Freepik / Mindandi
ULTIME NOTIZIE Target
Target
20 ore
ROI, questo (s)conosciuto: che cos’è e come prevederlo
Tra le metriche di marketing, ci concentriamo sul Ritorno sull’Investimento insieme a Francesco Micali e Daniele Vinci
Target
4 gior
Ufficio stampa e PR. A cosa serve? Come si fa? Episodio 2
Abbiamo fatto qualche domanda ad altri tre esperti: Matteo Cremaschi, Simone Intelisano e Cecilia Brenni
Target
1 sett
Ufficio stampa e PR. A cosa serve? Come si fa? Episodio 1
Ecco cosa ne pensano gli esperti Benedetto Motisi, Veronica Crocitti e Luca Montagner, impegnati tra Svizzera e Italia
Target
1 sett
Che cos’è la Marketing Automation e come può far crescere un’attività locale
Risparmiare tempo e personalizzare al massimo le comunicazioni ai clienti sono azioni conciliabili. Ecco in che modo
Target
1 sett
Consegne a domicilio e asporto direttamente da Google Maps e My Business? Presto si potrà
Ecco le interessanti novità a favore delle attività locali che saranno presto introdotte dal gigante di Mountain View
Target
2 sett
Vita da cani? Non proprio: ecco come e quanto guadagnano i Pet Influencers
Stimolando le interazioni positive degli utenti, hanno presto attirato l’attenzione (e i soldi) dei brand più importanti
Target
3 sett
Fare il copywriter per i social media? Non basta saper scrivere
Alessia Abrami racconta cosa significhi creare contenuti badando a differenze di canale, tone of voice e obiettivi
Target
3 sett
Comunicare sui social con le immagini: la grafica web secondo gli addetti ai lavori
Deborah Giofrè e Salvatore Di Bella raccontano il backstage delle realizzazioni visive per Facebook e compagnia postante
Target
1 mese
Social Listening: come ascoltare bene per comunicare meglio
Ciò che interessa ai clienti è fondamentale per il successo di un business: ecco come ottenere le informazioni giuste
Target
1 mese
Quanto inquiniamo quando siamo online? C’è da restarne sconvolti. 3 consigli per evitarlo
Il modo in cui usiamo internet ha un impatto negativo sull'ambiente: ecco cosa possiamo fare perché non succeda
Target
1 mese
Ads su Facebook, Instagram e LinkedIn: consigli utili ed errori più comuni
Come possiamo assicurarci che le inserzioni funzionino? Ce lo spiega il nostro Social Ads Specialist, Marco Evangelisti
Target
1 mese
Il rapporto tra Digital Marketing e Sport, secondo l’esperto FIFA
Quanto un ambito sosterrà l’altro e viceversa? Che cosa ci aspetta in futuro? Ne abbiamo parlato con Dario Salvelli
Target
1 mese
Come si fa Instant Marketing e che risultati si ottengono: la parola a Migros Ticino e Unieuro
Perché legare un brand all’attualità? Lo spiegano Piergiorgio Adragna e i responsabili social del gigante arancione
TARGET
1 mese
Marketing e Intelligenza Artificiale: quali opportunità per le attività locali?
Tecnologia e comunicazione crescono a braccetto: ecco come l’AI contribuisce a promuovere prodotti, servizi e vendite
Target
1 mese
Per una comunicazione (online e offline) senza discriminazioni di genere
Elena Ciprietti, Alessia Rotondo e Laura Losito ci spiegano come raccontare un mondo che sta cambiando
Target
1 mese
I contenuti commerciali sui social sono troppi: il solo modo per farsi notare è creare valore
Catturare l’utente in 3 secondi di attenzione si può, se siamo utili, belli e impegnati. Scopriamo il Social Media Value
TARGET
30.03.2021 - 06:000

I tre pilastri degli e-commerce nel 2021

Ad anno ormai inoltrato, scopriamo che cosa sta determinando maggiormente gli acquisti online degli utenti

Gli acquisti online continuano ad essere una delle abitudini più consolidate sul web, accelerata ma non dipendente dalla pandemia. Molte attività che si sono organizzate per rispondere alle nuove “esigenze digitali” dei loro clienti hanno integrato e mantenuto i canali e-
commerce creati nei mesi più aspri di lockdown.

Il 2021 è cominciato con una situazione non tanto diversa quanto avremmo sperato. Ovunque nel mondo continuiamo infatti a non poter tornare a dei consumi regolari nei negozi fisici, di conseguenza il grande trend continua a crescere e non solo: con il trascorrere dei mesi, si sono definite alcune nuove tendenze che ogni impresa e professionista dovrebbe conoscere.


