Freepik
ULTIME NOTIZIE Target
TARGET
2 gior
Come non far bloccare la nostra attività da un (eventuale) nuovo lockdown
Ecco come molti dei business a rischio possono affrontare le conseguenze di un aumento dei contagi
TARGET
3 gior
3 step per vendere online oggetti di design e arredamento
Creare un brand e farlo conoscere, raggiungere e assistere i clienti, renderli ambasciatori: ecco da dove cominciare
TARGET
1 sett
Nel social delle immagini, i testi fanno la differenza: come fare SEO su Instagram
Alcuni consigli per far risaltare i nostri contenuti foto e video, senza sponsorizzazioni, ma grazie alle... parole
TARGET
1 sett
Architetti e studi di progettazione: come emergere grazie al web marketing?
Ecco 3 idee pronte all’uso per iniziare a costruire la propria reputazione e il proprio business anche online
TARGET
1 sett
SEO per Facebook: come portare visitatori a una pagina social direttamente dai motori di ricerca
Ecco alcuni modi alternativi per far trovare i nostri contenuti organici sulla piattaforma più celebre del Mondo
TARGET
2 sett
Cosa fanno i tuoi concorrenti su internet? Come puoi differenziarti efficacemente e/o superarli?
Osservare le mosse e i numeri dei competitor sul web può migliorare la strategia d’azione. Ecco come farlo
TARGET
3 sett
Social update: le principali novità di settembre/ottobre 2020
Da Messenger a Pinterest, da WhatsApp a “The Social Dilemma”, ecco cos’è successo e succederà in queste settimane
TARGET
3 sett
Google e Facebook ci ascoltano? Ecco la verità di ricerche ed esperti
Ci stupiamo, spesso, nel vedere quanto i banner e le inserzioni che vediamo sul web siano adatti a noi. Cosa c’è dietro?
TARGET
1 mese
Brand protection su Google: difendi il tuo marchio (o attacca frontalmente la concorrenza)
Come evitare che i concorrenti compaiano per primi quando i clienti cercano noi (o apparire noi quando cercano loro)
TARGET
1 mese
3 step da seguire per creare la landing page perfetta
Ecco cosa fare per accogliere al meglio i tuoi potenziali clienti, a un passo dal contatto o dall’acquisto
TARGET
1 mese
Pregi e difetti della nuova versione di Facebook
Grafica semplificata, sfondo scuro, riorganizzazione del feed: come stanno reagendo utenti e addetti ai lavori?
TARGET
1 mese
Google Shopping: che cos’è e come possiamo usarlo per aumentare le vendite
Dal noto motore di ricerca, un tool intuitivo e gratuito per far trovare prodotti e servizi dove la gente li cerca
TARGET
1 mese
Fare pubblicità su Spotify: un modo creativo ed efficace per far crescere il proprio business
Ecco possibilità e vantaggi offerti dalle inserzioni sul servizio di streaming musicale più popolare e diffuso al Mondo
TARGET
1 mese
È boom dei social media tra gli over 55 svizzeri. Tutti i numeri del digitale nel 2020
Crescono Facebook e Instagram e impennano TikTok, i laptop e lo streaming, ma non a scapito dei media tradizionali
TARGET
1 mese
Perché devi assolutamente usare Pinterest per promuovere la tua attività
Numeri, strumenti e potenzialità di un social sottovalutato, ma efficacissimo per la crescita di molti business
TARGET
1 mese
A scuola di marketing dal porno, tra dati, ironia e impegno sociale
Anticonvenzionale e di successo: cosa può insegnare PornHub, penalizzato da Google e dai social, a ogni altro business
TARGET
1 mese
E se arrivasse una seconda ondata? Così le attività locali possono farsi trovare preparate
3 consigli pratici per i business più legati all’andamento dei contagi, e per chi ha necessità di cashflow costante
TARGET
1 mese
I tuoi clienti sono aziende e professionisti? Ecco come trovarne di nuovi con il web
Questi sono i canali e i contenuti migliori per promuoversi in ogni fase del processo d’acquisto, se lavori nel B2B
TARGET
1 mese
Le tendenze social dell’Estate 2020: quali sfruttare per promuovere al meglio il proprio business
Non basta usare l’ultima app o formato, per avere successo. Ciò che serve ha due parole d’ordine: coinvolgimento, numeri
TARGET
21.09.2020 - 10:530

WhatsApp Business: che cos'è e come può aiutare le imprese locali

Esaminiamo i tanti pregi dell’applicazione di messaggistica creata per aiutare aziende e clienti a comunicare tra loro

In un periodo storico in cui gli strumenti digitali stanno facendo la differenza per realtà economiche delle più disparate dimensioni, un nuovo protagonista ha cominciato da mesi a fare capolino sul web: si tratta di WhatsApp Business, un’applicazione parallela alla principale WhatsApp Messenger, la piattaforma di messaggistica che conta ormai due miliardi di utenti nel mondo.

Sono quindi moltissime le persone che la utilizzano per scambiarsi messaggi, foto, documenti, video con i propri cari e con i gruppi di amici e parenti. Lo strumento è talmente comodo e veloce, che ha velocemente soppiantato gli SMS, ormai ritenuti obsoleti da molti degli stessi utenti, così come da tanti esperti di marketing che si occupano di creare campagne pubblicitarie.

Il lato business di WhatsApp, infatti, non ha tardato a mostrarsi: ancora prima che nascesse l’app specifica e strutturata, molti professionisti nel mondo dei servizi e del retail avevano già cominciato a utilizzarla per comunicare con i propri clienti, approfittando della sua praticità.

