Cerca e trova immobili

Over57 - Benessere socialeLavoro in Ticino e in Svizzera, fra luci e ombre

13.09.23 - 11:00
Escono i nuovi dati sui tassi di disoccupazione in Svizzera e molti gridano al miracolo. Ma è proprio vero che le cose stiano andando tanto
Over57
Lavoro in Ticino e in Svizzera, fra luci e ombre

NEWSBLOG
Rubriche argomentali a pagamento curate da aziende e inserzionisti esterni

Escono i nuovi dati sui tassi di disoccupazione in Svizzera e molti gridano al miracolo. Ma è proprio vero che le cose stiano andando tanto

Lo scorso 26 maggio, l'UST, l'Ufficio Federale di Statistica preposto alla rilevazione e all'analisi dei dati, ha pubblicato i risultati di un'indagine denominata “Barometro dell'Impiego”, relativa al primo trimestre 2023, con i quali ha finalmente potuto dare una buona notizia: il lavoro in Svizzera c'è e i tassi di disoccupazione si attestano, finalmente, su valori cosiddetti “fisiologici”.

Ma è davvero tutto oro ciò che luccica? Non proprio. I dati, come sempre, vanno calati nei contesti, interpretati, valutati mettendoli in correlazione l'uno con l'altro, altrimenti, è facile fargli dire ciò che vogliamo. Nessuno qui sta dicendo che l'UST menta, i suoi dati sono del tutto attendibili, ma ciò che emerge da questa indagine è una realtà ancora molto frastagliata, sotto la cui superficie si nascondono ancora criticità preoccupanti.

 

Percentuali lavoro Svizzera: ecco cosa dicono gli ultimi dati

Ci sono molti paesi in Europa che amerebbero poter dichiarare questi risultati: la disoccupazione in Svizzera è oggi al 2% e come confermato anche da Boris Zürcher, direttore della divisione del lavoro presso la Segreteria di Stato, questo valore corrisponde, in pratica, a una situazione di pieno impiego.

Senza entrare troppo nei dettagli tecnici, una situazione di pieno impiego è quando il tasso di disoccupazione è fisiologico, su livelli “naturali”, una circostanza che si concretizza in un contesto economico sano, in cui un certo numero di persone, pur volendo lavorare, non riescono a trovare un'occupazione a causa di fattori di sistema che ostacolano l'incontro fra la domanda e l'offerta. Insomma, un ottimo risultato.

Tuttavia, nonostante il tasso di occupazione in Svizzera sia buono, è pur vero che tiene conto solo degli iscritti agli uffici regionali di collocamento. Al contrario, secondo gli standard dell'ILO, l'Organizzazione Mondiale del Lavoro, pare che in Svizzera ci sia ancora un buon 4,3% di occupabili in cerca di lavoro, con punte del 7,8% se si guarda alla sola disoccupazione giovanile. In Ticino, poi, la disoccupazione si attesterebbe addirittura intorno al 6,6%, un risultato decisamente non confortante.

Over57

 

Mercato del lavoro in Svizzera: la sfida demografica

Il tasso di occupazione in Svizzera, poi, nasconde un altro problema: la carenza di manodopera. La forte ripresa economica determinata dalla fine della pandemia, infatti, ha messo in luce le drammatiche conseguenze dell'invecchiamento demografico. In poche parole, le aziende hanno bisogno di lavoratori, ma questi non sono più disponibili. Paradossalmente, oggi come oggi, lavorare in Svizzera è più semplice, ma a causa della composizione della popolazione e del calo di fertilità, il problema è che la forza lavoro non è più in grado di compensare i pensionamenti.

Il dato preoccupante, poi, è che questo trend non potrà fare altro che peggiorare. La generazione del Baby Boom, quella nata fra il 1945 e i primi anni Sessanta, infatti, andrà in pensione entro il 2030 e, a quel punto, non ci saranno più individui sufficienti a coprire le posizioni che si libereranno.

 

Come aiutare il mercato del lavoro in Svizzera?

Ma quindi, cosa significa, che la Svizzera deve nuovamente aprire le porte all'immigrazione? Non necessariamente. Alcuni studi affermano che entro il 2032, nella federazione elvetica potrebbero venire a mancare fino a 500.000 lavoratori, un numero talmente elevato che non è possibile pensare di compensare con i lavoratori stranieri.

Ma la risposta a questo problema c'è e ne ha discusso recentemente l'Unione Svizzera degli Imprenditori, riuniti a Berna: l'utilizzo degli inoccupati over 50 e delle donne, puntando su ulteriori sforzi nell'ambito della cura e dell'accudimento dei bambini, in modo da consentire alle madri di poter tornare a lavorare. È evidente infatti, che gli stipendi in Svizzera, soprattutto quelli offerti alla manodopera non specializzata, non siano affatto sufficienti a coprire le spese per l'asilo nido o per la baby sitter, ragione per cui molte donne preferiscono rimanere a casa, piuttosto che accettare un'offerta di lavoro che, alla fine, si rivelerebbe antieconomica.

Over57

 

Lavoro Svizzera italiana: cosa manca in Ticino?

Il lavoro in Svizzera nel Canton Ticino, poi, si rivela particolarmente problematico. La vicinanza all'Italia, infatti, alimenta il fenomeno del frontalierato, che a sua volta spinge verso il basso gli stipendi. Inoltre, in Ticino si registra una certa incapacità nell'andare incontro alle esigenze dei lavoratori, in termini di flessibilità, smart working e welfare aziendale. La conseguenza è che i giovani che si formano in Ticino, poi preferiscono rincorrere la loro carriera nei cantoni più interni, dove stabilità e salari sono più interessanti.

Secondo uno studio di ManPower, leader mondiale nel campo delle risorse umane, a oggi in Ticino mancano soprattutto i profili più specializzati, come gli ingegneri, gli informatici e il personale infermieristico, ma anche la manodopera sta soffrendo: molte aziende, infatti, lamentano la difficoltà nel reperire elettricisti, idraulici, falegnami e meccanici.

Insomma, se al momento sei inoccupato, datti da fare, perché con un po' di fortuna, potresti davvero trovare l'impiego che cerchi. E nel frattempo, vieni a trovarci su over57.com: potresti trovare un lavoro occasionale con cui riempire il tempo, coprire qualche spesa e ritrovare fiducia in te stesso e nella società.

 

Articolo pubblicato grazie al supporto di: 
Point Service – Gimasi – Tertianum Cornaredo


Questo articolo è stato realizzato da Associazione EKUOS, non fa parte del contenuto redazionale.
COMMENTI
 

Rik830 8 mesi fa su tio
In Ticino manca lavoro per gli svizzeri …. Ecco cosa manca… se sei frontaliere ne trovi quanti ne vuoi … ovviamente sottopagato ai limiti della decenza …

Se7en 9 mesi fa su tio
… si certo, un lavoro temporaneo e poi? Ritorni nel baratro…! Tutti devono avere il diritto di lavorare a prescindere dall’età…!
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE