Archivio Keystone
SVIZZERA
13.09.2020 - 14:450
Aggiornamento : 15:53

Dipendenti Swiss di fronte a una scelta: meno salario o licenziamenti

La compagnia aerea deve attuare risparmi del 20%. Sui 9'500 posti di lavoro, 1'425 sarebbero a rischio

Ha già avuto luogo un primo incontro con i sindacati, tra l'altro per stabilire un eventuale piano sociale

ZURIGO - Il settore dell'aviazione sta ancora facendo i conti con la crisi. Molti aerei sono tornati a volare, ma il numero dei passeggeri stenta ad aumentare, anche a causa delle numerose restrizioni di viaggio ancora in vigore. Ed ecco che Swiss si trova di fronte alla necessità di adottare ulteriori misure di risparmio.

La compagnia aerea elvetica, filiale di Lufthansa, si è già seduta a un tavolo coi rappresentati dei sindacati per discutere un eventuale piano sociale. Ma l'obiettivo - lo assicura il portavoce Swiss, Marco Lipp, sentito dalla SonntagsZeitung - è di superare la crisi mantenendo l'attuale numero di collaboratori. Sarà però necessaria una riduzione delle spese, anche sul fronte degli stipendi, in tutti i settori dell'azienda. Si parla di risparmi del 20%.

Insomma, come scrive il domenicale, i dipendenti della compagnia aerea devono decidere se accettare una diminuzione del salario o svariati licenziamenti. Secondo quanto riferito da Stefan Brülisauer del sindacato VPOD, sarebbero a rischio 1'425 dei 9'500 posti di lavoro.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-10-01 10:46:08 | 91.208.130.86