Facebook / Unieuro - Bcube / Migros Ticino
ULTIME NOTIZIE Target
Target
3 gior
Ufficio stampa e PR. A cosa serve? Come si fa? Episodio 2
Abbiamo fatto qualche domanda ad altri tre esperti: Matteo Cremaschi, Simone Intelisano e Cecilia Brenni
Target
6 gior
Ufficio stampa e PR. A cosa serve? Come si fa? Episodio 1
Ecco cosa ne pensano gli esperti Benedetto Motisi, Veronica Crocitti e Luca Montagner, impegnati tra Svizzera e Italia
Target
1 sett
Che cos’è la Marketing Automation e come può far crescere un’attività locale
Risparmiare tempo e personalizzare al massimo le comunicazioni ai clienti sono azioni conciliabili. Ecco in che modo
Target
1 sett
Consegne a domicilio e asporto direttamente da Google Maps e My Business? Presto si potrà
Ecco le interessanti novità a favore delle attività locali che saranno presto introdotte dal gigante di Mountain View
TARGET
2 sett
I tre pilastri degli e-commerce nel 2021
Ad anno ormai inoltrato, scopriamo che cosa sta determinando maggiormente gli acquisti online degli utenti
Target
2 sett
Vita da cani? Non proprio: ecco come e quanto guadagnano i Pet Influencers
Stimolando le interazioni positive degli utenti, hanno presto attirato l’attenzione (e i soldi) dei brand più importanti
Target
3 sett
Fare il copywriter per i social media? Non basta saper scrivere
Alessia Abrami racconta cosa significhi creare contenuti badando a differenze di canale, tone of voice e obiettivi
Target
3 sett
Comunicare sui social con le immagini: la grafica web secondo gli addetti ai lavori
Deborah Giofrè e Salvatore Di Bella raccontano il backstage delle realizzazioni visive per Facebook e compagnia postante
Target
1 mese
Social Listening: come ascoltare bene per comunicare meglio
Ciò che interessa ai clienti è fondamentale per il successo di un business: ecco come ottenere le informazioni giuste
Target
1 mese
Quanto inquiniamo quando siamo online? C’è da restarne sconvolti. 3 consigli per evitarlo
Il modo in cui usiamo internet ha un impatto negativo sull'ambiente: ecco cosa possiamo fare perché non succeda
Target
1 mese
Ads su Facebook, Instagram e LinkedIn: consigli utili ed errori più comuni
Come possiamo assicurarci che le inserzioni funzionino? Ce lo spiega il nostro Social Ads Specialist, Marco Evangelisti
Target
1 mese
Il rapporto tra Digital Marketing e Sport, secondo l’esperto FIFA
Quanto un ambito sosterrà l’altro e viceversa? Che cosa ci aspetta in futuro? Ne abbiamo parlato con Dario Salvelli
TARGET
1 mese
Marketing e Intelligenza Artificiale: quali opportunità per le attività locali?
Tecnologia e comunicazione crescono a braccetto: ecco come l’AI contribuisce a promuovere prodotti, servizi e vendite
Target
1 mese
Per una comunicazione (online e offline) senza discriminazioni di genere
Elena Ciprietti, Alessia Rotondo e Laura Losito ci spiegano come raccontare un mondo che sta cambiando
Target
1 mese
I contenuti commerciali sui social sono troppi: il solo modo per farsi notare è creare valore
Catturare l’utente in 3 secondi di attenzione si può, se siamo utili, belli e impegnati. Scopriamo il Social Media Value
Target
1 mese
Twitch Marketing: il futuro della tua attività è in streaming?
Tutte le risorse e i segreti che la piattaforma ha da offrire, anche per chi fa business (non solo con i videogiochi)
Target
1 mese
Rendere i clienti protagonisti della propria storia: cos’è, come e quanto funziona lo Storydoing
Dal successo dello Storytelling e dalle generazioni più giovani emerge un nuovo, efficace trend del marketing
Target
1 mese
Telegram Marketing: come usare i canali per promuovere la tua attività locale
Non solo app di messaggistica: l’aeroplanino ha un incredibile potenziale comunicativo per ogni business
TARGET
1 mese
Come scegliere i giusti fornitori e negoziare il miglior prezzo: la parola all’esperto
Appalti e digitale anche per piccole ditte, ma non solo. Per Slav Vasilevski, gestire le spese è la chiave del successo
TARGET
2 mesi
Questo NON è l’ennesimo articolo sullo Smart Working
A parlarcene, stavolta, sono i fondatori dell’unica accademia che insegna a organizzare al meglio il lavoro da remoto
Target
2 mesi
Gamification: come, dove e quando marketing e gioco si incontrano
Dalla pubblicità alla didattica, tutto può trarre forza dai meccanismi ludici: ce ne parla l’esperto Mauro Longo
Target
2 mesi
Lifecycle Engagement: la chiave del successo dell’E-mail Marketing
L’analisi degli utenti e dei risultati è fondamentale per fare newsletter efficaci. Ecco il metodo per riuscirci
Target
2 mesi
Annunci pubblicitari su Gmail: come funzionano e quanto sono efficaci?
Caratteristiche e segreti delle Gmail Ads, ennesima intrigante variante del search advertising targato Google
Target
08.03.2021 - 11:080

