Cerca e trova immobili
Negozi: «Apriamoci a favore dei turisti, dei consumatori e del settore»

CANTONENegozi: «Apriamoci a favore dei turisti, dei consumatori e del settore»

22.05.23 - 19:49
Presentato questa mattina il comitato che invita al "Sì" per l'apertura di una domenica supplementare
TiPress
Negozi: «Apriamoci a favore dei turisti, dei consumatori e del settore»
Presentato questa mattina il comitato che invita al "Sì" per l'apertura di una domenica supplementare

BELLINZONA - «Il nostro messaggio è molto semplice e vuole essere positivo, di apertura. Rivolto a un cantone disposto ad accogliere i turisti, così come le necessità dei consumatori. Ma che va anche ad aiutare un settore, quello del commercio, fondamentale per il nostro cantone». Con queste parole il granconsigliere Andrea Censi (Lega) ha aperto questa mattina a Bellinzona la presentazione del comitato interpartitico – che vede coinvolti anche Plr, Udc e Centro – a favore della modifica della legge cantonale sull’apertura dei negozi in votazione il 18 giugno.

Al motto di "Apriamoci", da un negozio di sartoria e abbigliamento del centro cittadino, sono state snocciolate le richieste della modifica targata Plr. Tre i punti chiave: «Permettere una sola domenica in più di apertura all'anno, di fatto ciò che prevede la legge federale sul lavoro; poter prolungare di un’ora l’orario di chiusura fino alle 19 durante queste quattro domeniche e nei giorni festivi non parificati alla domenica tranne il primo maggio; infine aumentare le superfici da 200 a 400 metri quadri per quanto riguarda i negozi che hanno diritto alle deroghe di legge previste per le località turistiche la domenica», ha quindi sottolineato la deputata Cristina Maderni (Plr).

«I contratti collettivi non saranno toccati, la protezione dei lavoratori è assolutamente garantita», ha quindi aggiunto Lara Filippini (Udc).

Contro la modifica si sono chiaramente schierati i sindacati Unia e Ocst e anche il Ps che nei mesi scorsi ha raccolto le firme utili al referendum.

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

Ferox 1 anno fa su tio
bisognerebbe pero avere un occhio di riguardo per chi ha firmato un contratto di lavoro prima dell'introduzione (se passa) della nuova legge.... le condizioni di lavoro che hanno accettato non saranno più le stesse se votano SI. Mi aspetto un adeguamento dei contratti da parte dei datori di lavori e una netta seprazione tra persone disposte alla flessibilità lavorativa a scapito della propria vita privata e chi non vuole.

C.B. 1 anno fa su tio
Cerco partito Politico che voglia fare una raccolta firme per tenere aperti tutti gli sportelli Comunali e Cantonali + Banche, Uffici e Assicurazioni dalle 08:00 alle 19:00 dal Lunedì al Sabato con + 4 Domeniche all'anno per chi deve assolutamente fare documenti o prelievi per le festività. Dai, vediamo chi e quanti si offrono. Facile fare i G--Y con il c..l.o degli altri!!

pegis 1 anno fa su tio
Con i negozi chiusi la domenica non é mai morto nessuno, si muore per la chiusura degli studi medici e farmacie con conseguente intasamento dei pronto soccorso che in alcuni casi neanche ti prendono in considerazione.

chris76 1 anno fa su tio
Certi commenti proprio faccio fatica a capirli: stiamo parlando di una (!) domenica che verrà compensata con un giorno di riposo per i lavoratori. È una possibilità per i commercianti e non un obbligo. Chi non vuole non apre. il fatto che le nostre città siano deserte dopo un certo orario non è forse anche a causa di tutti i negozi chiusi? Per me i commercianti dovrebbero avere la possibilità di aprire 7/7 dalle 8.00 alle 22.00. Chi vuole lo fa, chi no tenga chiuso. Aumenteremo l'attrattività delle città e aumenteremo i posti di lavoro. Chiaramente turni di lavoro da 8 ore secondo CCL.

Keope1963 1 anno fa su tio
Risposta a chris76
Purtroppo turni di lavoro e tutto quanto è previsto per il lavoro domenicale sarà raggirato dai soliti furbi che non sono pochi e a farne le spese i soliti impiegati che pur di avere un lavoro sono disposti a piegarsi. E chi se non i frontalieri? Posti veri per residenti neanche l’ombra. Altrimenti non sarei contrario a maggiori opportunità per tutti, ma per tutti veramente!

