Keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
FOTO
CANTONE/SVIZZERA
4 ore
«Si faccia di più per il clima»
Le manifestazioni si sono svolte in tutta la Svizzera. Gli attivisti hanno fatto sentire la loro voce anche a Bellinzona
NEUCHÂTEL
7 ore
Brucia una storica falegnameria neocastellana
L'incendio è divampato oggi pomeriggio in una struttura di Chézard-Saint-Martin, nella Val-de-Ruz.
NEUCHÂTEL
8 ore
Pugnalò due volte la ex, condannato a quattro anni e mezzo di prigione
L'imputato è stato ritenuto colpevole di tentato omicidio. Il giudice: «Il rischio di conseguenze mortali era elevato».
FOTO
SVIZZERA / GRECIA
11 ore
Karin Keller-Sutter ad Atene per discutere di migrazione
Dal 2014 la Svizzera ha contribuito a rafforzare le strutture d'asilo e di accoglienza nel Paese con circa 12 milioni.
SVIZZERA
12 ore
«Genero biglietti per il treno gratis, come e quando voglio»
Sfruttando una falla nel sistema informatico delle FFS, un 16enne è riuscito a ottenere diversi biglietti senza pagarli.
GRIGIONI
13 ore
Covid-19: forte aumento di casi in Prettigovia
Circa un terzo dei contagi registrati nei Grigioni avviene nel distretto di Davos.
FOTOGALLERY
BASILEA CITTÀ
13 ore
King Roger ora ha anche un tram tutto suo
A Basilea è entrato in funzione un convoglio dedicato al campione della racchetta.
SVIZZERA
14 ore
Covid-19: altri 1288 casi e 36 ricoveri in Svizzera
Ieri erano stati registrati 1478 contagi e 13 ospedalizzazioni. Una settimana fa rispettivamente 952 e 22.
SVIZZERA
16 ore
Asilo, rinvii di famiglie in Italia di nuovo possibili
L'ha decretato il Tribunale amministrativo federale.
SVIZZERA
05.08.2018 - 19:450
Aggiornamento : 22:42

«Sappiamo che la “Zia Ju” non potrà volare per sempre»

L’ex consigliera di Stato zurighese Rita Fuhrer, che gestisce la fondazione legata alla Ju-Air, spiega cosa accadrà dopo la tragedia aerea

ZURIGO - Signora Fuhrer, cose le è passato per la testa, quando ha saputo dell’incidente aereo?
«Ero scioccata. Il CEO di Ju-Air Kurt Waldmeier mi ha immediatamente informata, anche sulla mancanza di superstiti. Una notizia di questo genere è incredibilmente dolorosa. Con il pensiero sono vicina ai parenti delle vittime. Nella famiglia di Ju-Air siamo tutti scossi. E anche per gli appassionati della “Zia Ju” quella di sabato è stata una giornata nera».

Per lei che significato ha la “Zia Ju”?
«In qualità di presidente della Fondazione che gestisce il Museo del materiale storico dell’aviazione militare, sono spesso in viaggio con la “Zia Ju”. E spesso parlo con meccanici e piloti, che hanno sempre avuto un’enorme fiducia nello Ju-52 . A bordo mi sono sempre sentita al sicuro: si tratta di un aereo stabile, collaudato e sicuro. Non riesco ancora a credere che ora si sia verificato un incidente del genere. L’episodio ci rende consapevoli che dobbiamo sempre fare i conti con un rischio».

Lo scorso anno lei stessa era rimasta coinvolta in un piccolo incidente con un velivolo d’epoca. Cosa si prova?
«I due episodi non si possono paragonare. Io mi trovavo a bordo di un piccolo aereo che aveva effettuato un brusco atterraggio sulla fusoliera. Non avevo riportato ferite, c’era solo lo spavento. Un episodio del genere non si può di certo mettere a confronto con una tragedia».

Dopo questa tragedia lo Ju-52 tornerà mai a volare?
«Non lo sappiamo ancora. Dipende da quanto emergerà dall’inchiesta. La Ju-Air è in costante contatto con l’Ufficio federale dell’aviazione civile. Quest’ultimo ha inoltre più volte rilasciato il permesso di volare per lo Ju-52. Ma sappiamo che il velivolo non potrà continuare a volare per sempre. Pur non riuscendo a immaginare che l’incidente abbia a che fare con l’aereo stesso, accetteremo la decisione delle autorità: se l’Ufficio dell’aviazione civile dirà “no”, la “Zia Ju” non volerà mai più».

Ora come procedete?
«Finora la Ju-Air si è occupata, con il sostegno della polizia, di informare e fornire assistenza ai parenti delle vittime. Adesso elaboreremo la tragedia con i collaboratori: parleremo dell’accaduto e assieme cercheremo di superarla. Ci rivolgeremo anche ai molti appassionati, gli oltre settemila membri della Ju-Air. Il futuro delle operazioni di volo dipende invece dall’inchiesta».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
moma 3 anni fa su tio
Atto volontario? Forse improbabile, ma da non scartare.
beta 3 anni fa su tio
Un aereo, anche se d'epoca, non precipita in picchiata e si schianta come si vede e da da pensare vedendo le foto. In più, tale velivolo in volo planato potrebbe percorrere una notevole distanza .
OCP 3 anni fa su tio
Con tutto il rispetto per le vittime... piantiamola di parlare dello JU-52 come se invece gli aerei moderni non si schiantano mai.
Wunder-Baum 3 anni fa su tio
Zia non zia, 20 persone sono morte !
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-23 04:25:50 | 91.208.130.85