Come si fa Instant Marketing e che risultati si ottengono: la parola a Migros Ticino e Unieuro

Perché legare un brand all’attualità? Lo spiegano Piergiorgio Adragna e i responsabili social del gigante arancione

Un brand al passo con l’attualità è un brand coinvolgente: è questo il principio alla base dell’Instant Marketing e del suo crescente successo nella comunicazione online aziendale, di cui avevamo già parlato qualche anno fa su queste stesse pagine. Una tendenza sempre più netta che numerose attività, anche locali, scelgono sempre di più proprio questa strategia, soprattutto per parlare ai clienti e agli stakeholders del territorio sui propri social media.

Ci siamo chiesti, tuttavia, in che modo le scelte veloci e reattive dell’Instant Marketing si coniughino alle reali esigenze del marchio, dal suo tono di voce, all’organizzazione interna dei suoi team. O ancora, si tratta di un espediente adatto a ogni tipo di azienda? Quali sono le sue “controindicazioni”?

Per scoprire di più, ci siamo rivolti a degli esperti dell’ambito che ci hanno raccontato il proprio punto di vista sul tema: il team responsabile della comunicazione web di Migros Ticino, nonché Piergiorgio Adragna, Art Director e collaboratore di Bcube, agenzia ideatrice dell’arcinota campagna “del social media manager” di Unieuro.

 

Come definireste l'Instant Marketing?

Piergiorgio Adragna:
L’Instant Marketing è il riuscire a cavalcare una notizia sulla bocca di tutti, legandola ai valori del proprio brand attraverso un contenuto social. E fin qui ci siamo. È presente sulle pagine dei brand di lingua italiana ormai da un decennio. Tra i primi a usare questa tecnica comunicativa (in maniera egregia), se non i primi, c’è sicuramente Ceres. Dopo di loro, le aziende ne hanno capito l’efficacia e hanno seguito a ruota. Adesso praticamente tutti i brand fanno Instant Marketing. Prendiamo la notizia del giorno, mettiamo accanto il nostro prodotto, e il gioco è fatto. Il risultato è un appiattimento comunicativo senza eguali, i brand hanno tutti gli stessi valori e tutti lo stesso tone of voice (simpatico).

Migros Ticino:
L’essenza è probabilmente di per sé proprio racchiusa nella somma dei due termini. I social media, grazie alla potenza e alla velocità con la quale diffondono le informazioni, hanno generato una sorta di comunicazione “istantanea”. Questo “tempo reale” permette a un’azienda preparata di reagire ad azioni esterne più o meno sensazionali e fragorose che si verificano in rete o nella vita reale di tutti i giorni, ricollegandole, nell’immediatezza, al proprio business, per riuscire a emergere dal mercato facendosi in qualche modo notare e spingendo il proprio brand.

 

Quali risultati si possono ottenere applicando questa strategia?

Piergiorgio Adragna:
Come si evince dalla risposta precedente, a mio parere la strategia più tradizionale al momento è proprio l’Instant Marketing, quindi i brand dovranno sforzarsi di trovare nuove strategie per catturare l’attenzione del loro target. Devono riuscire ad essere la notizia, e non cavalcarne una. Se vogliamo fare un esempio estremo, l’abbandono di Bottega Veneta ai social.

