Segnala alla redazione
Foto Dreamstime
Il Castello di Locarno, sede del “Rivellino”
LOCARNO
17.11.2019 - 08:000

Locarno, sua eccellenza Leonardo!

Durante la conferenza a Minusio si ribadisce la paternità del “Rivellino”

MINUSIO – «Due i profili della questione, che separerei: tipologia, committenza, datazione, e attribuzione a un artefice. Il primo dato è ormai appurato, il secondo resta opinabile benché gl’indizi siano solidi e univoci. Il «Rivellino» del castello di Locarno è un bastione per artiglierie, sia a cielo aperto, sia in casamatta, e cioè in galleria», ha illustrato lo studioso e storico Marino Viganò invitato lo scorso sabato al centro culturale di Minusio dall’Associazione Cristiano. Di pianta pentagonale, con due facce, due fianchi – uno dei quali incassato in una rientranza nel maniero medievale – e una gola rivolta alla parte più antica della fortezza, alto sul livello del lago in origine circa 18 metri, riflette, con caratteristiche assai evolute, il genere di fortificazioni ideate e sperimentate in Italia centrale e meridionale fra il 1470 e il 1503.

I radi documenti residui di funzionari e oratori nel Milanese provano che è commissionato da Charles II d’Amboise, seigneur de Chaumont, grand maître e luogotenente generale per Luigi XII di Valois-Orléans, re di Francia, duca di Milano; che è uno dei molti «rivellini» aggiunti alle piazze milanesi dal giugno 1507 al maggio 1508 per parare un’invasione di Massimiliano I d’Absburgo, re dei Romani, col sostegno dei Cantoni elvetici e delle Leghe grigie; e che pertanto è, in tal senso, “seriale” come periodo della fondazione e circostanze dell’impianto.

In conclusione mi chiedo, ma perché la politica locale e i manager del turismo della nostra regione non “cavalcano” questa scoperta? Quali prove di esperti e periti mancano ancora all’appello? In qualsiasi altro posto del mondo gli operatori si sarebbero mossi con progetti, visite guidate e una specifica segnaletica, solo a Locarno si attende la conferma finale. Il grande maestro Leonardo da Vinci ha progettato una fortificazione militare nella piccola Locarno. Non vale uno sforzo?

 

Testo a cura di Claudio Rossetti

Contatto: newsblog@viaggirossetti.ch 

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-08 17:22:46 | 91.208.130.85