Tipress
La squadra socialista per le elezioni federali.
+ 5
CANTONE
16.06.2019 - 17:370
Aggiornamento : 20:29

«Progresso solo con la fine della maggioranza di destra al Parlamento»

Per le elezioni federali del prossimo autunno il partito socialista ha presentato obiettivi e guerrieri

RIVERA - Gli obiettivi del Ps sono chiari: raddoppiare i seggi d’area progressista al Nazionale, portare una donna ticinese al Consiglio degli Stati e rovesciare la maggioranza di destra al Parlamento.

Queste le intenzioni del partito espresse in occasione del Congresso che si è tenuta a Rivera, e durante il quale è stata presentata la lista per le elezioni federali del prossimo autunno. Una lista dove troviamo Marina Carobbio – che correrà sia per il Nazionale, sia per il Consiglio degli Stati – Davide Dosi, Andrea Ghisletta – candidato della Gioventù socialista – Martina Malacrida Nembrini, Chiara Orelli Vassere, Igor Righini, Bruno Storni e Cristina Zanini Barzaghi. «Una lista che rispetta appieno la parità di genere, la rappresentanza regionale così come la candidatura di giovani» è stato sottolineato.

Il Congresso è stato aperto dal discorso della Consigliera federale Simonetta Sommaruga, la quale ha evidenziato la necessità di realizzare la parità e garantire un’equa rappresentanza delle donne in politica e nelle funzioni dirigenti, ricordando lo Sciopero femminista di venerdì 14 giugno che ha visto oltre 500'000 donne scendere in piazza e manifestare per la parità.

Simonetta Sommaruga ha ricordato il suo impegno per ottenere una legge per la parità salariale e quanto una forte presenza socialista al Nazionale sia necessaria perché in materia di parità «senza il PS non si avanza». Accento della Consigliera federale anche sulla protezione dei salari svizzeri nell’ambito degli accordi bilaterali, su un servizio pubblico forte così come sul trasporto pubblico e delle merci su rotaia per liberare il Ticino dallo smog.

I temi con i quali si è presentato il PS per le prossime elezioni sono quelli legati alla concretizzazione della parità, alla protezione del clima, alla lotta contro il riscaldamento climatico, alla salvaguardia delle condizioni di lavoro e dei salari, alla rappresentanza delle minoranze, ma anche giustizia sociale, pari opportunità, equità fiscale, servizio pubblico, rafforzamento del primo pilastro e cultura al centro dei discorsi delle candidate e dei candidati del Partito per le federali. «Il PS - è stato detto - è indispensabile per l’equilibrio del Paese, come lo è da più di 100 anni. Affinché la prossima non sia una legislatura persa come quella appena passata, per il progresso del Paese è indispensabile porre fine alla maggioranza di destra al Parlamento».

Per i socialisti la possibilità del raddoppio d’area al Nazionale e dell’elezione di Marina Corobbio al Consiglio degli Stati è reale ed è data anche dall’“Accordo di collaborazione tra le forze progressiste ticinesi” che prevede la congiunzione delle liste del PS e dei Verdi e Sinistra Alternativa. Un accordo basato su 7 temi politici che riguardano la lotta alla disparità di genere e salariali, la lotta al riscaldamento climatico, la necessità di una cassa malati unica e pubblica, il rafforzamento del primo pilastro della previdenza vecchiaia, il contrasto alla concorrenza fiscale, il rafforzamento del servizio pubblico universale e una politica migratoria attenta alle fasce più deboli.

Tipress
Guarda tutte le 9 immagini
Commenti
 
F.Netri 1 mese fa su tio
Questi continuano a rivendicare la paternità del progresso. In realtà, sono dei reazionari conservatori della peggiore specie. Infatti, sono contro il progresso tecnologico, contro gli OGM, contro i vaccini, contro la globalizzazione, contro i trasporti, contro l'ingegneria genetica, contro la libertà economia, contro la proprietà privata, contro i viaggi nello spazio, ecc. ecc. Inoltre, si spacciano pure per "pacifisti" ma si definiscono "guerrieri".
MIM 1 mese fa su tio
Progresso nel senso di progredire ed entrare in UE? Spero che la tendenza in atto da anni continui e l'erosione di voti nel PS si allarghi.
Dioneus 1 mese fa su tio
Speriamo che questa dannosa maggioranza di destra termini
Forseti 1 mese fa su tio
Pugno chiuso alzato con orgoglio. Simbolo di pace e democrazia che ricorda un movimento politico altrettanto pacifico e democratico. Mi viene in mente la raccolta di saggi intitolata "IL LIBRO NERO DEL COMUNISMO", autori come Stéphane Courtois, Nicolas Werth, Jean-Louis Panné, Karel Bartošek, Jean-Louis Margolin e Andrzej Paczkowski. Pubblicato in Russia nel 1947 e subito, stranamente, censurato. O bella ciao ciao ciao .....
pardo54 1 mese fa su tio
Qui di pericoloso sono solo certi commenti.
seo56 1 mese fa su tio
Ridicoli
vulpus 1 mese fa su tio
Cadregatt
Equalizer 1 mese fa su tio
Questi della foto sono pericolosi di brutto, fanno danni a tutto spiano all'intero sistema politico sembra una squadra del Genio Guastatori
Zarco 1 mese fa su tio
Certo , per loro produrre un limite ? Mio padre lavorato come un fabbro , ora alla casa x anziani gli mangiano fuori tutto ; altri , mai fatto un tubo nella vita sono giù paciocconi e mantenuti dallo stato sociale ....che tanto piace a loro!!!!!uno schifo
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-07-22 00:01:12 | 91.208.130.85