Cerca e trova immobili

#NOISIAMOILFUTUROPatate blu, lamponi neri e pecore robuste

22.02.24 - 11:00
ProSpecieRara / Beat Brechbühl e Franca Pedrazzetti
Senza l’intervento della fondazione ProSpecieRara, la patata blu di San Gallo non esisterebbe più.
Senza l’intervento della fondazione ProSpecieRara, la patata blu di San Gallo non esisterebbe più.
Patate blu, lamponi neri e pecore robuste
Chi vuole occuparsi del futuro deve prima occuparsi attivamente del passato, spiega Béla Bartha, amministratore delegato di ProSpecieRara. La sua fondazione si occupa di coltivare e allevare specie antiche di patate, bacche e pecore.

In breve

    • Se non ci si prende cura attivamente delle colture come patate e cereali, queste si inselvatichiscono.
    • La fondazione svizzera ProSpecieRara si impegna per il mantenimento della diversità nelle colture e negli animali da reddito locali.
    • L’obiettivo è proteggere la biodiversità e di conseguenza i nostri ecosistemi.
    • La fondazione e i suoi sostenitori onorari allevano e coltivano anche specie quasi estinte di galline e di patate.

Intervista: Adrian Schräder

Signor Bartha, la prima volta che ho visto una patata blu ho pensato che fosse uno scherzo da primo d’aprile. Quando ho capito che mi sbagliavo, sono rimasto molto sorpreso. Capita a molti la prima volta, giusto?

Béla Bartha: Lo spero! L’obiettivo di ProSpecieRara è far sì che i cittadini svizzeri beneficino di una maggiore varietà sugli scaffali dei negozi e che ne restino meravigliati. La varietà di forme e colori che offrono le patate è immensa. Se di tanto in tanto accanto alle patate bianche e gialle trovassimo anche quelle blu o rosse, sarebbe davvero una bella sorpresa. È tuttavia solo una piccola finestra sull’incredibile varietà delle oltre 2000 specie di questo tubero proveniente dalle Ande.

Cos’è ProSpecieRara e quali sono le motivazioni dietro questa fondazione?

ProSpecieRara è stata fondata nel 1982 a San Gallo. È stato poco dopo la pubblicazione del rapporto mondiale Global 2000 che ha sottolineato la preoccupante diminuzione della varietà delle specie e si è occupato per la prima volta non solo della natura selvaggia ma anche delle specie coltivate e allevate come le nostre colture e animali da reddito.

Quali obiettivi concreti persegue ProSpecieRara?

La nostra missione è promuovere la diversità laddove è minacciata nel contesto dell’agricoltura e, se necessario, lavorare per reintrodurla. Un aumento della diversità nei campi e nei pascoli porta automaticamente a una maggiore biodiversità generale.

Perché dovremmo riportare in auge antiche varietà di patate quando si sono dimostrate troppo poco resistenti? Non è un po’ come per le lingue? Ne vale la pena?

Mi piace il confronto con le lingue. La lingua esprime una cultura, una mentalità, un’individualità e una provenienza. Se tutti parlassimo la stessa lingua, perderemmo la nostra appartenenza regionale e molte delle nostre caratteristiche individuali e delle nostre unicità. La biodiversità è cruciale per la nostra sopravvivenza e le patate ne fanno parte.

Negli ultimi anni i pomodori della grande distribuzione sono diventati quasi insapori. Cos’è successo?

L’obiettivo della coltivazione non è mai stato il miglioramento del sapore ma soprattutto l’abbondanza e la sicurezza del raccolto. Poi vengono la facilità di stoccaggio e trasporto. Questi obiettivi vengono spesso promossi a spese del valore nutrizionale e del sapore. Ad oggi, paghiamo le nostre verdure al chilo e non a seconda della qualità delle sostanze nutritive contenute. Se le cose stessero in modo diverso, molte varietà tradizionali potrebbero tranquillamente tenere il passo con le varietà industriali.

Questo significa quindi che chi vuole gustare il vero sapore dei pomodori deve acquistare varietà alternative in un negozio bio o coltivarseli da solo. Giusto?

Le varietà rare si trovano anche ai mercati o direttamente dai produttori. Potrebbe essere interessante dare un’occhiata alla nostra carta della diversità, dove è possibile cercare miratamente tra prodotti e regioni. Grazie alla nostra collaborazione con Coop, anche nei loro negozi è disponibile una selezione di varietà rare.

In Brasile è disponibile una varietà incredibile di frutti che qui da noi sono completamente sconosciuti. Cos’ha da offrire la Svizzera?

Beh, anche in Svizzera si possono coltivare e mangiare la sedanina o la scorzobianca. Entrambe vengono seminate già da secoli in Svizzera per l’utilizzo alimentare. L’esotico può essere trovato anche nei nostri giardini in Svizzera. Basta solo fidarsi: con ProSpecieRara potrete ottenere facilmente i semi di queste specie locali ma esotiche.

Cosa succederebbe se lasciassimo che il mondo seguisse il suo corso? Avremmo presto solo ratti, barboncini e cibo insapore?

Il mondo in realtà tornerebbe allo stato selvatico. Senza le cure e la selezione giornaliera, molte delle razze e delle colture attuali si estinguerebbero o tornerebbero allo stato selvatico originale perdendo gradualmente le qualità per cui venivano allevate e coltivate. Le nostre colture necessitano di una cura costante e talvolta anche di piccoli interventi per adattarsi ai cambiamenti delle condizioni.

Maggiori informazioni su prospecierara.ch

Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.

Caricamento in corso ...
Questi sondaggi non hanno, ovviamente, un valore statistico. Si tratta di rilevazioni aperte a tutti, non basate su un campione elaborato scientificamente. Hanno quindi l'unico scopo di permettere ai lettori di esprimere la propria opinione sui temi di attualità.
COMMENTI
 

gooky 1 mese fa su tio
Interessante

Gim 1 mese fa su tio
Le coltivo da 4 anni le trovo deliziose.

Mabilo 1 mese fa su tio
Quest'anno provo a coltivarle, poi le assaggio, non penso che siano molto diverse di gusto dalle normali patate.

Panoramix il Druido 1 mese fa su tio
Risposta a Mabilo
Sono buonissime!

littli 1 mese fa su tio
Mi fanno schifo solo a vederle neanche se mi pagano le assaggio.

Lukas82 1 mese fa su tio
Risposta a littli
Diceva un bimbo di 5 anni alla mamma.....

francox 1 mese fa su tio
Belle, buone e carissime.