Fotolia
ULTIME NOTIZIE Target
Target
5 gior
Ecco le parole che migliorano le vendite creando emozioni
Alcune espressioni delle campagne pubblicitarie aumentano la percezione di fiducia ed empatia e il desiderio d’acquisto
Target
1 sett
Pricing psicologico: come determinare sempre il prezzo giusto
Minuscole variazioni incoraggiano i clienti a comprare determinati prodotti piuttosto che altri: scopriamole insieme.
Target
1 mese
Aumentare le vendite online curando lo ZMOT: che cos’è il Momento Zero della Verità
Le regole di base da seguire per trarre il meglio quando un potenziale cliente si informa su di noi
Target
1 mese
Come curare la propria immagine sul web
Come ci presentiamo, offline e online, fa la differenza: ce lo ha raccontato Michele Di Paolo, consulente d’immagine
Target
1 mese
Parola d’ordine? I termini più persuasivi del copywriting
Scopriamo insieme come e perché alcune espressioni incoraggiano a compiere determinate azioni.
Target
1 mese
Quando la musica fa la differenza: marketing e sound design
I componenti di 8 Hz ci hanno raccontato in che modo il suono sta cambiando le regole del gioco in comunicazione
Target
2 mesi
Conversational Marketing: non solo comunicazione, ma dialogo
Lo scambio di feedback tra cliente e brand è al centro di questo approccio orientato a creare relazioni di valore
Target
2 mesi
Advergame: quando il marketing incontra i videogiochi
Divertenti, mai invasivi e molto coinvolgenti: ecco in cosa consiste questa interessante categoria del gaming
Target
2 mesi
Ristoranti e hotel in Ticino: che cosa è cambiato negli ultimi 18 mesi?
Ne abbiamo parlato con l’esperto Gzim Sinani, che ci ha raccontato il suo punto di vista sull’argomento
LUGANO
22.09.2018 - 07:000

Il comunicato stampa serve davvero per lanciare un prodotto?

Magari il comunicato stampa non è uno dei servizi di comunicazione più attuali, eppure sopravvive. Ecco quando ancora vale la pena utilizzarlo

Parlare di comunicato stampa, a caldo, può sembrare un po’ anacronistico: nell’era dei siti di informazione online e del flusso di contenuti Social, viene molto difficile associare il successo di un prodotto ad una forma di comunicazione definita “classica”.

I vecchi uffici stampa, o le agenzie di “pierraggio”, hanno spesso dovuto lasciare spazio a Social Media Manager e responsabili marketing. A pesare i lunghi tempi di pubblicazione, la difficoltà a raggiungere le redazioni dei media e, in molti casi, lo “snobbismo” – se non il lassismo – di molti giornalisti che scoraggerebbe chiunque.

Tuttavia, il comunicato stampa non è morto, va ad inserirsi come servizio di nicchia che, per esempio, è ancora offerto dalla nostra agenzia di comunicazione, previa analisi della convenienza di questa azione rispetto ad altre.

E, proprio dalla nostra esperienza, ecco alcune pillole per capire se anche il vostro prodotto o servizio può essere adatto:

  • Chi siete voi e che interesse destate per i media: ovviamente, se rappresentate una realtà importante o una grande azienda, è molto più facile che il comunicato stampa venga ben accolto dagli addetti ai lavori e pubblicato. Piccole e media aziende, di regola, fanno molta fatica;
  • Innovazione o disruption: se il vostro prodotto o servizio è veramente una novità del mercato, o se tende a sconvolgerlo per i più disparati motivi, allora il comunicato stampa ha un suo perché e una sua audience;
  • Utilizzo di testimonial o influencer: indipendentemente da cosa dite, offrire un ruolo primario nel comunicato ad un personaggio famoso, ad un opinion leader o ad un influencer desta sempre interesse. Avvalersi di una “star” d’eccezione, quindi, è senza dubbio un plus;
  • Riviste di settore o di nicchia: nei media generalisti, il filtro delle notizie è veramente alto. Poiché la redazione ha tanti contenuti da filtrare, dovete offrire qualcosa di veramente appetibile per superare lo sbarramento. Al contrario, se il vostro settore riguarda un settore specifico, e lo stesso settore ha dei media di riferimento, in questo caso il caro, vecchio comunicato stampa difficilmente potrà essere ignorato;
  • Conoscenze: inutile a dirsi, ma avere una conoscenza diretta del giornalista o comunque dentro la redazione rappresenta una corsia privilegiata a cui fare affidamento. Di sicuro, non si resta anonimi;
  • Regole di scrittura: come viene insegnato anche oggi nei master, scrivere un comunicato ha delle regole molto precise affinché esso sia interessante e degno di pubblicazione. Errori marchiani di comunicazione possono vanificare anche un contenuto molto interessante.

In sintesi, il comunicato stampa non è morto, ma il suo uso va dosato, per evitare inutili sprechi di tempo e risorse.

Articolo a cura di Clublab Sagl, siti web e grafica in Ticino


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-26 05:18:26 | 91.208.130.86