Keystone
STATI UNITI
10.02.2019 - 16:100
Aggiornamento 17:04

Crisi degli oppiacei: le proteste bloccano il Guggenheim e il Met

Nel mirino l'OxyContin, un potente antidolorifico al centro della letale epidemia di overdose

NEW YORK - False pillole e false ricette mediche: la fotografa Nan Goldin e un gruppo di manifestanti hanno bloccato Guggenheim e Metropolitan Museum a New York per protestare contro i legami delle due istituzioni con i Sackler.

Si tratta di mecenati delle arti, ma anche della famiglia proprietaria della casa farmaceutica che da quasi trent'anni produce l'OxyContin, il potente antidolorifico al centro della letale epidemia di overdose che ogni anno uccide decine di migliaia di persone in America.


Keystone

La Goldin - lei stessa ha rischiato di morire dopo che le era stato prescritto l'OxyContin - e gli altri manifestanti hanno cantato slogan contro i Sackler e distribuito false boccette di pillole, mentre dall'ultimo piano della rotonda di Frank Lloyd Wright piovevano foglietti di carta: finte ricette mediche che prescrivevano l'antidolorifico. La protesta si è poi spostata al Met che ha un'intera ala intitolata alla famiglia proprietaria di Purdue Pharma.

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-02-22 20:33:01 | 91.208.130.86