Cerca e trova immobili

MESSICOMiguel Bosè, rapina e pistola alla tempia

21.08.23 - 16:56
Il cantautore è stato derubato da un commando armato di otto persone
Depositphotos (kobbydagan)
Miguel Bosè, rapina e pistola alla tempia
Il cantautore è stato derubato da un commando armato di otto persone

CITTÀ DEL MESSICO - Un commando armato composto da otto persone ha fatto irruzione nella villa di Miguel Bosè a Città del Messico. Il cantautore spagnolo naturalizzato italiano era presente in casa al momento della rapina, ha dichiarato il conduttore televisivo messicano Gustavo Adolfo Infante.

Secondo la ricostruzione, Bosè e il figlio Tadeo stavano bevendo il tè quando uno dei malviventi si è avvicinato e gli ha puntato una pistola alla tempia. I criminali l'hanno poi rinchiuso in una stanza insieme alle domestiche.

I criminali avrebbero sottratto denaro, gioielli e altri beni preziosi, non toccando i quadri appesi alle pareti. L'ammontare del bottino non è ancora stato quantificato. Una volta messo a segno il colpo i rapinatori sarebbero fuggiti con il Suv di Bosè, rapendo il suo autista e costringendolo a guidare fino al confine del Distretto Federale, lo stato al quale appartiene la capitale messicana.

 

Ticinonline è anche su Whatsapp. È sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati.
COMMENTI
 
La verità 3 mesi fa su tio
Anche i ricchi piangono
Spartan555 3 mesi fa su tio
Ma come è possibile, in Messico le armi da fuoco sono praticamente proibite (ci sono solo 2 - dicesi DUE - negozi di armi in tutta la nazione), non dovrebbe averle nessuno quindi. Quando si vieta qualcosa, questa sparisce immediatamente, come appunto successo per la droga per esempio. Giusto?
centauro 3 mesi fa su tio
Giusto.
NoMainstream 3 mesi fa su tio
pubblicità di Messico
Valentino Alfano 3 mesi fa su tio
una buona promozione per " il figlio di Capita Tuono" libro che non sembra vendere molto.
NOTIZIE PIÙ LETTE