mobile report Segnala alla redazione
Il castello-albergo Val Sinestra
GRIGIONI
31.10.2018 - 07:000

A letto con gli spiriti nella Val Sinestra

Diversi luoghi in Svizzera si prestano per vivere Halloween, tra leggende e superstizioni

 

COIRA – In realtà Halloween non ha origini americane, ma è prettamente una festa europea. La tradizione di festeggiare la vigilia di Ognissanti (dall’inglese All Hallows' Eve Day, che è stato poi contratto in Halloween) ha infatti origini inglesi, più precisamente celtiche. 

Per queste popolazioni antiche, la cui sopravvivenza si basava principalmente sull'agricoltura, l'anno nuovo iniziava il 1° novembre. Nella notte del 31 ottobre si festeggiava Samhain, ovvero la fine dell'estate, per ringraziare gli spiriti dei raccolti fatti. A quei tempi era infatti credenza comune, che nella notte di fine estate, le barriere tra il mondo dei vivi e quello degli spiriti si assottigliassero tanto da permettere a questi di tornare sulla terra. 

Un luogo conosciuto per la presenza di spiriti è la Val Sinestra. La si raggiunge lungo uno splendido itinerario fra pianori solatii, prati magri e grandiose vedute sulle montagne e villaggi tipici. Superato Sent, comune famoso per le sue case riccamente decorate, ecco un antico centro di cura. Si tratta dell’Hotel Val Sinestra, una costruzione molto particolare di 11 piani, metà castello e metà clinica. La sua storia ci riporta al secolo scorso, ma la sua parte più scura è iniziata negli anni quaranta. Si racconta che il suo proprietario di allora, Peter Kruit, un olandese intenzionato a trasformare la costruzione in un albergo, fu accolto sull’uscio da uno spirito con urli strazianti. Si spaventò così tanto che si rimise in auto e viaggiò per tutta la notte fino al mare del Nord… Oggi il Val Sinestra è un albergo low cost abitato da turisti e… da spiriti. Si parla di fantasmi che agitano catene, di strepitare di ossa,… il campo di attività per i medium e altre persone sensibili!

In Svizzera vi sono altri luoghi ‘speciali’, da notte di Halloween: nella regione del Napf troviamo la gola dell’Änziloch dove si aggira una vergine spiritella oppure nel tunnel del Belchen (canton Basilea campagna) dove è stata avvistata una spiritata. Infine, a Stans in una casa del 1862, appartenuta al consigliere nazioanle Melchior Joller, si possono sentire rumori di porte che sbattono, fantasmi che bussano. E da voi?

Testo a cura di Claudio Rossetti

Contatto: newsblog@viaggirossetti.ch 

Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2018-12-14 21:21:24 | 91.208.130.86