Mattiatr 1 anno fa su tio
Risposta a chris76
Esatto chris, grandi discorsi, grandi polemiche sul nulla. Ambedue le versioni sono esagerate, sia quella sindacale che quella degli inazivisti. Una modifica del genere non cambierà letteralmente nulla, detto questo i motivi per negarla mi sembrano leggermente più ridicoli di quanto non siano quelli per accettarla. Poi teh, visto che i sindacati si ritengono così necessari di fronte all'avanzata del potere di chissà chi, che si operino per dei contratti migliori e a far pagare chi non li rispetta (in teoria servono a quello e non a fare interviste in televisione.

Max80 1 anno fa su tio
Risposta a chris76
Per quelli che lavorano nei centri commerciali ti posso garantire che una domenica in più pesa e poi tante volte non c’è niente e ti tocca stare lì . E visto che la maggior parte sono donne , dai un di comprensione

Lello 1 anno fa su tio
ma se poi con l'apertura domenicale non ci va nessuno o pochi,come fanno a tirargli fuori lo stipendio ai lavoratori Domenicali? aumentano i prezzi? o malgrado il giorno in più( con aumento personale o aumento di ore)gli stipendi saranno sempre quelli?

Max80 1 anno fa su tio
Io posso capire , appunto dove c’è il turismo Ascona, locarno, lugano. Ma Bellinzona una volta visti i castelli non c’è un bel niente. Il giovedì sera dici , faccio un giro alle 18.30 tutti i negozi sono chiusi non c’è anima viva in giro una tristezza unica, e si continua a voler aprire, ma per favore basta.

Anti ch 1 anno fa su tio
Risposta a Max80
👍

Blobloblo 1 anno fa su tio
L’unica cosa che dovete fare per il consumatore è….ABBASSARE I PREZZI!!! Sta esplodendo tutto, chissenefrega della domenica in più!

Tirasass 1 anno fa su tio
Ma certo... apriamoci ai consumatori. Perchè oggi la parola d'ordine che ha sostituito i diritti è appunto il consumo, il dio-consumo. Se non consumiamo ci annoiamo, siamo insoddisfatti. Ma è possibile che dobbiamo solo consumare? Svegliamoci. La domenica le famiglie dovrebbero poter stare insieme e v... il consumo. Poi ci lamentiamo che le famiglie si disgregano. Ma quand è che possono stare insieme? Forse la domenica al supermarket? Già perchè i piccoli negozi chissà come faranno a tenere aperto la domenica e i serali. Forse lavorando 12h al giorno. Che tristezza. Basta aperture e lasciateci il tempo x vivere come c... ci pare

Don Quijote 1 anno fa su tio
Risposta a Tirasass
Nessuna legge ti obbliga a consumare, andare in chiesa o al supermercato la domenica. Puoi scegliere anche di lavorare mezza giornata, 8 ore o 14 ore, come puoi scegliere la professione che ti occupa qualsiasi giorno dell'anno con turni sulle 24 ore, oppure solo di giorno da lunedì a venerdì. Per stare comodamente a casa la domenica e dormire la notte nel letto, molti lavoratori devono essere presenti 24/24 e 7/7 per garantire servizi irrinunciabili.

Tirasass 1 anno fa su tio
Risposta a Don Quijote
Hai detto giusto parlando di servizi irrinunciabili. La vendita non è uno di questi a mio avviso

Gio Gio 1 anno fa su tio
Non sarebbe più semplice far lavorare h 24 tutto il Ticino , nessun dipendente sia pubblico che privato, dovrebbe godere della domenica in famiglia.

bradipo 1 anno fa su tio
Risposta a Gio Gio
I no sarebbero una valanga: tutti a dar lezioni di sacrificio, ma sempre quello degli altri...

Tirasass 1 anno fa su tio
Risposta a Gio Gio
Certo. Viviamo di notte! Faremo i compiti con i nostri figli alle 2.00. Alle 3.00 guardiamo poi i cartoni animati, soprattutto Peter Pan e l isola che non c'è. X fare l amore attenderemo gli incroci temporali che il datore di lavoro generosamente ci concederà. Poi coi salari che girano siamo a posto anche nel far fronte alle spese

bradipo 1 anno fa su tio
Risposta a Tirasass
Sacrificio che però vorremmo chiedere alle commesse! Perché io devo assentarmi dal lavoro per le varie pratiche amministrative (sportelli pubblici lun-ven 9.00/11.45 e 14.00/16.00) mentre chi non sa come occupare le proprie domeniche deve poter vagare nei vari supermercati tenendo impegnate commesse che facilmente avrebbero di meglio da fare! I compiti con i figli potrebbero essere svolti la domenica al posto di portarli al centro di sant'Antonino...

