Deposit
TI.MAMME
23.02.2021 - 08:000

Infezioni delle vie urinarie: il mirtillo rosso funziona?

Il Nice mette in discussione l'efficacia del frutto dalle numerose proprietà benefiche

Il mirtillo rosso o cranberry è un frutto originario del nord America ormai molto diffuso ovunque, soprattutto grazie alle sue proprietà antiossidanti ed antinfiammatorie. Foglie e bacche di questa pianta sono diventate un elemento fondamentale per combattere problemi a stomaco, fegato e vescica, oltre quelli del diabete. Con particolare riferimento alle infezioni delle vie urinarie, gli effetti benefici del mirtillo rosso si rivelerebbero nella sua capacità ad evitare che i batteri aderiscano alle superfici di rivestimento delle vie urinarie ed in quella di eliminare gli stati infiammatori causati dalle infezioni batteriche. Per questo sono molto diffusi gli integratori alimentari utilizzati contro queste specifiche infezioni, impiegati anche per la prevenzione delle recidive soprattutto femminili. 

Il britannico National Institute for Health and Care Eccellence, però, ha aperto una discussione in merito all'efficacia del mirtillo rosso contro le infezioni urinarie, sgretolando una convinzione molto diffusa tra le donne. Secondo il Nice, infatti, nonostante il risultato di alcuni studi che sostengono l'utilità del frutto nella cura e la prevenzioni delle infezioni delle vie urinarie, mancherebbero sufficienti evidenze scientifiche grazie alle quali raccomandare l'utilizzo degli integratori a base di cranberry per questa finalità. Mark Baker, direttore del centro sulle Linee guida del Nice, evidenzia l'importanza di bere molta acqua ed assumere, eventualmente, antidolorifici per curare tali problemi che, di solito, l'organismo è in grado di curare da solo. 

In caso di complicazioni o mancata guarigione in un paio di giorni sarà opportuno consultare il medico per una prescrizione antibiotica della quale è preferibile non abusare al fine di non causare una resistenza antimicrobica che vanifica, in genere, gli effetti di questi farmaci. L'utilizzo di integratori a base di mirtillo rosso, comunque, non è da escludere considerati i possibili benefici anche in caso di gengiviti ed artrite reumatoide e nel controllo della glicemia. L'importante, come sempre, è non eccedere perché tra le controindicazioni legate all'uso di questo frutto c'è l'interferenza con il wafarin, farmaco anticoagulante. Ed anche in gravidanza ed allattamento, inoltre, è preferibile il consiglio del medico prima dell'assunzione di integratori a base di cranberry.

TMT (ti.mamme team)

Seguici anche su Facebook e Instagram


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-02-26 20:20:19 | 91.208.130.89