Le vetrine: gli stimoli visivi di Instagram e Pinterest

Sono lontani i giorni in cui la popolarità di un brand - e, di conseguenza, i suoi volumi di vendita - erano determinati solo dal suo posizionamento su Google. Una delle nuove tendenze di questi mesi riguarda proprio le abitudini degli stessi consumatori, che i retailers più accorti hanno presto provveduto a intercettare.

Sono due le piattaforme maggiormente coinvolte in questo particolare trend chiamato social shopping: chi utilizza Pinterest e Instagram può farlo per semplice passatempo, ma molto spesso consulta queste applicazioni sul proprio smartphone con un obiettivo di acquisto già stabilito. Ciò significa che delle pagine su questi social hanno il potenziale di diventare delle validissime vetrine, fondamentali nella parte mediana dei funnel di vendita attuali, con diversi punti di forza per comparare i prodotti e le ispirazioni.

Si tratta innanzitutto di piattaforme estremamente facili da utilizzare, in cui milioni di persone in tutto trascorrono numerose ore della propria giornata: curare la propria presenza su di esse significherà quindi proporre in modo “smart” le risorse che scegliamo di valorizzare per convincere gli utenti ad acquistare. Comprovata la loro accessibilità e popolarità sarà il carattere visivo a fare il resto. È proprio il caso di dirlo: anche l’occhio vuole la sua parte.


Offerte su misura per ogni segmento di pubblico

È assodato che individuare una nicchia e costruirvi uno spazio e un posizionamento per il proprio brand è largamente più proficuo che rivolgersi a un mercato ampio e vario.

Secondo i dati raccolti da Ninja Marketing, il 59% dei clienti considera le offerte su misura un fattore cruciale per realizzare un acquisto: il consumatore di oggi è consapevole delle proprie esigenze ed è disponibile a premiare, con i suoi soldi e la sua fiducia, i marchi disposti ad ascoltare le sue necessità.

Attraverso piattaforme e tools di vario tipo, abbiamo accesso a importanti informazioni riguardo al nostro pubblico, che non si basano su congetture immaginarie, ma su dati di analisi veri e propri: età, genere, professione, studi, interessi, problematiche quotidiane, tutto questo può essere definito o dedotto. Forte di queste conoscenze, ogni brand potrà quindi catalogare il suo pubblico dividendolo in segmenti, sulla base dei fattori che si riterremo più importanti. Per ogni segmento, in seguito, si potrà formulare una determinata offerta, che ponga in evidenza il prodotto o l’aspetto di esso più interessante per quella fascia di target, al prezzo più competitivo per quella fetta di pubblico, aumentando esponenzialmente le nostre possibilità di conversione.


Prendersi cura dei propri utenti/clienti

La crescente importanza della User Experience non è certo una novità del 2021. Ciononostante, è giusto ricordare che il ruolo della UX sta diventando sempre più determinante nel garantire all’utente un processo di acquisto lineare, personalizzato e indisturbato.

L’esperienza di consumo delle persone che fanno la conoscenza del nostro brand non si riduce mai all’unica, singola vendita. La fine di ogni percorso di acquisto è un’occasione per il marchio di definire una relazione con il pubblico, da impreziosire con un eccellente customer care.

Secondo quanto riportato, di nuovo, dal portale Ninja Marketing, il 97% delle persone si basa sulle recensioni dei clienti precedenti per scegliere se acquistare o meno su un determinato canale e-commerce. La UX andrà quindi valorizzata anche in un’ottica di advocacy per il futuro: un cliente soddisfatto sarà più portato a sostenere la reputazione del nostro brand, incoraggiando ulteriori consumatori ad avvicinarsi ai nostri prodotti.


Conosciamo bene il mondo dell’e-commerce e siamo ben consapevoli delle risorse e delle competenze necessarie per farli crescere al meglio. Ci occupiamo proprio di aiutare imprese e professionisti a far crescere il proprio fatturato aumentando le vendite, attraverso una promozione consapevole degli e-shop in rete.

L’importanza di questi ultimi è stata sicuramente sottolineata, come mai prima, dall’arrivo della pandemia: è in questa condizione di pressione che molte attività hanno dovuto scegliere tra il rischio di rimanere indietro e la scelta di digitalizzare le proprie vendite. Contattaci per una consulenza gratuita: sapremo raccontarti approfonditamente come e quanto possiamo aiutarti ad ampliare il tuo business grazie all’online.


Articolo a cura di Linkfloyd Sagl, agenzia di marketing e comunicazione in Ticino.


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-04-17 04:39:33 | 91.208.130.89