Urca che roba 1 anno fa su tio
per quanto mi riguarda possono rimanere aperti pure in piena notte!! io vado sempre e solo in Italia per me non cambierebbe nulla !!

Tirasass 1 anno fa su tio
Risposta a Urca che roba
Perchè non ti trasferisci del tutto?

Massim01 1 anno fa su tio
🇮🇹Offriamo prèstito di denaro fino a 15.OOO.OOO EUR a tutte le persone che hanno progetti e hanno bisogno di soldi per realizzare loro progetti. Puoi contattarci per beneficiare.Whatsapp : [telefono rimosso]

Dav 1 anno fa su tio
lavoro in negozio da 15 anni aprire per chi la domenica il centro è deserto le aperture speciali sono sempre un flop

Lukystrike 1 anno fa su tio
Il Ticino è indietro anni luce ma Piantatela con ste chiusure, la domenica le città ticinesi sembrano cimiteri, vorrei vedere se a Rimini, riccione, ecc i negozi fossero chiusi. Ma basta così non si fa altro che favorire il turismo della Spesa ma la Vogliono capire sti sindacati?

Sciguetto 1 anno fa su tio
Risposta a Lukystrike
Il turismo della spesa dipende dall’abissale differenza nei prezzi, non da domeniche aperte o chiuse…

Bandito976 1 anno fa su tio
La domenica é un giorno di riposo e tale deve restare. Non basta che la gente si infila nei centri commerciali giá tutta la settimana? E l'impatto ambientale? La gente non si sposta a piedi

Gandalf il Bianco 1 anno fa su tio
Maddona che politica TOP 😂😂😂😂😂😂😂

burningsimon 1 anno fa su tio
Praticamente ovunque all’estero i negozi sono aperti 7/7 dalle 10.00 alle 22.00 e non mi sembra di aver sentito parlare di moria di lavoratori… tra l’altro vorrei rinfrescare la memoria ai fautori del no su quante professioni prevedono orari di lavoro ben più flessibili: infermieri, donne della pulizia, agenti di sicurezza, agenti di polizia, macchinisti di treni, taxisti, medici, piloti di aerei… se non apriamo un po’ la mente la concorrenza estera ed il commercio online ci metteranno in ginocchio…

bradipo 1 anno fa su tio
Risposta a burningsimon
Io sarei stato più ampio, artigianato, medici, servizi vari e perché no pure dipendenti pubblici obbligo di apertura 7/7, 24 h,(chiaramente a turni di 8 ore, quindi 3 dipendenti al posto di 1...) Se non è un dramma per infermieri, sorveglianza & Co, non dovrebbe essere un torto neppure chiedere a tutti un sacrificio in nome dell'economia, ma mi sa che i no, fosse il caso, sarebbero quasi all'unanimità!

Keope1963 1 anno fa su tio
Trattate meglio il personale

Keope1963 1 anno fa su tio
Solite motivazioni e prese per i fondelli per i lavoratori. No grazie la domenica non mi servono i negozi e nemmeno di sera! Trattate. Egli o il personale e soprattutto assumete residenti!

Dox 1 anno fa su tio
Risposta a Keope1963
Come si sta nel medioevo? Chiedo per un amico

Keope1963 1 anno fa su tio
Risposta a Dox
Keope è vissuto circa 5000 anni fa. La domenica non si lavorava 😂

Nola 1 anno fa su tio
che possi.

Elisa_S 1 anno fa su tio
Perché visto che siamo un paese democratico non chiedere direttamente alle persone coinvolte ? In voto anonimo. dovrebbero solo votare le persone coinvolte attualmente. Tenere aperto fino alle otto alcuni negozi magari può portare alla rinuncia del posto di lavoro da parte di frontalieri o a spingerlo a trasferirsi in Ticino. E lavorare di domenica dovrebbe essere compensato con una maggiore paga.

