Unsplash
ULTIME NOTIZIE Target
Target
2 gior
La corsa di Instagram contro TikTok: ufficiale l’estensione delle Stories a 1 minuto
Un’ottima notizia per chi le utilizza e vuole evitare la frammentazione dovuta alla durata massima di 15 secondi
Target
1 sett
Travel blogger e influencer: che cosa fanno e quanto sono efficaci nel promuovere il territorio
«Non vendiamo: raccontiamo e siamo credibili. Così influenziamo gli utenti». Ne abbiamo parlato con Veronica Crocitti
Target
1 sett
Come sfruttare il principio di scarsità, una delle leve di marketing più potenti
Paura di perdere un’occasione: perché disponibilità e tempo limitati ci fanno ritenere indispensabili prodotti e servizi
Target
2 sett
8 errori che ostacolano il posizionamento del vostro sito su Google
Sottovalutare alcune regole SEO incide sul valore attribuito alle pagine come risposta alle ricerche degli utenti
Target
3 sett
Più lavoro per gli indipendenti: LinkedIn lancia Service Marketplace
Pensato per professionisti e aziende di consulenza B2B, permetterà di trovare opportunità professionali a breve termine
Target
3 sett
Marketing per il turismo e gli alberghi: errori, opportunità, scenari futuri
«Gli ospiti sono al centro. Ma non tutti lo hanno ancora capito». Stefano Mazzamuto ci svela i nuovi trend del settore
Target
4 sett
La svolta di Instagram: ora chiunque potrà inserire i link nelle Stories
Finisce l’era dell’esclusività, dello “Swipe Up” e dei 10mila follower necessari a collegarle con un contenuto esterno
Target
1 mese
Postare su Instagram da pc: ora (finalmente) sarà possibile per tutti
Dopo Creator Studio per pagine e account business, arriva l’attesissimo Instagram Desktop Posting
Target
1 mese
Addio alle pagine dei risultati di Google: arriva lo scorrimento continuo
Quanto servirà adesso posizionarsi al meglio sui motori di ricerca, e come cambieranno le tecniche SEO per riuscirci?
Target
1 mese
Facebook è morto, lunga vita a Facebook! (Seconda parte)
Scandali politici, un algoritmo penalizzante, aumento dei costi per l’advertising: il social di Zuckerberg è a rischio?
Target
1 mese
Facebook è morto, lunga vita a Facebook! Parte 1 di 2
Reach organica ai minimi, problemi di dati e privacy, fuga dei giovani. Ha ancora senso investire su questo social?
Target
1 mese
Il successo su Instagram? È questione di formato
Ogni tipo di contenuto che possiamo pubblicare sulla piattaforma ha degli scopi precisi: scopriamoli tutti insieme
Target
1 mese
Bias: pregiudizi della mente che ci inducono in errore. E che i marketer utilizzano
Molte scelte quotidiane, anche d’acquisto, sono legate a scorciatoie mentali rapide, impulsive e spesso illogiche.
Target
2 mesi
Ecco le parole che migliorano le vendite creando emozioni
Alcune espressioni delle campagne pubblicitarie aumentano la percezione di fiducia ed empatia e il desiderio d’acquisto
Target
2 mesi
Pricing psicologico: come determinare sempre il prezzo giusto
Minuscole variazioni incoraggiano i clienti a comprare determinati prodotti piuttosto che altri: scopriamole insieme.
TARGET
25.06.2020 - 09:360

Non solo traduzioni: come promuoversi all’Estero e in Svizzera interna

Quando comunichiamo in un’area che conosciamo meno, i fattori di cui tener conto per avere successo si moltiplicano

Molto da capire per elaborare una strategia prima, altrettanto da tenere sotto controllo durante la sua esecuzione: realizzare una campagna promozionale sul web a livello locale e nella lingua che conosciamo. Sono tantissimi i fattori di cui tenere conto anche solo per testare al meglio le proprie idee e verificarne la bontà.

Ma cosa succede quando dobbiamo spingere un brand, un prodotto o un servizio a livello nazionale, in Svizzera interna o addirittura all’estero?

Non basta certo limitarsi a una traduzione letterale dei testi dei post o delle immagini. Ciò con cui ci confronteremo sono potenziali clienti - o buyer personas - completamente diversi: la loro quotidianità è differente, così come le loro attitudini nei confronti della pubblicità, le loro opinioni su determinati argomenti, la loro cultura. Le persone vanno studiate nel loro contesto, che determina quindi fortemente non solo la lingua da utilizzare, ma le modalità con cui usarla, i canali da scegliere, le leve da utilizzare.

Il discorso, ovviamente, si estende anche alle campagne di marketing avviate offline. Un pubblico di un’altra regione linguistica o di un’altra nazione vive in modo differente dal nostro: a volte, le discrepanze sono poche e impalpabili, ma talora sono molte, grandi e non sempre evidenti.

