SVIZZERA
19.07.2016 - 08:110
Aggiornamento : 30.08.2018 - 09:04

Kühne+Nagel, primo trimestre in progressione del 9,2%

SCHINDELLEGI - Nonostante la difficile situazione del mercato il colosso mondiale dei trasporti e della logistica Kühne+Nagel ha registrato un utile netto in progressione del 9,2% a 356 milioni di franchi nel primo semestre 2016. Il giro d'affari ha invece segnato una flessione dello 0,9% a 8,15 miliardi.

L'utile operativo EBIT è progredito dell'11% a 455 milioni di franchi e l'utile lordo è da parte sua salito del 7,9% a 3,26 miliardi di franchi, ha comunicato oggi il gruppo svittese.

La performance si è dimostrata lievemente superiore alle attese degli analisti contattati dall'agenzia awp, i quali puntavano in media a 8,14 miliardi di franchi di fatturato, 450 milioni di EBIT e di 349 milioni di utile netto. Considerando il contesto difficile per il ramo, l'evoluzione degli affari viene giudicata "solida". Kühne+Nagel - viene affermato - è riuscita ancora una volta a crescere più fortemente del mercato, sia nel trasporto marittimo che aereo.

Tutte e quattro le divisioni hanno accresciuto la redditività: nel trasporto marittimo l'EBIT è progredito dell'8,3% a 221 milioni, sebbene le vendite siano diminuite da 4,12 a 3,77 miliardi. Nel trasporto aereo l'utile operativo è salito dell'8,1% a 147 milioni di franchi nonostante il giro d'affari sia sceso da 2,74 a 2,6 miliardi. Nei trasporti terrestri il fatturato è per contro aumentato del 16,4% a 2,05 miliardi, per un EBIT passato in un anno da 14 a 17 milioni. Nella logistica le vendite sono cresciute del 6,1% a 2,29 miliardi, con l'utile operativo a 70 milioni di franchi contro 56 nella prima metà del 2015.

"Nel primo semestre al commercio mondiale sono mancati gli impulsi, ma la nostra strategia che consiste nel concentrarci sulla crescita organica e nel guadagnare parti di mercato (...) ha permesso un nuovo aumento dei volumi e del risultato", si è rallegrato Detlef Trefzger, direttore generale del gruppo con sede a Schindellegi (SZ).

Basandosi su questo "orientamento strategico riuscito", Kühne+Nagel si dice fiducioso di poter mantenere la buona dinamica attuale in termini di volumi e di utili nel secondo semestre.


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-01-19 07:47:56 | 91.208.130.87