Patrick Scimè
CANTONE
14.08.2019 - 17:540

Gli avvoltoi monaci fanno visita al Ticino

Avvistati ben quattro esemplari. Ficedula: «Fotografateli, potremo seguirne gli spostamenti»

QUINTO - Ben quattro avvoltoi monaci Aegypius monachus si aggirano da qualche giorno fra il massiccio del Gottardo e la Valle di Blenio. Si tratta del numero più consistente di esemplari mai segnalato in Ticino.

Questa specie vive allo stato selvatico ormai solo in Spagna e nel sud-est dell’Europa, dove sono presenti poche centinaia di coppie. Ma è oggetto di un progetto di reintroduzione nel parco nazionale delle Cevennes, nel sud della Francia. Gli individui nati in quest’area si disperdono sempre più verso le Alpi alla ricerca di cibo, costituito da carcasse di vertebrati, per fare poi ritorno alla colonia a fine estate.

L'avvoltoio monaco Aegypius monachus è il più grande rapace europeo, con un'apertura alare che può raggiungere i 3 metri. È interamente nero, con la testa piccola rispetto al corpo. In volo colpiscono alla vista la sagoma rettangolare e la coda corta a rombo.

Ficedula (Associazione per lo studio e la conservazione degli uccelli della Svizzera italiana) invita a segnalare la presenza di questo grande rapace, facilmente riconoscibile, e di altri, inviando foto (anche scattate con il cellulare) a www.ficedula.ch. Questo consentirà di seguirne gli spostamenti.

Patrick Scimè
Guarda le 3 immagini
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-08-25 03:05:00 | 91.208.130.86