Immobili
Veicoli

Viaggi & Turismo“Calvis semper fidelis” a Genova!

17.11.22 - 15:40
Reportage alla scoperta della Corsica, ricca di natura, cultura e gastronomia (terza parte)
Foto CR
“Calvis semper fidelis” a Genova!
Reportage alla scoperta della Corsica, ricca di natura, cultura e gastronomia (terza parte)

Balagne è il nome dato alla regione a nord-ovest dell'isola. È un'area molto fertile con molte baie e piccole città. Sparsi tra le colline della fascia pedemontana si trovano alcuni piccoli e ancora molto autentici villaggi di montagna corsi. La particolarità di questi villaggi della Balagne è che le antiche strutture e usanze e il tipico stile di vita corso con i suoi prodotti artigianali si sono conservati fino ad oggi. I cartelli ("Strada di l'Artisgiani") indicano queste botteghe a volte nascoste. Ceramiche, pasticcerie (anche biscottifici), caseifici, falegnami, gioiellieri, coltellinai (coutellerie), scultori e molti altri presentano i loro tesori unici nei loro piccoli studi o nei mercati locali e meritano sicuramente una visita. Oltre alla cultura, la regione costiera è dominata da un impressionante mondo montano con molte vette che superano i 2 mila metri. Qui sono possibili molti percorsi escursionistici con diversi gradi di difficoltà.

La regione di Calvi è anche conosciuta come la regione dei principianti per i nuovi arrivati in Corsica. La maggior parte dei voli diretti da Germania, Austria e Svizzera atterrano qui. L'"Aéroport Calvi-Sainte-Catherine" si trova appena fuori dalla città portuale. Vengono offerti anche trasferimenti dall'aeroporto ad alcune strutture ricettive. Inoltre, la spiaggia e la città sono solitamente raggiungibili a piedi, il che è un grande vantaggio e piuttosto raro per la Corsica.

In lingua corsa: Isula Rossa o Paoliville prende il nome dalle rocce di granito dell'isola di La Pietra, che brillano di rosso al tramonto, e fu fondata nel XVIII secolo dal combattente per la libertà Pasquale Paoli. La piccola città portuale è una vivace località balneare in estate, dotata di buone infrastrutture: non mancano ristoranti, caffè di strada e negozi. Una visita mattutina al mercato aperto di Ile Rousse è particolarmente interessante. Qui hai la possibilità di acquistare una varietà di prodotti regionali ogni mattina. Piazza Paoli, ombreggiata da platani, è il cuore della città e un luogo di incontro socievole per giovani e anziani. La piccola spiaggia di sabbia bianca con il mare blu turchese è anche un luogo ideale per un picnic.

Calvi è uno dei centri turistici più frequentati dell'isola e la più bella delle cittadelle. La baia, lunga 5 chilometri e a forma di mezzaluna, è coronata dall'imponente sfondo delle montagne. I vivaci vicoli del centro storico e della cittadella, così come il lungomare del porto, costeggiato da numerosi caffè e ristoranti, ti invitano a fare una piacevole passeggiata in città. La leggenda narra che Cristoforo Colombo provenisse da Calvi, che all'epoca faceva parte dell'impero genovese. Poiché gli elementi in parte sovversivi dell'isola all'epoca davano ai suoi abitanti una cattiva reputazione, ci si aspettava che Colombo nascondesse il suo esatto luogo di nascita.

Il motto tradizionale "Calvi semper fidelis" si riferiva originariamente alla sua fedeltà alla Repubblica di Genova. Nel 1278, la Repubblica vi costruì un centro abitato chiuso ("préside") e nel 1491 vi costruì un nuovo castello per essere armata contro le nuove tecniche di guerra, soprattutto i progressi nel campo dell'artiglieria. Durante la guerra della Rivoluzione Francese, le truppe britanniche guidate dall'ammiraglio Nelson e dal tenente generale Charles Stuart conquistarono la città durante l'assedio di Calvi. L'ammiraglio Nelson subì la ferita che poi gli costò l'occhio durante il bombardamento di Calvi.

Nei prossimi giorni continuerò lungo il perimetro di quest’isola in previsione di un viaggio in programma nei prossimi anni. Un’occasione per scoprire le città, i monumenti, gli angoli pittoreschi, gli alloggi e i ristoranti tipici. Seguitemi!

I precedenti articoli di questo reportage sono stati pubblicati il 31 ottobre e 12 novembre.

 

Testo a cura di Claudio Rossetti

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE