Michela Ris
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
22 min
Le reclute di Losone «pronte per un'eventuale chiamata»
I neoformati del corso di sanitari d'unità «potranno entrare in servizio se necessario» a partire dal prossimo 3 aprile
CANTONE
35 min
«Bene il Ticino, ora tocca alla Svizzera»
Il sindacato Unia Ticino e Moesa accoglie positivamente l'odierna risoluzione governativa ticinese
CANTONE
1 ora
Un'autocertificazione? «Quest'opzione non esiste»
Il Governo smentisce l'odierna anticipazione del Caffé: le attività restano ferme
CANTONE
1 ora
Tutto chiuso fino al 5 aprile
Il presidente del Consiglio di Stato chiarisce l'ok arrivato da Berna allo stop delle attività commerciali e produttive.
TESSERETE
2 ore
Annullato anche lo Scenic Trail
La manifestazione si sarebbe dovuta svolgere tra il 12 e il 14 giugno
BERNA
3 ore
Limitazioni o cessazione delle attività, arriva l'ok da Berna
L'autorizzazione può essere prorogata fino al 5 aprile
CANTONE
5 ore
La musica dell'OSI passa da Facebook
Un'iniziativa per portare un messaggio di speranza al pubblico dell'orchestra
CANTONE
6 ore
Pronzini: «Aziende che lavorano... grazie agli amici?»
Il deputato Mps solleva ulteriori interrogativi sui trasporti di ghiaia in Val Bavona
CANTONE
6 ore
I contagi aumentano ancora, ma un po' meno: altri 39 casi
Nelle ultime ventiquattro ore i malati sono arrivati a quota 1'727. E i morti complessivi legati al Covid-19 sono 87
CANTONE
7 ore
Colpo di coda dell'inverno
Sono stati giorni con temperature che normalmente si registrano a fine gennaio.
GRIGIONI
16 ore
Cantieri ancora aperti nel Moesano: «Ora basta, governo grigionese!»
Per Nicoletta Noi-Togni, è il «paradosso di essere praticamente ticinesi»: «Dovremo interrogarci e fare una scelta».
SONDAGGIO
CANTONE
18 ore
Quarantena: arriva il consultorio per la coppia ticinese che scoppia
Risponderà da Locarno e Mendrisio e promette un aiuto per affrontare la convivenza forzata.
ASCONA
18.12.2019 - 10:180
Aggiornamento : 11:00

«Quanta amarezza, qui non si vuole investire sulla cultura»

Dopo il successo della Craking Art, la municipale Michela Ris aveva proposto un nuovo progetto per il 2020. Ma il consiglio comunale l'ha affossato senza pietà

ASCONA – Ad Ascona non c'è voglia di "rischiare" troppo con la cultura. I grandi animali colorati in materiale ecosostenibile che nel 2019 hanno incantato le vie del Borgo non porteranno a una nuova iniziativa di richiamo internazionale. E pensare che Michela Ris, capo dicastero cultura e finanze, aveva addirittura contattato l'artista italiano Michelangelo Pistoletto per creare un'esposizione, "il Terzo Paradiso", sospesa tra Borgo e Monte Verità. 

Il costo era di 60.000 franchi – Invece non se ne farà nulla. A sancirlo nella serata di lunedì è stato il consiglio comunale. Grande la delusione di Michela Ris. «Ci sono rimasta malissimo. In fondo l'investimento era di soli 60.000 franchi. Nel 2019 la Cracking Art ci aveva dato grande visibilità e ci aveva portato tanti turisti». 

Una bocciatura inattesa – A votare a favore del nuovo progetto sono stati praticamente solo i liberali. Quasi tutti gli altri lo hanno affossato. «Mi è stato rinfacciato il fatto che lo scorso anno avevo parlato di un'iniziativa "una tantum" – sospira Ris –. Mi colpisce che questa mia idea sia stata bocciata anche da gente che si occupa di ristorazione e d'industria alberghiera». 

Un richiamo internazionale – La trattativa con Pistoletto era in corso. «Lui aveva un progetto ben preciso. La Cracking Art ha fatto parlare di noi sulla stampa estera. Poteva accadere la stessa cosa pure stavolta. Eppure è stato deciso di non continuare su questa via. Certo, non si può monetizzare il successo di progetti del genere. Però si sa benissimo che ti portano pubblico. Sono davvero amareggiata». 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Leila Bianchi 3 mesi fa su fb
La definizione di arte sta diventando sempre più.. incomprensibile. Mai avrei definito arte riempire una piazza di animali gonfiabili. Simpatica iniziativa, tocco di colore, follia gioiosa... chiamala come vuoi ma... arte??... per me no. Piuttosto riempite le strade con la vera arte🤷‍♀️. Investite nella musica, nella pittura. e in tutti quei campi dove l’arte la di crea da zero. .... salvo poi appiccicare una banana al muro 🤦🏻‍♀️🤦🏻‍♀️🤦🏻‍♀️
Roberto Barboni 3 mesi fa su fb
Beh.... quando ad Ascona, per la sagra castagne e autunno, si RIFIUTA la partecipazione (pagante) ad un’associazione d’artigiani che durante gli anni passati ha sempre portato il vero artigianato locale con dimostrazioni sul posto, e per il municipio va tutto bene.... é tutto dire!!! Forse sarebbe giunto il momento di una sana auto-critica!!!
sedelin 3 mesi fa su tio
secondo me quegli animali di plastica, seppur simpatici, non hanno nulla a che vedere con l'arte. preferirei l'esposizione di sculture in legno, metallo, pietra dove l'artista non esegue stampi da infilare nelle macchine.
Mattiatr 3 mesi fa su tio
@sedelin Sembrerà strano ma sta volta siamo d'accordo. Diciamo che quelle sculture le trovi anche nei negozi per animare i giardini delle persone con i figli. La sua '''''''''''''''''''genialità''''''''''''''''''' è stata piazzarle per le piazze e per le strade, ma più in grande. Trovo che Ascona invece di investire nella ''cultura'' dovrebbe tornare ad avere un minimo di movida. Negli '80 e '90 i giovani di faceva chilometri su chilometri per andare sul lungo lago Asconese per svagarsi il sabato sera. Pensa te che a quei tempi non si dava nemmeno fuoco alle piante, ... Diciamo che per esser attrattiva per i turisti, sopra tutto d'estate, dovremmo puntare al locale ed essere attrattivi per i ticinesi. Sopra tutto in considerazione del fatto che i ticinesi sono sempre più poveri, e quindi faticano a fare le vacanze, evitare che siano vincolati a un cimitero o ad un carcere (ogni minima cosa arriva la guardia) non mi pare una pessima idea.
Manuela Decarli 3 mesi fa su fb
non credo il problema sia la cultura, ci sono molti avvenimenti ad Ascona, ma i 60'000 franchi 😞 non so quale sia il budget di ascona, ma a me sembrano molti
Michela Ris 3 mesi fa su fb
Manuela Decarli abbiamo un budget di 34.5 mio 60k possono sembrare tanti per un singolo ma nel complesso le assicuro che potevamo permettercelo
Matteo De Gasperi 3 mesi fa su fb
un qualsiasi studio di fattibilità che normalmente porta ben poco alla realtà compilato da 4 neolaureati che dalla vita devono ancora capire chi sono e cosa vogliano magari anche con qualche copia e incolla da Google costa dai 100'000 in su
Luca Gilardi 3 mesi fa su fb
Manuela Decarli Ascona ha ca 6000 abitanti, quindi sarebbero 10 fr a testa. Non è molto.
caino 3 mesi fa su tio
La Cracking art è stata pensata per diventare virale e dare visibilità ad Ascona. Una mentalità che non so quanto abbia a che fare con la cultura . Forse per questo.
Matteo De Gasperi 3 mesi fa su fb
L'esempio più eclatante degli ultimi anni rimane il fallimento del #swisspride a #Lugano. Diventata una festicciola qualunque. il compleanno del figlio del mio vicino di casa ha più successo. Poteva essere l'inizio di un evento ricorrente che avrebbe potuto portare indotto alla città e a tutto il cantone. Sia la città, l'ente turismo hanno fatto il minimo. gli organizzatori dei principianti quindi non mi esprimo. a titolo di paragone Bergamo cittadina di provincia ha fatto 5 volte i numeri di presenza di Lugano. Quelli del turismo passano il tempo a dire di pensare fuori dal box poi quando l'anno prossimo a Milano 600 operatori del turismo #LGBT (prevalentemente paesi nordici e anglosassoni) si ritroveranno per la conferenza annuale dell'#IGLTA NON sanno neanche di cosa sto parlando. se poi ti dicono ma qui non ci sono locali LGBT confermano solo di conoscere certi mercati di nicchia. il bello è che si può sempre rimediare. Basti pensare com'è iniziato il posizionamento di Lugano nei paesi #GCC e il buon risultato della strategia. oggi il turismo è tutto di nicchia ed esperienzionale
streciadalbüter 3 mesi fa su tio
Non mi ricordo piu`chi l`ha detto:"quando sento la parola cultura metto la mano alla pistola".
occhiaperti 3 mesi fa su tio
Perché sponsorizzare un'artista straniero?
albertolupo 3 mesi fa su tio
@occhiaperti se è valido, perché non farlo?
gigipippa 3 mesi fa su tio
Praticamente le opere vengono realizzate dopo aver fumato il crack.
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-03-28 16:43:42 | 91.208.130.86