Immobili
Veicoli

SVITTOStoos al 110% con la funicolare da record

28.03.22 - 07:41
Viaggio alla scoperta della natura, tecnologia e cultura della “culla della Svizzera”
CR
SVITTO
28.03.22 - 07:41
Stoos al 110% con la funicolare da record
Viaggio alla scoperta della natura, tecnologia e cultura della “culla della Svizzera”

SVITTO - Nel cuore della Svizzera è stata realizzata un’innovazione tecnica da record: la funicolare più ripida al mondo, che collega Svitto a Stoos. Fin dalla sua inaugurazione nel dicembre del 2017, questa infrastruttura di notevole richiamo turistico è stata ammirata da un gran numero di visitatori provenienti non solo dalla Svizzera ma da tutto il mondo. Una regione che può facilmente essere raggiunta dal Ticino in meno di due ore di auto! Perché allora non andarci per una bella gita primaverile o un finesettimana in quota a godersi un po’ di frescura invernale.

Le cabine della funicolare, dalla forma circolare, si adattano perfettamente al percorso in modo da mantenere sempre assolutamente orizzontale la base. Questo per garantire ai passeggeri il massimo del comfort con una pendenza che arriva al 110% (47 gradi). Non un’impresa da poco! 

La nuova funicolare collega la stazione a valle di Hinteres Schlattli direttamente al villaggio di Stoos. In pratica il nuovo progetto ha sostituito la vecchia funivia ormai datata. Dopo una corsa di 7 minuti, i vagoni dall’aspetto futuristico arrivano a destinazione superando un dislivello di 744 metri su un lunghezza dei binari di 1740 metri.

Il capolavoro è costato ben 88 milioni di franchi svizzeri, rendendo la Stoosbahn probabilmente una delle più costose funicolari del mondo. Il progetto, bello da vedere e innovativo nella sua tecnologia, è stato realizzato da un gruppo di aziende svizzere: Garaventa (costruzione di binari e carrozze), CWA (cabine e piattaforme) e Vetsch Klosters (binari).

Immersa nel paesaggio alpino della Svizzera centrale, la piccola località turistica di Stoos, con i suoi 150 abitanti, si trova a circa 1300 metri di altitudine, offrendo una miriade di attività sportive e del tempo libero. In particolare dalle cime Fronalpstock e Klingenstock si hanno viste mozzafiato delle cime circostanti e del magnifico paesaggio della zona.

Il comprensorio sciistico comprende ben otto impianti di risalita che danno accesso a 35 chilometri di piste. C'è anche un parco dei divertimenti riservato ai piccoli e alle famiglie e una scuola di sci per tutte le età. Anche gli amanti del fondo trovano a Stoos un’offerta comprendente un circuito circolare lungo 10 chilometri di piste preparate. Inoltre, un percorso di 2 chilometri è riservato agli amanti dello slittino e dell'airboard e, naturalmente, vengono anche preparati sentieri escursionistici invernali e percorsi per racchette da neve.

A Stoos, appena scomparsa la neve, attraenti sentieri escursionistici e montani attenderanno gli ospiti in una flora e fauna alpina molto variata. A questa particolare altitudine con il "Moordsspass" si potranno pure approfondire le conoscenze sul tema delle brughiere grazie ad un percorso avventura con diverse installazioni, giochi, divertimento e relax. Saranno inoltre disponibili alcune piste riservate agli amanti della mountain bike e, lungo la strada in due locande alpine, si gusteranno anche delle specialità dei caseifici locali. Tre percorsi marcati per il nordic walking, di vari gradi di difficoltà, forse motiveranno alcuni a scoprire questo sport, oggi molto alla moda.

Il mio reportage nel canton Svitto non termina qui: nel prossimo articolo mi recherò all’abazia di Einsiedeln fondata dal monaco Meinrad da Reichenauer. Intrigati? Seguitemi.

I primi articoli di questa serie sul canton Svitto sono stati pubblicati il 20 e 11 febbraio e l’11 marzo.

Testo a cura di Claudio Rossetti

 

ULTIME NOTIZIE VIAGGI & TURISMO