Come possiamo, quindi, risolvere queste incognite e procedere con serenità nella progettazione di una campagna altrove? Abbiamo messo insieme una breve checklist con le valutazioni che è opportuno fare, quando si decide di muoversi su un territorio altro.

 

  • Impara a conoscere il tuo nuovo pubblico

Scopriamo, all’inizio, come si discute del brand, del settore, del prodotto o del servizio in quell’area. Chi usa quali parole chiave? Chi sono i nostri clienti tipo e che caratteristiche hanno? Quali sono le abitudini online? Come si comportano sui social? Quali interessi hanno?

Naturalmente, le domande varieranno al variare dell’oggetto della promozione, ma la conoscenza approfondita delle buyer personas è imprescindibile, per ideare una valida strategia.

Il web mette a disposizione alcuni strumenti, a questo proposito, che potranno sicuramente tornarci utili, se coadiuvati dal supporto di un madrelingua (o di un parlante C1-C2 avanzato) che conosca le espressioni gergali e pure la cultura del territorio in cui vogliamo addentrarci.

 

Oltre a varie piattaforme di listening (“ascolto” delle discussioni pubbliche sui social media) e ai nostri partner di SEMrush, che menzioniamo per l’analisi delle keywords insieme a tools gratuiti come il Keyword Planner di Google Ads e Neil Patel, vogliamo approfondire l’utilità di Google Trends, un portale che più volte integra ricerche di carattere sociale, e non solo pubblicitario.
Attraverso questo sito, infatti, individuando una query di ricerca, potremo consultare grafici e statistiche che ci daranno un’idea di quanto la locuzione scelta sia popolare tra il pubblico selezionato. Proprio così: all’occorrenza, sarà possibile isolare e confrontare gli insights di una determinata nazione, regione o città.

Un altro praticissimo portale da utilizzare è Insights To Go, che propone molti dati e input di cui tenere conto nelle nostre ricerche di mercato, regolabili da alcuni filtri che permettono di affinare le nostre indagini. Parliamo di incroci tra interessi e nazionalità del pubblico, tipo di industry per cui lavoriamo, dati demografici (donne, uomini, genitori, millennials, boomers, ecc), e trend di campagne già fatte con le piattaforme controllate da Zuckerberg (Facebook, Messenger, Instagram, WhatsApp). Insights To Go non fornisce ancora dettagli su ogni nazione del Mondo, ma, se non vogliamo rinunciarvi, è comunque possibile ottenere dei dati a livello globale.

 

  • Osserva i competitor che si trovano nella tua area di interesse

Se il brand, il servizio o il prodotto che promuoviamo ha già dei concorrenti nell’area di interesse, una ricerca dettagliata sui competitor è d’obbligo. Scoprire le dinamiche che intercorrono tra chi dovremo scalzare, per ottenere quote di mercato, e la loro relazione con i clienti è un must. Anche attraverso una ricerca su Google o su Facebook, che permettono di filtrare i risultati in base a diversi fattori, potremo raccogliere molte informazioni utili su come queste realtà gestiscano la loro comunicazione online, e prendere spunto da best practices e cattivi esempi già messi in campo.

 

  • I testi vanno adattati, non solo tradotti

Usare Google Translate o Deepl è assolutamente vietato! Per quanto una traduzione letterale possa essere tecnicamente corretta, non è detto che il senso delle frasi in un nuovo contesto sia il medesimo di origine.
Tradurre bene significa adattarne anche le sfumature meno immediate, poiché le lingue cambiano in base a moltissimi fattori: alcune costruzioni grammaticali possono risultare forzate, alcuni termini possono risultare ambigui, avendo più significati, e il significato generale del discorso deve avere coerenza anche nella lingua di traduzione. Si tratta di accorgimenti che fanno una differenza fondamentale.

 

In conclusione, se nel vostro team non ci sono traduttori/adattatori madrelingua con conoscenze di marketing, né professionisti del digitale con esperienza nella realizzazione di campagne in regioni o paesi diversi dal Ticino e dall’Italia, vi consigliamo di affidarvi a degli esperti esterni: a fronte di un investimento proporzionato, avrete la certezza che le vostre campagne saranno non solo comprese appieno, dai destinatari del vostro messaggio, ma anche efficaci nel loro confronti.

Sei un imprenditore o un professionista? Pensi che i tuoi prodotti e i tuoi servizi possano interessare a persone che si trovano in Svizzera interna o all’Estero? Contattaci per una consulenza gratuita: abbiamo già aiutato diverse realtà a promuoversi a livello nazionale e internazionale, attraverso strategie di marketing digitale create su misura, caso per caso, area per area. Raccontaci la tua storia e i tuoi obiettivi: realizzeremo la campagna perfetta per te.

 

Articolo a cura di Linkfloyd Sagl, agenzia di marketing e comunicazione in Ticino.

Facebook Insights To Go
Ingrandisci l'immagine

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-11-27 16:03:09 | 91.208.130.85