Keystone
Harry a Edimburgo
REGNO UNITO
26.02.2020 - 13:300

Rientrato per la prima volta dal Canada, il principe Harry ha chiesto di essere chiamato solo per nome

Il secondogenito di Diana non si sente già più un'Altezza Reale

In visita a Edimburgo per uno dei suoi ultimi impegni ufficiali, il Duca del Sussex ha messo subito al bando le formalità

EDIMBURGO - Di ritorno per la prima volta dal Canada, il principe Harry ha subito messo in chiaro di non sentirsi già più una “Altezza Reale”. Ospite di un forum sul turismo sostenibile a Edimburgo, in Scozia, ha chiesto agli organizzatori di essere presentato solo come “Harry” e non come “Sua Altezza Reale il Duca del Sussex”, titolo che potrebbe ancora usare fino a fine marzo.

«Ha detto chiaramente che avremmo dovuto chiamarlo tutti Harry, quindi, signore e signori, date per favore un caloroso, grosso benvenuto scozzese a Harry», lo ha presentato la moderatrice del summit sull’ecoturismo di Tavalyst, Ayesha Hazarika, come riporta il Daily Mail.

Già in gennaio, quando aveva annunciato la fine dei suoi impegni ufficiali come membro della Famiglia reale, il secondogenito di Diana aveva chiarito di parlare ai giornalisti «non come principe, non come duca, ma come Harry, la stessa persona che molti di voi hanno visto crescere nel corso degli ultimi 35 anni».

Quella di Edimburgo è una delle ultime uscite pubbliche di Harry come membro attivo di casa Windsor. A decorrere dal 31 marzo, lui e la moglie Meghan non potranno più utilizzare il titolo di “Loro Altezze Reali”, pur ritenendolo. Il loro ritiro a vita privata è diventato noto come “Megxit”.  

Il summit sul turismo sostenibile in corso a Edimburgo vuole tra le altre cose invitare le persone a fare scelte più consapevoli dal punto di vista ambientale, rendendole per esempio più attente sull’impronta ecologica dei loro viaggi. A tal fine, Harry ha coinvolto grandi piattaforme come Booking, SkyScanner, TripAdvisor e Visa. 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-06-03 09:19:30 | 91.208.130.85