ULTIME NOTIZIE Target
TARGET
11 ore
Come conservare accessi e password in modo professionale: i suggerimenti dei social media manager
Strumenti e segreti per mettere ordine tra le credenziali e rendere sicuri i dati professionali e quelli privati
TARGET
2 gior
Posti di lavoro? Ecco i 4 nuovi settori su cui puntare
Il digitale tira la volata alle industrie che prosperano e potranno offrire occupazione
TARGET
4 gior
I 3 segreti del successo di un’attività locale su internet
Vendi in un raggio ristretto? Ecco come gli strumenti online avviati per sopravvivere ti daranno un vantaggio permanente
TARGET
1 sett
Il Coronavirus ha salvato l’ambiente? No, lo ha distrutto
Le analisi svolte su Google e i principali social non lasciano dubbi: l’interesse nell’ecologia è praticamente svanito
TARGET
1 sett
Pagare contactless e online: agli svizzeri piace sempre di più
Igienici, veloci e sicuri, aumentano i consumatori che li scelgono per le proprie transazioni, in seguito alla pandemia
TARGET
1 sett
Vendere su internet velocemente, tanto e gratis
I 5 errori che l’imprenditore medio fa online, nella storia semiseria di Marco, aspirante magnate dell’idraulica
TARGET
2 sett
Noi non aggiustiamo computer
Cosa fa e come può aiutarti chi si occupa di web marketing, mestiere che pochi conoscono e troppi credono di saper fare
TARGET
2 sett
Lotta contro le fake news, ma i social network fanno davvero abbastanza?
Ecco come Facebook, Instagram, Twitter, TikTok stanno combattendo contro la diffusione di notizie false e fuorvianti
TARGET
2 sett
5 opportunità per promuovere la propria attività con TikTok
Ecco come aziende e professionisti possono sfruttare i suoi numeri, cresciuti esponenzialmente durante la quarantena
TARGET
3 sett
Filtri nelle Instagram Stories: cosa sono, come crearli, come usarli per farsi conoscere
La realtà aumentata apre strade per promuoversi a ogni attività: centri estetici, arredamenti, istituzioni… e non solo
TARGET
3 sett
I nostri acquisti sono influenzati dai colori: ecco come succede
Le ricerche di neuromarketing dimostrano che ogni tonalità incide in modo determinante sulle scelte dei consumatori
TARGET
3 sett
5 idee per promuovere un hotel oggi
Quello alberghiero è tra i settori più in crisi, anche in Svizzera. Ecco alcune idee per favorirne la ripresa
TARGET
1 mese
Come reinventare la propria attività: 6 esempi da cui trarre spunto
Che cos’è la “mentalità startup” e perché adottarla aiuta aziende e professionisti a sopravvivere ai periodi di crisi
TARGET
1 mese
Così le palestre ripartiranno più forti di prima
Ecco come trainer e centri di allenamento locali possono approfittare del boom dell’home fitness iniziato in quarantena
LUGANO
14.09.2018 - 07:000

Fail rebrand: dalle stelle alle stalle

Può un rebranding provocare l’effetto opposto rispetto ai buoni intenti iniziali? Leggete le 5 Case History di questo articolo e scoprirete come anche grandi aziende sono andate letteralmente in fallo

In precedenza avevamo parlato dell’importanza del rebranding per un’azienda e avevamo visto
alcuni esempi di successo.

Ora vediamo alcuni esempi opposti, ovvero di rebranding fallimentari, cercando di farne tesoro:

TIM: OCCHIO AL SIGNIFICATO

TIM, uno dei marchi italiani di telefonia più famosi, è passato dalle 3 vecchie linee rosse ondulate ad un nuovo logo minimale a forma di “T”, formato da linee rette rosse su uno sfondo blu.
Dopo l’ideazione e l’approvazione del nuovo logo, però, ci si è accorti che corrispondeva ad un ideogramma cinese (Kèn della Montagna, simbolo di immobilità e protezione contro l’invasione).
Il significato non era sicuramente in linea con la vision dell’azienda e va addirittura contro la sua strategia. TIM ha cercato di difendersi sostenendo che, in realtà, l’ideogramma richiama la solidità dell’azienda. Da un’azienda leader nazionale della comunicazione non ci si aspetta una campagna di marketing di questo tipo. E non a caso, in precedenza, abbiamo parlato di Brand Safety.

 

TOKYO 2020: Il PLAGIO È SERVITO

Il Comitato organizzatore dei Giochi olimpici di Tokyo 2020 ha deciso di ritirare il logo ufficiale presentato a causa delle accuse di plagio del designer belga Olivier Debie, secondo il quale il logo creato dal giapponese Kenjiro Sano era una copia di quello da lui realizzato per il Teatro di Liegi ed effettivamente i due loghi si assomigliano molto. Ecco perché, imparata la lezione, il nuovo logo delle Olimpiadi di Tokyo 2020 è stato scelto ufficialmente solo dopo aver visionato attentamente più di 14.600 disegni.

 

 

TROPICANA: NOSTALGIA CANAGLIA

Quando “Tropicana” decise di rinnovare il marchio e il packaging, sottovalutò quanto i consumatori erano legati al design e all’immagine dell'arancia con una cannuccia. Quando i nuovi cartoni sono stati collocati nei suoi scaffali, nel gennaio 2009, i consumatori reagirono molto male con commenti molto duri. Alcuni descrissero la nuova confezione come "brutta" o "stupida", senza nessuna identità o distinzione.

Dopo un mese di reclami e un calo del 20% delle vendite, Tropicana ritornò al vecchio cartone.

 

 

MASTERCARD: MORE IS LESS

Un rebrand, nella maggior parte dei casi, avviene con una semplificazione del logo per renderlo più iconico e riconoscibile. Sembra che sia successo il contrario con Mastercard. Molti lo definiscono il peggior rebrand di tutti i tempi. Mastercard, aggiungendo troppi elementi inutili, trasformava un logo immediatamente riconoscibile in qualcosa di disordinato e complesso. Per rispondere alle polemiche, Mastercard ha annunciato che il nuovo marchio sarebbe stato utilizzato solo per le comunicazioni aziendali.

 

 

GAP: OLD BUT GOLD

Ritenendo che il suo vecchio logo fosse obsoleto, Gap ha provato a studiare un logo più moderno nel 2010. Il problema è che sembrava il logo di una società di software progettata da uno studente del primo anno. I social media hanno distrutto rapidamente la nuova proposta e Gap è tornato subito al vecchio logo.

 

 

 

 

Come già detto, il rebranding non è un’operazione semplice. Non deve essere fatto in maniera superficiale e veloce. Va affidato a dei professionisti che conoscono profondamente la situazione attuale dell’azienda e ne trasforma gli obiettivi in strategie di comunicazione complete e multicanale.

Articolo a cura di Clublab Sagl, siti web e grafica in Ticino

Guarda le 4 immagini

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-06-05 21:26:09 | 91.208.130.85