WhatsApp Business è nata per andare incontro a queste nuove esigenze e migliorare ancora di più l’esperienza per le attività che scelgono la piattaforma. Dal lato dell’utente, nulla cambia rispetto a un classico scambio di messaggi sull’app: sono i gestori delle realtà commerciali ad avere vantaggi e semplificazioni. Vediamo insieme come, nello specifico, questo strumento può integrare la comunicazione via web di queste attività.

 

WhatsApp Business: come funziona?

Si tratta di una vera e propria app, autonoma rispetto al WhatsApp “classico”. Si può scaricare in via del tutto gratuita dagli store Android e iOS e, a detta dei suoi stessi creatori, è nata proprio per permettere una comunicazione più agile tra le aziende e i clienti.

Una volta scaricata l’app, è possibile creare il proprio profilo aziendale: ciò significa che tra le informazioni specifiche della nostra attività potremo inserire tutti i dettagli più utili agli utenti, come indirizzo, contatti o sito web, affinché essi possano consultarli con facilità. Chi utilizzerà WhatsApp Business per il proprio lavoro non dovrà rinunciare, sullo stesso telefono, ad avere anche la versione “normale” dell’app per potersi tenere in contatto con i propri amici privatamente.

Le funzioni di messaggistica di cui dispone sono, ovviamente, più numerose, e studiate per tornare utili a una realtà commerciale. Attraverso l’app, sarà possibile formulare un messaggio di benvenuto dedicato a chi ci scrive per la prima volta, oppure una comunicazione di assenza per informare gli utenti sulla nostra reperibilità. Se lo vorremo, sarà anche possibile creare delle risposte automatiche che funzionano in modo molto simile ai chatbot, per assicurarci che i nostri clienti abbiamo un riscontro veloce e preciso sulle domande più frequenti che ci vengono poste.

Tra i vantaggi pratici dell’utilizzo di WhatsApp Business figura anche la possibilità di collegare e sincronizzare questo account alla pagina Facebook. Chi preferirà contattarci su WhatsApp invece che su Messenger, quindi, avrà modo di farlo in maniera veloce e intuitiva. Non solo: è possibile anche dare la possibilità, all’interno di un’inserzione a pagamento, di inserire un pulsante che rimandi direttamente a una conversazione su WhatsApp. Invece del classico “Invia un messaggio” su Messenger, di conseguenza, con un semplice tap si potrà inviare un messaggio su WhatsApp.

Non dimentichiamo una caratteristica chiave di tutte le piattaforme deputate al marketing digitale: le statistiche. Anche WhatsApp Business, infatti, mette a disposizione di aziende e professionisti un servizio di analytics utile a scoprire di più sul proprio pubblico e a migliorare le proprie strategie promozionali. Monitorando, ad esempio, quanti e quali messaggi vengono letti, potremo capire dove la nostra comunicazione presenta lacune o punti di forza.

 

Perché inserirlo nella propria strategia di marketing?

Siamo entrati, ormai da qualche tempo, in quella che si definisce “l’era del marketing conversazionale”. Disponendo degli strumenti per farlo, infatti, gli utenti preferiscono la comunicazione diretta e interattiva con le aziende e sulle aziende, e si aspettano che queste intavolino un dialogo con loro, in cui gli interlocutori siano sullo stesso piano, e si ascoltino a vicenda.

Per questo, molte piattaforme stanno integrando dei chatbot specifici che, automatici o no, dimostrino subito ai clienti che i professionisti e le imprese sono disponibili a confrontarsi con loro. Per lo stesso motivo, WhatsApp Business può diventare un prezioso strumento, non solo per ottimizzare le comunicazioni a senso unico, informando i clienti sui nostri aggiornamenti, ma anche per offrire un canale intuitivo e veloce tramite cui formulare domande, richieste e fornire feedback.

Questo filo diretto non deve per forza limitarsi alle fasi che precedono o seguono l’acquisto, ma può - e dovrebbe - rimanere aperto in ogni momento dell’esperienza di acquisto, che in questo modo sarà più facilmente personalizzabile, supportata da un’assistenza presente e umana, si concluderà prima, più spesso e con maggiore gratificazione da entrambe le parti.

Affinché lo strumento dia i risultati sperati, però, è bene assicurarsi che esso sia integrato alle piattaforme che portano i clienti a contattarci: Facebook e Instagram Ads, ad esempio. E poi, anche un semplice messaggio automatico dovrà allinearsi il più possibile con l’identità dell’azienda, con il suo tone of voice generale, con gli obiettivi che si prefigge.

 

Sempre più spesso, le piattaforme web cambiano, e si adattano non soltanto alle esigenze della comunicazione privata, ma anche a quelle di chi vuole integrare il loro utilizzo nelle proprie strategie di promozione e vendita. Si tratta di un trend ormai consolidato, che ha spinto tanti esperti del settore a mettersi in campo per aiutare le aziende a valorizzarle, traendone risultati in termini di visibilità e aumento del business. Se anche tu vuoi avvicinarti a clienti attuali e potenziali e comunicare con loro su canali veloci ed efficaci, contattaci per una consulenza gratuita. Sapremo indicarti come e perché investire nel digital marketing, al fine di ottenere il successo che desideri.

 

Articolo a cura di Linkfloyd Sagl, agenzia di marketing e comunicazione in Ticino.


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-10-27 22:05:35 | 91.208.130.86