La stessa cosa l’abbiamo fatta su Facebook con Unieuro. Abbiamo deciso di non fare Instant Marketing, ma di essere noi il topic di cui si parlava quel giorno. Non vedrete mai il nostro caro social media manager parlare della caduta del governo o dell’argomento di turno. Non perché siamo schizzinosi, semplicemente perché l’instant come lo conosciamo non funziona più.


Migros Ticino:
Rimanere coerenti e ancorati ai propri principi e alla propria immagine aziendale è molto importante, ma grazie all’Instant Marketing è forse possibile osare un po’ di più, utilizzando un tone of voice difficile da sdoganare sui media classici come la televisione, la radio e le testate giornalistiche.

Gli obiettivi “tradizionali” della nostra comunicazione vengono perseguiti anche sui social e sono molteplici: dalla brand awareness alla comunicazione commerciale, alla fidelizzazione della clientela, al raggiungimento di nuovi target e via discorrendo. Con un Instant Marketing ben calibrato è possibile amplificare i risultati della strategia tradizionale, riducendone nel contempo i tempi e i costi: in sostanza è una valida opzione orientata a estendere le performance di una strategia tradizionale.

 

Come cambia l'organizzazione del lavoro di marketing quando lo si mette in pratica?

Piergiorgio Adragna:
Per riuscire a fare dell’Instant Marketing efficace ci vuole, oltre alla ovvia velocità di esecuzione, anche velocità di approvazione, altrimenti tutto decade. Il tempismo è una parte fondamentale dell’instant, sia da parte dell’agenzia creativa, sia da parte del cliente. Per essere rilevanti, invece, ci vuole molto coraggio da parte dei brand.

Migros Ticino:
Fondamentalmente tutta l’organizzazione non cambia. È solo una questione di attenzione, flessibilità e rapidità, oltre che di creatività, radicamento al territorio e sensibilità. Bisogna cogliere l’attimo e non perdere il momento giusto. I tempi tecnici di solito ci sono: di principio arrivare tardi è negativo, ma anche giocare troppo d’anticipo potrebbe rivelarsi controproducente.

 

Esistono tipologie di aziende per cui è particolarmente consigliabile, e altre per cui è off-limits?

Piergiorgio Adragna:
Il mio consiglio per i brand è trovare una via differente, personalizzare al massimo i messaggi, trovare un proprio stile comunicativo. Come si faceva in passato, ma adattandosi ai linguaggi contemporanei.

Migros Ticino:
Dal nostro punto di vista operare in tal senso può essere consigliabile per tutte le aziende. Il come è decisamente soggettivo. L’Instant Marketing deve però essere considerato a tutti gli effetti una parte del lavoro quotidiano da strutturare, che necessita di impegno costante e difficilmente riesce “a tempo perso” o “a livello amatoriale”. Tutte le azioni di comunicazione in real time marketing vanno monitorate, gestite e moderate. Chiaramente le realtà più grandi, che offrono una vasta gamma di articoli e/o servizi, hanno forse un piccolo vantaggio: il rischio di stufare, diventare scontati o ripetitivi è relativamente alto.

 

Insomma, che si tratti o meno di marketing in tempo reale, ogni genere di attività deve trovare il proprio stile e il proprio linguaggio, attraverso il quale mettersi in contatto con gli utenti che intercetta sui canali digitali e tradizionali. Partendo da ciò, ogni business costruirà poi il proprio flusso di lavoro, sia esso con il contributo di un team interno ad hoc o con il supporto di collaboratori esterni esperti.

È proprio ciò di cui ci occupiamo noi: aiutiamo aziende di ogni dimensione a raggiungere i loro obiettivi attraverso strategie di marketing con una forte impronta web, ottimizzando le loro risorse di tempo, denaro e persone, nonché offrendo un supporto proattivo e costante.

Se hai un’attività e vuoi comunicare meglio il tuo brand per far crescere il tuo business, contattaci subito per una consulenza gratuita personalizzata.

Articolo a cura di Linkfloyd Sagl, agenzia di marketing e comunicazione in Ticino.


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-04-16 02:15:09 | 91.208.130.86