Immobili
Veicoli
Lido Gerra storico
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
8 ore
I frontalieri in telelavoro «vanno regolarizzati»
Un'interrogazione firmata Plr e Ppd chiede al Consiglio di Stato di attivarsi
CAPRIASCA
11 ore
Tesserete-Bidogno-Bogno: strada chiusa per tre ore e mezza
I lavori di pavimentazione stradale avranno luogo mercoledì e giovedì notte.
LUGANO
15 ore
Lugano Bike Emotions premia Nino Schurter
Il campione del mondo sarà presente sabato 28 maggio in compagnia di altri protagonisti del mountain bike svizzero.
CANTONE
15 ore
Un nuovo Comitato per l’ATTE cantonale
Otto i nuovi volti. Riconfermato quale Presidente l'uscente Giampaolo Cereghetti.
CUGNASCO GERRA
16 ore
Dieci anni dopo, in memoria di Alan
Giubileo per la Birra Bozz. Il titolare Richy Bozzini porta avanti il sogno del fratello, morto di cancro alle ossa.
CANTONE
17 ore
Alex Farinelli nel Comitato centrale dell'ACS
Il sindaco di Comano (e consigliere nazionale) prende il posto di Simone Gianini, che lascia la carica dopo 4 anni.
LUGANO
18 ore
“Famiglia in bicicletta”: la scultura che promuove le piste ciclabili
L'artista Gabriela Spector rende omaggio agli sforzi del comune di Lugano per sviluppare la mobilità dolce.
CANTONE
18 ore
In Ticino 50 nuovi casi e sei pazienti Covid in meno
I ricoverati scendono così a 37 in tutto. Nessuno è in cure intense.
FOTOGALLERY
BEDRETTO
18 ore
Il Passo della Novena è uscito dal letargo invernale
La strada che collega Bedretto a Ulrichen è stata riaperta questa mattina alle nove.
BELLINZONA
18 ore
Torna "Belli di Sera"
Stasera i negozi di Bellinzona terranno aperto fino alle 21.
CANTONE
22 ore
Ladri "elettrizzati" fanno incetta di bici (e di denunce)
Nei primi mesi del 2022 la Polizia cantonale ha ricevuto parecchie denunce per furti di biciclette.
LUGANO/BELLINZONA
1 gior
"Vestito nuovo" per l'escape in centro
Il progetto ticinese cresce e si espande. E dopo Zurigo arriva anche a Zugo e Lucerna
GAMBAROGNO
03.08.2019 - 15:160

«Un edificio insipido al posto di uno storico»

Cleto Ferrari presenta un'interpellanza al Municipio contro il nuovo Lido di Gerra, che a suo parere attirerà meno turisti

GERRA GAMBAROGNO - «A fine mese la casa storica del Lido di Gerra Gambarogno sarà demolita per lasciare spazio alla confusione e a un’architettura poco rispettosa del luogo». Il preludio dell’interpellanza di Cleto Ferrari è chiaro: l’idea del nuovo Lido non è buona.

Per Ferrari si tratta di «uno dei luoghi pubblici più belli e suggestivi del Gambarogno» e il nuovo progetto «distruggerà tutto per lasciare spazio alla solita struttura cubica e insipida».

Ferrari contesta inoltre le funzioni previste per il nuovo lido: «All’interno della prevista nuova struttura in una regione a vocazione turistica i metri quadri adibiti allo snackbar saranno inferiori agli attuali già molto modesti - scrive al Municipio -. Nel previsto lido di Gerra vi troverà spazio anche il deposito della chiesa, una sala multiuso e lo spazio per i sub (uno spazio apposito esiste già ad Alabardia) sarà più grande dello snackbar».

Le domande dell'interpellanza:

La casa storica del bagno spiaggia si unisce in modo squisito al resto del nucleo e alla bellezza naturale del luogo. Essendo uno stabile a più piani funge anche da riparo agli spazi ricreativi e logicamente rumorosi del bagno spiaggia evitando conflitti con le numerose abitazioni adiacenti e con la chiesa. Già solo per questo fatto varrebbe la pena di conservarla. Avete valutato questo aspetto? Mettendo uno stabile seminterrato non ritenete di togliere un poco la dovuta intimità e la discrezione a questo spazio pubblico, aprendolo visivamente e acusticamente a tutte le abitazioni presenti ad est? Non pensate di generare conflitti? Di verde naturale poi nel Gambarogno non ne manca e il lago si vede senza problemi. Non ritenete che le numerosi funzioni previste nella nuova struttura finiscano con banalizzarla?