Nola 1 anno fa su tio
Risposta a Elisa_S
giusto! facile dire "apriamoci" e poi loro nel fine settimana vanno ai monti.

franco1951 1 anno fa su tio
Risposta a Elisa_S
senza soldi non si compra, né da noi né in Italia, né in settimana né la domenica. Il problema è questo, non una questione di orari., secondo il mio modesto parere.

Bionda 1 anno fa su tio
Risposta a franco1951
esatto non si arriva fine mese e tengono negozi aperti anche la domenica . si x i zuchin turisti non x i ticinesi

Manang1404 1 anno fa su tio
Risposta a Bionda
ma qualcuno in questi negozi deve pur esserci, quindi aumenterebbe l'occupazione

M70 1 anno fa su tio
in Italia i commessi hanno sempre lavorato e non sono morti..qui storie per tutto. logicamente devono esserci turno corretti e giorni liberi con stipendio corretto..

Taurus57 1 anno fa su tio
E aumentare gli stipendi??? Solo pro vostra sacoccia??? Naturalmente i dipendenti sono tutti "volontari" sotto pressione????

Suissefarmer 1 anno fa su tio
Risposta a Taurus57
bisogna sacrificarsi per il bene dell'azienda, esserne grati e fare sacrifici! poi se ci saranno gli utili si potrà parlare di alzare lo stipendio!

Blobloblo 1 anno fa su tio
Risposta a Suissefarmer
Si potrà parlare, giusto!! Ma poi finisce lì! La lista delle scuse e piagnistei è lunga!

Tirasass 1 anno fa su tio
Risposta a Suissefarmer
Illusion

Lorenzo onderka 1 anno fa su tio
Invito il comitato di “apriamoci” a formulare chiare proposte a garanzia delle condizioni di lavoro del settore: - Retribuzione supplementare per chi lavorerà la sera e la domenica - orari di lavoro non “a spezzatino” - salari fissi e non a ora - 1 o 2 fine settimana liberi, confacenti alla vita famigliare. Se non vedrò chiare offerte con tanto di garanzia, voterò NO

Tirasass 1 anno fa su tio
Risposta a Lorenzo onderka
Molto d accordo con te

CJ 1 anno fa su tio
mai votato a sinistra ... anzi per me potrebbe pure sparire .. , ma qui votero no ... senza se e senza ma ....

Anti ch 1 anno fa su tio
Risposta a CJ
👍👍

T-34 1 anno fa su tio
Più che "Apriamoci", il motto sembrerebbe essere: "Mettetevi a 90!", riferito al personale di vendita. I fanatici dello sfruttamento umano a scopo di lucro intuiscono che c'è ancora del margine per spremere la specie da essi parassitata, ovvero la classe subalterna dei lavoratori salariati, e giustamente non perdono tempo, dato che per lorsignori ogni cosa che si muove, compresa la lancetta di un orologio, deve per forza essere convertibile in profitto. Guai a sprecare anche un solo centesimo di secondo all'anno, se questo può essere trasformato nell'unico valore mai concepito, considerato e condiviso, ovvero la sacra ricchezza materiale.

Stellina40 1 anno fa su tio
Certo fa comodo avere i negozi aperti la domenica ma, dico comunque no per quei poveri commessi/ commesse obbligate a trascurare la famiglia per una giornata di lavoro che magari non porterà nemmeno utile all'azienda..e poi sta per arrivare l'estate , la gente vorrà passare la domenica al lago o in piscina mica nei negozi

Lux Von Alchemy 1 anno fa su tio
Bisognava liberare gli orari dei commerci almeno all’inizio del 2000. Oramai è tardi (turisti, pochi, esclusi). Le vendite on line aumentano di volume ogni giorno che passa. Spostarsi in auto in Ticino è un purgatorio.

burningsimon 1 anno fa su tio
Risposta a Lux Von Alchemy
👍

cle72 1 anno fa su tio
I turisti nella maggior parte di loro scelgono di venire in Ticino per il bel tempo e le serate calde o miti, non per andare per negozi. I rimanenti per lo stesso motivo di risparmio e più scelta, vanno comunque in Italia a fare shopping, Milano destinazione preferita.

angie2020 1 anno fa su tio
per evitare le emorragie domenicali verso il Belpaese. Svegliamoci!!!

Anti ch 1 anno fa su tio
Risposta a angie2020
Sarà xché i negozi sono chiusi🤣🤣🤣🤣🤣🤣
NOTIZIE PIÙ LETTE