatto sapere tramite un tweet postato nel primo pomeriggio di essere a conoscenza del caso. I servizi di Ignazio Cassis avevano assicurato che discussioni erano in corso col ministero degli esteri bielorusso.

La sezione svizzera di Amnesty International aveva dal canto suo reagito esprimendo la propria «grande preoccupazione» per il fermo di Tschirky. La polizia in Bielorussia sta agendo spietatamente nei riguardi dei giornalisti che si occupano delle proteste contro il presidente Alexander Lukashenko, deplora l'organizzazione su Twitter.

Qualche ora prima dei fatti, sempre sullo stesso social, Tschirky, parlando delle dimostrazioni in Russia, aveva criticato il modo di agire del Cremlino nei confronti dei manifestanti, paragonandolo a quello dell'alleato Lukashenko. La corrispondente della SRF non aveva esitato a bollare come esclusivamente fondate sulla repressione le strategie dei due leader.

Cassis sollevato - Il ministro degli esteri Ignazio Cassis si è detto «sollevato» per il rilascio di Tschirky. «Ringrazio tutti coloro che si sono impegnati per una rapida soluzione», ha indicato il consigliere federale ticinese su Twitter. Stando a Cassis, la giornalista Luzia Tschirky si trova ora nell'ambasciata svizzera della capitale bielorussa. 

SRF condanna l'episodio - Dal canto suo, la radiotelevisione svizzero-tedesca SRF ha condannato vivamente l'episodio. «Siamo stupiti del fatto che la nostra corrispondente sia stata fermata in strada e senza motivi e condanniamo fermamente l'atteggiamento della autorità bielorusse», ha dichiarato il responsabile della redazione esteri Reto Gerber in una presa di posizione pubblicata sul sito internet dell'emittente. «Siamo felici che Tschirky sia stata rilasciata rapidamente grazie all'intervento dell'ambasciata svizzera», ha aggiunto.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-06-18 22:39:44 | 91.208.130.89