Deposito della chiesa, locale sub più grande dello snack bar, sala multiuso. Non sarebbe stato meglio rafforzare il carattere di bagno spiaggia e di ristorazione coinvolgendo anche i due ristoratori ancora presenti a Gerra?

Gerra conta più dell’80% di residenze secondarie. Non sarebbe meglio adibire lo stabile unicamente a lido se vogliamo trasformare i letti freddi in letti almeno tiepidi? Non sarebbe stato meglio prevedere anche una serie di cabine da affittare ai fruitori del bagno spiaggia essendo la maggior parte delle residenze secondarie discoste e sulla collina? In altri lidi l’offerta di cabine deposito è molto apprezzata. Inoltre malauguratamente il parere del Cantone è volto a diminuire i posteggi disponibili per cui il tutto si complica ulteriormente.

Considerata l’importanza storica dell’edificio che andate a demolire, avete chiesto un parere all’Ufficio cantonale dei beni culturali?

Quale redditività vi attendete da questo investimento di 1,2 MIO CHF?

In Municipio siede il rappresentante del Comune nell’Organizzazione turistica del Lago Maggiore. L’Organizzazione turistica ha potuto valutare questo progetto?

Lido Gerra nuovo
Ingrandisci l'immagine
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
vulpus 2 anni fa su tio
Per curiosità ho visitato la zona passando sul lago.La casa Ressiga, vecchio edificio trascurato negli anni, e ora fatisciente, ha una caratteristica tipica delle case di anni fa. Scorrendo lungo la riva , pensando a questa costruzione ci si rende conto della linearità degli edifici, che partendo da una grande villa, che fa bella presenza, situata ad ovest della foce, si protrae fino al porticciolo comunale: case che hanno riacquistato pregio, dopo manutenzioni varie sembrerebbe, tutte con lo stile sui 2, 3 piani, finestre regolari e la famosa balconata lungo la facciata . Uno stile caratteristico delle costruzioni degli anni passati, che sicuramente andrebbe preservato da invadenze estranee, tipo cassoni in legno come sembra appare dal progetto. La volumetria sicuramente si presta per concretizzare quei servizi che , un bagno spiaggia come in questa località possa richiedere, senza strafare e senza esagerare, dove le stagioni , a durare tanto fanno 3 mesi. Un progetto che se concretizzato andrà a rovinare uno dei pochi paesaggi ,lungo il lago che meriterebbe di essere salvaguardato . Tante volte si fanno storie infinite per proteggere cose che hanno poco senso. Qui una situazione che merita grande attenzione, invece mostra una miopia progettuale marcata.
TI.CH 2 anni fa su tio
Il nuovo sarà più funzionale ma lo stabile attuale è bellissimo un luogo veramente ameno demolendolo si fa un vero affronto all'architettura tradizione.
flowerking 2 anni fa su tio
Dire che il progettista in questione è privo di idee è un eufemismo! Il peggio è che l'ente pubblico permette di realizzare una bruttura del genere (due baracche da cantiere che non c'entrano nulla col contesto esistente) come se fosse l'espressione massima dell'architettura moderna.
Nicklugano 2 anni fa su tio
Veramente bellissimo ed assolutamente da conservare quello attuale… sembra la filiale di Gerra dell'ex macello di Lugano.
sedelin 2 anni fa su tio
bello l'attuale, orrendo il nuovo.
vulpus 2 anni fa su tio
Evidente che lo stabile attuale è molto più interessante dei 2 cassoni prefabbricati, che dicono dovrebbero essere in legno ( quello che diventa nero dopo pochi mesi), nell'esecuzione minergie. Soluzione fantasiosa per un bagno spiaggia? Sembra che questo novello comune abbia tante risorse da spendere in progetti costosissimi, e per nulla chiari ( vedi porto). Ma forse c'è qualche debito politico da appianare. Incomprensibile però che la critica arrivi dopo che un consiglio comunale abbia deciso senza pronunciarsi. Tutti dormienti?
Bluechips 2 anni fa su tio
Ma quand' è che si metterà fine allo scempio del patrimonio architettonico tradizionale per rimpiazzarlo con architetture sterili e sgradevoli e direi pure inumane? Ma cosa spinge un committente, qualunque esso sia, a perseguire un tale obiettivo; vorrei che qualcuno me lo spiegasse. L'obiettivo dovrebbe essere il restauro, per mantenere il carattere peculiare di un luogo nel quale affonda la memoria collettiva, i sentimenti familiari e un legame con il territorio del passato. A mio avviso, il progetto esposto mi sarebbe sgradito anche per un cimitero!
matteo2006 2 anni fa su tio
@Bluechips Soldi
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-05-26 04:25:10 | 91.208.130.89