CUCINARE CON FOOBYAddenta il Re

05.01.23 - 17:00
Re o regina per un giorno? Potrebbe anche capitarti, se sei tu a trovare la statuina abilmente nascosta nella corona di pan brioche.
Fooby
Addenta il Re
Re o regina per un giorno? Potrebbe anche capitarti, se sei tu a trovare la statuina abilmente nascosta nella corona di pan brioche.

Ma da dove proviene questa usanza?

 

La corona dei Re Magi risale all’antica Roma, dove dopo la semina si celebrava una festa in onore del dio Saturno. Nel dolce si usava nascondere un fagiolo, e chi lo trovava veniva nominato “re dei fagioli” e poteva “regnare” per l’intera giornata. Più tardi la Chiesa cattolica associò questa usanza all’arrivo dei Re Magi per l’Epifania, il 6 gennaio. E in Svizzera? Nel 1952, l’Associazione svizzera mastri panettieri-pasticcieri-confettieri, avviò una collaborazione con il ricercatore di prodotti panificati e di pasticceria, dott. Max Währen, per sviluppare un nuovo dolce da forno ispirato alla torta di fagioli. La scuola per panettieri Richemont creò così la corona dei Re Magi come la conosciamo e apprezziamo oggi: pasta lievitata dolce con aggiunta di uva sultanina e mandorle. E per chi torce il naso all’uvetta: la gamma è stata rapidamente ampliata con nuove varianti (ad es. con pezzettini di cioccolato). All’inizio si usava nascondervi chicchi di caffè, mandorle o monetine che fungevano da portafortuna. Più avanti vennero sostituiti con statuette di plastica a forma di re, e forse quest’anno te ne potresti trovare una nel piatto. A proposito: si spiffera che la figurina si trovi quasi sempre nel pezzetto più piccolo, visto che pare impedisca alla pasta di lievitare a dovere.

SPAGNA
Il roscón de Reyes (la versione spagnola della corona dei Re Magi) è una pasta lievitata decorata con frutta candita. Al suo interno si nascondono una statuetta e un fagiolo secco. Se trovi il fagiolo devi pagare il dolce mentre se ti capita la figurina sarai re o regina per il resto della giornata.

FRANCIA
In Francia coesistono 2 ricette del dolce. Al Nord si prepara la galette des Rois a base di pasta sfoglia mentre al Sud si mangia piuttosto la couronne o gâteau des Rois di pasta lievitata. Ambedue sono arricchite e generosamente decorate di canditi. Cos’hanno in comune? La statuetta.

GRECIA
In Grecia si nasconde una monetina portafortuna nella Vasilópita, che per tradizione viene mangiata il primo dell’anno. In Grecia, infatti, è San Basilio a portare i regali la mattina di Capodanno e anche ad aver dato il nome a questo dolce. A proposito, un tempo nella torta c’erano vere monete d’oro, ma oggi sono per lo più di plastica.

 

Fooby

 

TORTA DEI RE MAGI RIPIENA ALLE MANDORLE

Preparazione: 20 min | Tempo totale: 1 ora e 50 min.

PER 1 TORTA CI VOGLIONO

    • 500 g farina di spelta bianca
    • 1½ c.no sale
    • 2 c. zucchero
    • ½ dado lievito (ca. 20 g), sbriciolato
    • 80 g burro, morbido
    • 3 dl acqua e latte (½ latte e ½ acqua)
       
    • 100 g pasta di mandorle
    • 100 g mandorle macinate e spellate
    • 3 c. gelatina di mele
    • 1 limone bio , scorza grattugiata
    • e 2 c. di succo
    • 1 mandorla
    • 1 uovo, sbattuto
    • 2 c. mandorle a scaglie

 

ECCO COME FARE

    1. Pasta lievitata: in una ciotola mescolare la farina, il sale, lo zucchero e il lievito. Unire il burro e il latte diluito nell’acqua e lavorare fino a ottenere un impasto liscio e morbido. Coprire e lasciar lievitare a temperatura ambiente per ca. 1 ora e ½ fino al raddoppio del volume.
    2. Ripieno di mandorle: mescolare la pasta di mandorle, le mandorle e la gelatina con la scorza e il succo di limone. 
    3. Composizione: prelevare dall’impasto 8 panetti di ca. 70 g l’uno, mettendo il resto da parte. Appiattire i panetti e sistemare al centro di ognuno 1 c. di ripieno di mandorle, formare quindi delle palline infilando la mandorla (il re) all’interno di una di queste. Appiattire l’impasto restante, distribuirvi sopra il ripieno restante, quindi formare una palla grande e sistemarla al centro di una placca foderata con carta da forno. Distribuire le palline più piccole tutte intorno alla palla più grande, quindi coprire e lasciar lievitare per altri 30 min. circa. Spennellare la superficie con l’uovo e cospargere con mandorle a scaglie. 
    4. In forno: cuocere per ca. 30 min. nella parte inferiore del forno preriscaldato a 180 °C. Togliere dal forno, lasciar intiepidire, trasferire su una griglia e far raffreddare.

Questo contributo è un paid post del nostro cliente. I paid post sono quindi pubblicità e non contenuto redazionale.

Con FOOBY, la piattaforma culinaria di Coop, vogliamo condividere con te il fantastico mondo della cucina, del mangiare e dei piaceri della tavola. Non importa se cucini per passione o se pensi di essere una schiappa tra i fornelli: qui trovi un’infinità di ricette (ben organizzate in categorie), know how sul cibo, istruzioni di cottura, video esplicativi e ispirazioni à gogo. In più, molte storie appassionanti che raccontano di persone che amano il cibo così come lo amiamo noi.
Prenditi il tempo per guardarti attorno e scopri l’appetitoso mondo di FOOBY.

COMMENTI