Archivio Keystone
Richard Yu, CEO di Huawei
FRANCIA
26.03.2020 - 18:570

Huawei ha presentato il suo nuovo smartphone, ecco il P40

Il prezzo del P40 dovrebbe oscillare tra 850 e 1'500 franchi, a seconda della versione, e sarà disponibile dal 7 aprile

PARIGI - Il gruppo cinese Huawei ha presentato al mondo, attraverso una videoconferenza su YouTube, il suo nuovo smartphone P40, che fa a meno dei servizi di Google e che offre invece uno store di software e servizi propri.

Huawei aveva già presentato il suo nuovo telefono Mate in autunno, ma il nuovo P40, lo smartphone vetrina di Huawei con prestazioni fotografiche avanzate e compatibilità 5G, segna definitivamente l'ingresso del gigante cinese in un mondo senza Google.

Dovrebbe contribuire a dimostrare che Huawei può creare un ambiente "alternativo" al gigante americano, facendo appello ai fornitori di contenuti - che dovranno adattare le loro applicazioni a Huawei - e naturalmente agli utenti finali.

Come simbolo di questa emancipazione, il nuovo P40 offre il motore di ricerca franco-tedesco Qwant, un concorrente di Google, in una versione già installata sui suoi dispositivi venduti in Francia, Germania e Italia.

Huawei, che nel 2019 era il secondo produttore di smartphone al mondo in termini di quota di mercato (circa il 17%) dopo Samsung, non può più lavorare con Google perché da un anno a questa parte è soggetto a restrizioni di accesso alle tecnologie americane. L'amministrazione Trump ritiene infatti che il gruppo cinese sia potenzialmente pericoloso per la sicurezza interna degli Stati Uniti e ha vietato ai gruppi statunitensi di farci affari.

Per il momento, la gamma Huawei offre ancora dispositivi che utilizzano i servizi di Google, ma scompariranno gradualmente. Il prezzo del P40 dovrebbe oscillare tra 850 e 1'500 franchi, a seconda della versione, e sarà disponibile dal 7 aprile, secondo Huawei.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
seo56 3 mesi fa su tio
Bella schifezza!
lo spiaggiato 3 mesi fa su tio
@seo56 Detto da uno che compra esclusivamente telefoni made in China fa proprio ridere... :-))))))
miba 3 mesi fa su tio
...un mondo senza Google. Questa sì che è una buona notizia!
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-08 07:31:19 | 91.208.130.85