ULTIME NOTIZIE Ticino
LUGANO
6 ore
Con un cestino distrugge il parabrezza di un'auto
LUGANO
8 ore
In manette un ex direttore di banca
CONFINE
8 ore
Truffa ai danni di una malata di cancro, Proto a processo
CANTONE
8 ore
Veicolo contromano sull'A2
CANTONE
9 ore
Il rapporto dell’analisi dell’acqua? «Tendenzioso. Vuole solo creare allarmismo»
CANTONE
10 ore
Rivista Corner, un nuovo angolo di sport in Ticino
CANTONE
10 ore
A2-A13: Claudio Zali incontra l'USTRA
CANTONE
11 ore
Si voterà sulla legittima difesa
CANTONE
11 ore
Un giudice in più per il Tribunale penale cantonale
LUGANO
11 ore
«Già 3'000 firme per l'aeroporto»
LUGANO
11 ore
Barzaghi con i molinari: «Ha cantato anche lei “Borradori a testa in giù”?»
CENTOVALLI
12 ore
Una mattina di pausa per la Funivia Intragna-Pila Costa
LUGANO
12 ore
Presunto abuso edilizio a Caprino, scatta l'interrogazione al Governo
CANTONE
12 ore
Elicotteri militari, prosciolto l'imprenditore di Cresciano
ASTANO
12 ore
Moltiplicatore al 130% per evitare il tracollo finanziario
LOCARNO
05.06.2018 - 09:450
Aggiornamento : 30.08.2018 - 09:17

Ancora risultati positivi per la Banca Raiffeisen Locarno

Si è svolta recentemente al Fevi l’Assemblea Generale della banca

LOCARNO - Si è svolta recentemente presso il Palexpo Fevi di Locarno l’Assemblea Generale della Banca Raiffeisen Locarno.

Quest'anno, oltre ai relatori Avv. Fabio Abate, presidente del Consiglio di Amministrazione e a Diego Inauen, direttore della banca di Locarno, è intervenuto anche il Dr. Patrik Gisel, presidente della direzione del gruppo Raiffeisen a livello Svizzero come pure il Consigliere di Stato e Direttore del Dipartimento delle finanze e dell’economia Dr. Christian Vitta.

Alla presenza di oltre 500 soci, il Dr. Gisel si è congratulato per gli ottimi risultati conseguiti dalla Banca Raiffeisen Locarno e ha ricordato le sfide principali dell’evoluzione nel settore bancario come pure il riposizionamento strategico del Gruppo Raiffeisen con la vendita delle partecipazioni non più ritenute opportune.

Nel suo discorso il presidente del Consiglio Fabio Abate ha accennato ai recenti danni d’immagine per il Gruppo a causa delle vicissitudini che coinvolgono l’ex direttore Vincenz, dove la giustizia procede con gli accertamenti necessari, sottolineando che la banca di Locarno non ha nulla a che vedere con gli antefatti. Il presidente si è poi soffermato sulla necessità di una convivenza armonica tra i canali di distribuzione fisici e quelli digitali, affinché ogni cliente possa soddisfare le proprie esigenze, senza che venga colto il pretesto della digitalizzazione per trascurare le persone e per chiudere uffici o sportelli. Purtroppo la banca deve fronteggiare una concorrenza sempre più aggressiva, non solo di istituti bancari, caratterizzata da scarsa trasparenza con campagne pubblicitarie e slogan comuni a vari settori della vendita generando un rischio per la clientela. Abate ha menzionato che i collaboratori della Banca Raiffeisen si distinguono nella loro formazione e nell’ approccio etico e trasparente. Intrattengono così un rapporto privilegiato con la propria clientela in virtù della particolare forma giuridica della cooperativa.

Nella sua relazione, il direttore Diego Inauen ha presentato i dati positivi che hanno caratterizzato il 2017, con una crescita del bilancio di oltre il 9% a Fr. 690 mio ed un aumento sia dei crediti alla clientela (+ Fr. 25 mio.) che dei fondi della clientela (+ Fr. 32 mio.). Anche gli investimenti in titoli da parte dei clienti hanno raggiunto Fr. 133 mio. con un incremento di ben Fr. 16 mio. Nonostante la costante riduzione del margine d’interesse, attualmente situato attorno all'1%, e gli investimenti nei costi del personale e nella nuova informatica, i ricavi netti hanno potuto essere incrementati del 10% a Fr. 1.3 mio, importo che va ad aggiungersi al capitale proprio della banca dopo distribuzione di Fr. 359’000.- ai ben 7181 soci, che quest’anno vengono rimunerati con un interesse del 2%. Il direttore ha pure sottolineato l'importanza per l'economia regionale della Banca Raiffeisen Locarno che dà lavoro a 35 collaboratori, 3 apprendisti, una persona in formazione e una collaboratrice Raiffeisen della Svizzera tedesca, versa oltre Fr. 500'000.- di imposte dirette e sostiene gli eventi locali con sponsorizzazioni mirate locali ma anche in collaborazione con le altre banche Raiffeisen della regione e la Federazione delle Banche Raiffeisen del Ticino e Moesano.

In conclusione, il direttore del Dipartimento delle finanze e dell’economia Christian Vitta ha tenuto un'interessante relazione sull'importanza della piazza finanziaria ticinese, confrontata con le difficoltà di accesso diretto al mercato italiano, piazza che deve ora affrontare l’esigenza di nuovi orientamenti, valorizzando il potenziale del nostro cantone, cogliendo le opportunità grazie alle competenze, alla formazione, e alla capacità di innovazione del settore finanziario.

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-17 05:08:12 | 91.208.130.87